laRegione
24.08.22 - 09:52
Aggiornamento: 16:47

Abusi dello statuto S: sì, qualche caso in Ticino c’è stato

La conferma arriva dalla segretaria di Stato della migrazione, Christine Schraner Burgener, secondo cui ‘il numero è comunque limitato’

abusi-dello-statuto-s-si-qualche-caso-in-ticino-c-e-stato
Keystone
La segretaria di Stato della migrazione Christine Schraner Burgener

Sì, ci sono stati casi di abuso dello statuto S ma, comunque, si tratta di pochi casi. È quanto afferma, dai microfoni della Rsi, la segretaria di Stato della migrazione Christine Schraner Burgener, in riferimento ad alcuni casi, peraltro isolati, di persone che pur non vivendo in Ucraina al momento dello scoppio della guerra, hanno sollecitato e ottenuto il permesso S nel nostro cantone. Casi che concernevano persone residenti in Italia, in particolare per cercare un lavoro in Svizzera.

La segnalazione di questi casi sospetti era partita da Norman Gobbi: il consigliere di Stato aveva dunque scritto una lettera alla responsabile del Dipartimento federale di giustizia e polizia Karin Keller-Sutter.

Sempre a detta di Christine Schraner Burgener, abusi o tentativi di abuso si sono verificati anche in altre regioni di confine, dove cittadini di Stati terzi hanno tentato di registrarsi come ucraini, presentando patenti false. Il numero di casi – a confronto delle oltre 58’000 persone che hanno ricevuto lo statuto S – è comunque ritenuto marginale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Locarnese
12 ore
La Colonna Alpina di Soccorso ha una nuova casa
Cerimonia di inaugurazione stamane a Riazzino per la sede del Cas Locarno: il coronamento di un progetto nato nel 2020
Gallery
Ticino
12 ore
I Verdi liberali: ‘Almeno due deputati in Gran Consiglio’
Elezioni cantonali 2023, il Pvl Ticino presenta la lista per il governo e il programma. Parlamento, fiducioso l’ex presidente Mobiglia: è la volta buona
Mendrisiotto
20 ore
Morbio Inferiore, si accende la discussione sul moltiplicatore
Il Municipio propone due punti in meno. La minoranza della Gestione: ‘scelte mirate senza scivolare in tentazioni propagandistiche’. Ultima parola al Cc
Locarnese
20 ore
Tegna, l’ultimo grido del presidente: ‘Salviamo il campo!’
Marco Titocci ha firmato da solo il rapporto di minoranza commissionale sul messaggio con le varianti di Pr nel comparto Maggia-Melezza
Luganese
20 ore
Un laghetto di Muzzano sempre più... “nature”
Intervento in vista per la riva nord-est, prosegue il programma di valorizzazione avviato vent’anni fa
Mendrisiotto
1 gior
Evasione fiscale in un locale a luci rosse di Chiasso
Le prime indicazioni parlano di diversi milioni di franchi non dichiarati. Sequestrato materiale informatico.
Ticino
1 gior
‘In Gendarmeria mancano effettivi’
Gli agenti affiliati all’Ocst chiedono le necessarie risorse affinché la Cantonale possa operare in modo adeguato. Il sindacato ha ora due copresidenti
Locarnese
1 gior
Locarno, arrestata la vittima del pestaggio in Rotonda
Il 26enne dello Sri Lanka è stato trasferito in Ticino su ordine della Procura. Per lui, che nega ogni addebito, si ipotizza l’accusa di tentato omicidio
Ticino
1 gior
Amalia Mirante è pronta per presentare ‘Avanti’
Questo il nome che l’ex esponente del Partito socialista ha scelto per il suo ‘movimento’. I contenuti verranno presentati lunedì
Ticino
1 gior
Fra le caselle dell’avvento occhio a non aprir quella dei radar
L’elenco delle località dove settimana prossima verranno eseguiti controlli
© Regiopress, All rights reserved