laRegione
20.07.22 - 16:34
Aggiornamento: 17:36

I sindaci della Città dei laghi scrivono a Cassis

La mobilità transfrontaliera al centro delle richieste firmate anche da Samuele Cavadini, Bruno Arrigoni, Michele Foletti, Mario Branda e Alain Scherrer

i-sindaci-della-citta-dei-laghi-scrivono-a-cassis
Ti-Press
Si chiede di migliorare gli accessi alla galleria di base

Gli otto sindaci della ‘Città dei Laghi’ – che oltre a Mendrisio, Chiasso, Bellinzona, Lugano e Locarno comprende anche Como, Lecco e Varese – hanno firmato e inviato una lettera, per il tramite della Regio Insubrica, al presidente della Confederazione elvetica Ignazio Cassis. Nel testo si chiede "il miglioramento della mobilità transfrontaliera tra Italia e Svizzera e il conseguente completamento del progetto Alptransit". La missiva segue un’altra lettera inviata nello scorso mese di settembre al premier italiano Mario Draghi, nella quale si chiedeva pure "il miglioramento dei collegamenti transfrontalieri". L’iniziativa di riunire i sindaci della Città dei Laghi è stata presa dal gruppo "Il Ticino con Alptransit", nato all’indomani dell’inaugurazione del tunnel ferroviario di base del San Gottardo.

Nella lettera recapitata a Cassis i firmatari ricordano come la Città dei Laghi "è costituita da un tessuto di forti città policentriche di oltre 2 milioni di abitanti" e come "la loro sistematica messa in rete sia costitutiva di un innovativo processo di valorizzazione del capitale territoriale, economico e sociale che ne esalta il ruolo tra gli spazi metropolitani di Milano e di Zurigo".

Diverse le richieste, che partono dal presupposto secondo il quale "gli accessi alle grandi opere alpine sono qualitativamente insufficienti, in particolare perché nelle zone fortemente urbanizzate a cavallo della frontiera". A breve termine si chiedono "migliori accessi alle gallerie di base soprattutto sulla tratta Zurigo-Milano". A medio termine "che le nuove sinergie di comunicazione vengano elaborate tenendo conto di nuovi paradigmi di valutazione territoriali, ambientali e climatici". A lungo termine, invece, "il completamento – sia pure a tappe – della ‘croce federale di mobilità’, vale a dire nuove infrastrutture ferroviarie nord/sud ed est/ovest per una nuova offerta sulle medie-lunghe distanze e quale liberazione di capacità delle reti esistenti per la mobilità regionale locale".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
5 ore
E per la fine dell’anno c’è anche Nez Rouge
Ritorna il servizio che riaccompagna a casa in sicurezza chi non se la sente di mettersi alla guida
Luganese
5 ore
Fiamme in un appartamento di Caslano, danni ingenti
Non si registrano feriti: quando l’incendio è scoppiato i locali erano vuoti. Sul posto pompieri di Caslano e Polizia
Luganese
8 ore
Protezione civile Lugano Città, un altro anno in prima linea
Anche nel 2022 i giorni di servizio sono stati largamente di più di quelli del triennio 2018-20, seppur un po’ meno rispetto al 2021
Grigioni
9 ore
Frana in Val Calanca: ‘Non si può continuare a sfidare la sorte’
Per la vicesindaca di Buseno Rosanna Spagnolatti è necessario individuare una soluzione per una zona già toccata in passato da scoscendimenti
Mendrisiotto
10 ore
Breggia cambia il progetto per l’ex Osteria del sole
Il Municipio ha presentato una nuova domanda di costruzione, che al contrario della precedente, prevede la demolizione integrale della struttura
Gallery
Ticino
10 ore
Nel weekend la Svizzera italiana s’è messa il suo abito bianco
Trenta centimetri a San Bernardino, venti a 1’400 metri di quota: la neve ha fatto capolino anche a Sud del San Gottardo. Disagi contenuti sulle strade
Ticino
12 ore
Il 25 dicembre Gas stacca definitivamente la spina
La testata web indipendente di controinformazione, nata in scia al cartaceo Diavolo, annuncia la sua prossima chiusura
Grigioni
14 ore
Val Calanca isolata: ‘Ci vorranno giorni per liberare la strada’
Si annuncia lunga l’operazione di sgombero della frana caduta questa mattina sulla strada cantonale tra Castaneda e Buseno. Nessun ferito, ingenti i danni
Gallery
Grigioni
16 ore
Frana in Calanca, valle isolata a nord del bivio per Castaneda
Strada chiusa in entrambe le direzioni a causa di un grosso scoscendimento che si è verificato stamane alle 6.30
Gallery
Locarnese
1 gior
Riazzino, inaugurata la nuova sede logistica del Soccorso alpino
La struttura, che fungerà da magazzino e autorimessa, completa la capillare rete di strutture di copertura del territorio. L’anno prossimo il 50esimo
© Regiopress, All rights reserved