laRegione
21.06.22 - 12:41
Aggiornamento: 24.06.22 - 17:41

Per il Telefono Amico oltre 1’000 colloqui in più nel 2021

A chiamare il 143 sono soprattutto le donne. Si chiede aiuto per disturbi psichici, difficoltà di gestione della vita quotidiana e solitudine

a cura de laRegione
per-il-telefono-amico-oltre-1-000-colloqui-in-piu-nel-2021
Ti-Press

Nel 2021 il Telefono Amico Ticino e Grigioni italiano ha ricevuto 18’177 chiamate al numero 143, delle quali 12’973 sono sfociate in colloqui di aiuto, quasi 1’000 in più rispetto all’anno precedente, con una media di 35 colloqui giornalieri. Lo comunica l’associazione nel rapporto di attività pubblicato oggi. A rivolgersi al 143 sono in prevalenza le donne, con le quali sono stati svolti quasi il doppio dei colloqui rispetto agli uomini, in totale 8’343 contro 4’630. La chat ha ricevuto 238 contatti, 166 dei quali si sono tramutati in consulenza di aiuto.

"Sono molte le cose che possono cambiare in una società in cinquant’anni. Ciononostante, questo bisogno e l’intenzione dell’Associazione di accogliere le voci di chi chiama sono rimaste inalterate", scrive Telefono Amico, sottolineando in questi 50 anni non sono mutate le finalità e le attività dell’Associazione, che si è sempre più radicata nel nostro territorio e in quello dei Grigioni di lingua italiana, rispondendo all’evolvere delle esigenze.

Perché si chiama il Telefono Amico al 143? I disturbi psichici, le difficoltà legate alla gestione della vita quotidiana, i rapporti relazionali e la solitudine sono le principali motivazioni che spingono le persone a richiedere aiuto. "Seppure la società moderna offra una comunicazione sempre più dinamica e veloce grazie agli strumenti tecnologici che durante la pandemia tutti abbiamo imparato a sfruttare al meglio, Telefono Amico si è rivelato ancora una volta indispensabile", si legge nel comunicato odierno. "Sono molte le cose che possono cambiare in una società in cinquant’anni. Ciononostante, questo bisogno e l’intenzione dell’Associazione di accogliere le voci di chi chiama sono rimaste inalterate", scrive l’associazione, che dal 1997 collabora con il Dipartimento sanità e socialità per la Legge aiuto vittime di reati (Lav) e dal 2009 si occupa anche di ludopatia, partecipando al progetto cantonale di prevenzione del gioco patologico, per il quale risponde direttamente al numero verde 0800 000 330 e collaborando con GAT-P Gruppo Azzardo Ticino Prevenzione, riferimento specialistico per chi intende affrontare con serietà la ludopatia.

Attualmente il Gruppo dei volontari è composta da 38 persone di cui 7 nel ruolo di formatore, donne e uomini che si mettono a disposizione dedicandosi all’ascolto attivo telefonico o tramite la chat.

L’Assemblea dei soci, che si è svolta durante il mese di maggio, ha accettato la nomina di un nuovo membro di comitato, il Signor Nicolas Bonvin, psicologo già consulente esterno di Telefono Amico. Il presidente e gli altri membri di comitato sono stati confermati.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Negozio alimentari e Posta: ‘Gordola può star tranquilla’
Il vicesindaco René Grossi, da proprietario dell’immobile interessato, risponde alle critiche preventive di Plr e Verdi Liberali
Luganese
2 ore
Ex maestro di Montagnola: riflessione aperta sul terzo grado
Dopo l’assoluzione in Appello, con il ribaltamento della condanna in Pretura penale, le motivazioni della Corte su ‘concreto pericolo’ e perizia
Ticino
9 ore
Giudice supplente, proposta l’elezione di Federica Dell’Oro
Così la commissione Giustizia e diritti. La parola al plenum del Gran Consiglio
Gallery
Mendrisiotto
10 ore
Mendrisio fa un passo avanti sul sentiero del Laveggio
Il Consiglio comunale vota all’unanimità i fondi per completare i camminamenti lungo il fiume, nel solco di un parco intercomunale
Mendrisiotto
11 ore
Coldrerio, un 18enne aggredito e picchiato da due persone
Funziona il dispositivo di ricerca della polizia: fermati gli autori del tentativo di rapina. La loro posizione è al vaglio degli inquirenti
Luganese
12 ore
La Città lancia un percorso formativo rivolto ai commercianti
Lugano Living Lab promuove un incontro all’ex asilo Ciani per far conoscere le ‘opportunità’ e favorire una digitalizzazione alla portata di tutti
Ticino
12 ore
Superamento dei livelli, un accordo che sembra avere i numeri
Firmato a maggioranza il rapporto commissionale che propone una sperimentazione su base volontaria con vari modelli di codocenza. In parlamento a febbraio
Ticino
13 ore
Al via il programma cantonale di screening colorettale
Il Dipartimento sanità e socialità offre, da febbraio, un test gratuito e volontario per una patologia dove la prevenzione è fondamentale
Ticino
14 ore
Raccolte firme sui costi della salute, allarme rosso in casa Ps
Riget e Sirica agli iscritti: rischiamo di fallire su referendum contro la deduzione per i premi dei figli e iniziativa per i premi al 10% del reddito
Ticino
14 ore
Dalla Vpod oltre 7’700 firme per cure sociosanitarie di qualità
Consegnate oggi le sottoscrizioni che chiedono anche più attenzione alle prestazioni socioeducative. Ghisletta: ‘Cautamente ottimista, serve migliorare’
© Regiopress, All rights reserved