laRegione
14.06.22 - 14:50
Aggiornamento: 16:37

Da Berna più soldi al Ticino nel 2023 per la perequazione

Il Cantone riceverà 195 franchi per abitante (contro 146 quest’anno). I Grigioni sostanzialmente stabili con 1’308 franchi contro 1’306 di quest’anno

da-berna-piu-soldi-al-ticino-nel-2023-per-la-perequazione
Ti-Press

L’anno prossimo il Ticino, la cui forza finanziaria è diminuita sensibilmente, riceverà più fondi nell’ambito della perequazione intercantonale. Nei Grigioni la situazione rimane immutata.

Stando all’Amministrazione federale delle finanze (AFF), che è l’autorità che ha proceduto ai nuovi calcoli, nel 2023 il Cantone sudalpino riceverà 195 franchi per abitante dalla perequazione finanziaria (contro 146 quest’anno). I Grigioni 1’308 (contro 1’306).

I versamenti complessivi di compensazione dei Cantoni per il 2023 nell’ambito della perequazione finanziaria sono in aumento di 290 milioni di franchi rispetto a quest’anno e ammonteranno complessivamente a 5,6 miliardi, riassume l’AFF.

Rispetto al 2022, le riduzioni più consistenti dell’indice delle risorse, che misura la forza finanziaria dei Cantoni, riguardano Svitto (-4,7 a 173,2), Neuchâtel (-2,6 a 77,5) e proprio il Ticino (-2,6 punti a 93,4). Al contrario, l’indice registra l’incremento più elevato a Basilea Città (+11,2 punti a 153,1), Zugo (+10,5 a 265,9) e Appenzello Interno (+4,9 a 101,9). Quest’ultimo diventa così un Cantone finanziariamente forte, indica una nota odierna dell’AFF. L’indice pari a 100 corrisponde alla media per l’intera Svizzera. Solo otto Cantoni sono al di sopra di questa soglia. I Grigioni sono a quota 83,2 punti.

Questo indicatore è l’elemento principale per la fissazione dei contributi cantonali. Gli altri due sono le compensazioni degli oneri geotopografici e sociodemografici da un lato e, dall’altro, la compensazione dei casi di rigore, che garantisce che nessun Cantone finanziariamente debole sia svantaggiato a livello finanziario a seguito del passaggio, nel 2008, al nuovo sistema di perequazione finanziaria.

Con la compensazione delle risorse tutti i Cantoni raggiungeranno la dotazione minima garantita dell’86,5%. Ciò vale ad esempio per Vallese e Giura che hanno una debole forza finanziaria, rispettivamente con un indice delle risorse di 63,8 e 66,7 punti.

Per il solo riequilibrio della forza finanziaria, i versamenti crescono di 330 milioni di franchi a complessivamente 4,3 miliardi (+8,2 %). Il 60% di questo importo è finanziato dalla Confederazione e il 40% dai Cantoni ricchi.

I calcoli sono sottoposti ai Cantoni che potranno esprimere il loro parere. La Conferenza dei direttori cantonali delle finanze (CDF) si pronuncerà in occasione dell’assemblea plenaria del 30 settembre 2022 e presenterà un rapporto al Dipartimento federale delle finanze. A seguito dell’indagine conoscitiva le cifre potrebbero cambiare, scrive l’AFF.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
1 ora
Nei bandi svelate cifre e atout della nuova Officina Ffs
Castione: sulle opposizioni le Ffs mirano a trovare una soluzione condivisa entro fine 2022. Confermati centrale a cippato, tetti verdi e fotovoltaico
Locarnese
1 ora
Truffe agli anziani nel Locarnese, si cercano testimoni
Scattano le manette per una 36enne e un 40enne. Impietosivano le loro vittime per ricevere denaro e altri beni preziosi
Ticino
2 ore
Imposta di circolazione, dietrofront del Consiglio di Stato
Nella seduta odierna il Governo ha deciso di ritirare i Decreti legislativi urgenti sull’applicazione dell’imposta di circolazione per l’anno 2023
Ticino
3 ore
In Ticino 1’403 nuovi contagi e 6 decessi
I posti letto occupati da pazienti Covid sono 109. Quattro le persone che attualmente si trovano in cure intense
Video
Ticino
3 ore
Un lupo ripreso in un video mentre attraversa la strada a Bodio
Dopo l’avvistamento in Bassa Leventina scatta l’interrogazione al Consiglio di Stato di Sara Imelli (Centro). ‘I gridi d’allarme sono caduti nel vuoto’.
Luganese
4 ore
Lugano, domani l’accensione dell’albero di Natale
La Città ricorda il tradizionale appuntamento che si terrà a partire dalle 17.15 in Piazza della Riforma
Locarnese
4 ore
‘Caso La Palma’, condanna confermata e pena più severa
Per la Corte di appello e revisione penale fu omicidio intenzionale e non solo colposo. L’imputato dovrà scontare 18 anni e mezzo di carcere
Luganese
8 ore
Secondo sgombero ex Macello, c’è stata sproporzionalità
La Corte dei reclami penali ha accolto alcune contestazioni degli autogestiti in merito ai rilievi del Dna e alla raccolta delle impronte
Bellinzonese
10 ore
Nuova sede Ior a Bellinzona, approvato lo studio di fattibilità
Il Consiglio di fondazione lo sottoporrà ora all’Usi che lo invierà, con la richiesta di finanziamento federale, alla Segreteria di Stato per la ricerca
Mendrisiotto
10 ore
Basso Mendrisiotto, depositata una istanza di aggregazione
I tre promotori di Balerna alle intenzioni hanno fatto seguire i fatti. Ora avranno tre mesi di tempo per raccogliere 350 firme
© Regiopress, All rights reserved