laRegione
30.06.22 - 07:47

‘Non tutti in passato hanno agito correttamente, me ne scuso’

Dopo la sanzione decisa dalla Comco, il Managing Director della Amag Mathias Gabler chiede venia. E precisa: ‘Violazioni da parte di singoli’

non-tutti-in-passato-hanno-agito-correttamente-me-ne-scuso
Keystone
In futuro corsi di formazione obbligatori nell’ambito del diritto dei cartelli

In una nota inviata ai media, Amag fa sapere di accettare il provvedimento della Commissione della concorrenza (Comco). E precisa: ‘"Nell’ambito dell’indagine ’Concessionari Volkswagen’, la Comco ha sanzionato accordi di concorrenza da parte di operatori di mercato nel canton Ticino per gli anni 2006-2018. In passato, singoli dirigenti dei garage di Aamg hanno tenuto comportamenti inaccettabili nel Canton Ticino. Amag ha adottato provvedimenti a livello di organizzazione e di personale al fine di applicare coerentemente i principi volti a garantire un’attività commerciale corretta in tutti i settori".

La Comco ha avviato l’indagine nell’estate del 2018. Amag ha assicurato la sua piena collaborazione alle autorità della concorrenza per consentire di indagare in modo approfondito sulle pratiche in Ticino e individuare nonché attuare tempestivamente le misure necessarie. La Comco ha previsto una multa per gli accordi finalizzati a limitare la concorrenza. La Comco, tuttavia, non ha stabilito che i clienti abbiano effettivamente subìto un danno finanziario. L’ammontare della multa è stato calcolato in base al fatturato e ad altri fattori; non vi è quindi alcuna relazione con un eventuale danno.

"Singoli dirigenti nel canton Ticino hanno violato disposizioni e principi che si applicavano a tutto il gruppo Amag e che valgono tuttora. Purtroppo, in Ticino in passato evidentemente non abbiamo sempre agito in maniera corretta dal punto di vista legale ed etico. E di questo mi scuso", afferma Mathias Gabler, Managing Director di Amag Automobili e Motori Sa, che da maggio 2018 è alla guida dei garage di Amag".

A causa di questi episodi, il gruppo Amag ha adottato provvedimenti a livello di organizzazione e di personale. Ha ulteriormente rafforzato i controlli interni e messo in piedi un programma completo per la compliance, che prevede, tra le altre cose, corsi di formazione obbligatori per il personale nell’ambito del diritto dei cartelli.

"Nel gruppo Amag vige una rigorosa politica di tolleranza zero nei confronti delle violazioni del diritto in materia di concorrenza – precisa ancora la stessa azienda –. Amag si aspetta che il management fornisca il buon esempio, sempre e senza riserve. I principi alla base di un’attività commerciale corretta sono uno dei temi più importanti della responsabilità dirigenziale".

"Mi spiace molto che singoli dirigenti di Amag non abbiano rispettato i nostri valori, le nostre direttive e disposizioni – tiene a sottolineare Helmut Ruhl, Ceo del gruppo Amag –. Dal personale Amag e dai nostri partner mi aspetto sempre una conduzione eticamente e legalmente corretta. Per questo negli ultimi anni abbiamo continuato a investire molto nell’organizzazione e nei processi. Il Ticino per noi è importante, desideriamo offrire alla nostra clientela servizi all’avanguardia".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
51 min
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
58 min
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
1 ora
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
1 ora
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
1 ora
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
1 ora
Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’
I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Luganese
6 ore
Usura e migranti: quattro arresti tra il Luganese e Zurigo
Sono sospettati di far parte di un sodalizio internazionale dedito da tempo al trasporto di clandestini provenienti dall’Italia e diretti nel Nord Europa
Locarnese
7 ore
Pedofilo tra Ticino e Thailandia, chiesti 9 anni di carcere
Un 77enne del Sopraceneri è accusato di ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere per fatti compiuti tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
8 ore
Alessandra Genini nuova direttrice di Comundo a Bellinzona
È la principale organizzazione non governativa svizzera di cooperazione allo sviluppo tramite l’interscambio di persone
Mendrisiotto
8 ore
‘Le fermate Ffs di Mendrisio sono di serie B?’
Il Centro lo chiede al Municipio con un’interpellanza dopo che da mesi gli ascensori della stazione di San Martino sono fuori uso
© Regiopress, All rights reserved