laRegione
02.06.22 - 12:11
Aggiornamento: 15:56

Aet chiude il 2021 con il +46% di utili. Cautela sul 2022

Per l’Azienda elettrica un utile netto di 19 milioni, favorito dalla produzione superiore alla media e dal rialzo dei prezzi dell’energia

aet-chiude-il-2021-con-il-46-di-utili-cautela-sul-2022
Ti-Press

Il bilancio del 2021 dell’Azienda Elettrica Ticinese (Aet) si è chiuso con un utile netto d’esercizio di 19 milioni di franchi, in crescita del 46% rispetto ai 13 milioni dell’anno precedente. I risultati sono stati presentati questa mattina a Monte Carasso, alla presenza del consigliere di Stato Christian Vitta, del presidente del Consiglio di amministrazione Giovanni Leonardi, del direttore Roberto Pronini e del vicedirettore responsabile delle finanze Flavio Kurzo.

A contribuire al buon risultato, in primo luogo i dati sulla produzione idroelettrica superiore alla media del periodo 2011-2020 sia per quanto riguarda gli impianti dell’azienda, per i quali si è attestata a 934 GWh, sia per quanto riguarda la produzione da partecipazioni, che è stata di 637 GWh.

A favorire il raggiungimento del risultato anche il rialzo improvviso ed eccezionale dei prezzi dell’energia elettrica sui mercati all’ingrosso nel secondo semestre, un trend che, rafforzato dallo scoppio della guerra in Ucraina, caratterizzerà il mercato energetico per gli anni a venire. In questo difficile contesto si inserisce il recente intervento del Consiglio federale, che ha sottoposto alle Camere il messaggio sulla nuova Legge federale relativa ad aiuti finanziari concessi a titolo sussidiario per salvare le imprese del settore dell’energia elettrica di rilevanza sistemica: il tema dell’approvvigionamento elettrico figura fra le priorità dell’Autorità federale.

Per quanto concerne il 2022 la produzione del primo semestre è condizionata in negativo dalle scarse precipitazioni dell’ultimo periodo in Ticino, ciò che impone cautela sulle previsioni. Ciò nonostante, l’Azienda "dispone delle risorse tecniche e delle capacità professionali necessarie ad affrontare le sfide future e guarda con fiducia ai prossimi anni".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
1 ora
Alvad, ‘malumore generalizzato ma soffocato dalla Direzione’
Partendo da una durissima lettera di un “gruppo molto folto di collaboratori” al Dss, il deputato Mps Matteo Pronzini chiede lumi al governo
Bellinzonese
3 ore
Cinquant’anni di cure domiciliari e Abad vuole ancora crescere
Roberto Mora, direttore dell’associazione bellinzonese, auspica che il servizio, che aiuta bisognosi e sgrava le famiglie, diventi ancora più capillare
Bellinzonese
4 ore
Bellinzona, ‘Natale in città e Mondiali in Qatar più ecologici’
Nella sua interrogazione a nome del gruppo Unità di Sinistra, Lisa Boscolo invita il Municipio a una riflessione più approfondita
Ticino
4 ore
Ottobre, cadono le foglie... ma non i radar
Puntuale come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali nel corso della prossima settimana verranno effettuati i controlli della velocità
Ticino
4 ore
Lascia il vescovo Lazzeri? Due nomi per la gestione pro tempore
Il capo della Curia di Lugano sarebbe prossimo a dimettersi. Farine e De Raemy in lizza per l’amministrazione in attesa della designazione del successore
Bellinzonese
4 ore
‘Niente maxischermi a Bellinzona per i Mondiali in Qatar’
Dopo alcune città francesi e romande, anche il gruppo Verdi-Mps-Fa-Pop ha deciso di scendere in campo contro le violazioni dei diritti umani e ambientali
Locarnese
5 ore
Ad Ascona si pensa a un moltiplicatore fiscale differenziato
Una mozione interpartitica presentata al Municipio da Marco Passalia, Paolo Duca, Glenn Brändli e Fabio Guerra chiede di approfondire il tema
Luganese
10 ore
‘Cambiare il sistema di nomina per i direttori delle scuole’
È quanto chiede, con un’interpellanza al Governo, l’Mps dopo l’arresto per atti sessuali con fanciulli del direttore di una scuola media del Luganese
Luganese
11 ore
Lugano, nell’amministrazione non ci sono differenze di salario
La Città ha pubblicato i risultati delle analisi effettuate sui collaboratori retribuiti secondo il Regolamento organico comunale
Mendrisiotto
11 ore
‘Ampliare le scuole? Un pilastro per attrarre famiglie’
Il Municipio di Breggia difende il progetto di ampliamento della sede di Lattecaldo. ‘Sostenibile per le finanze, necessario per la didattica’
© Regiopress, All rights reserved