laRegione
02.05.22 - 12:44
Aggiornamento: 18:41

Anche una delegazione del Gran Consiglio alla Landsgemeinde

La visita si iscrive nel quadro degli incontri intesi a rafforzare i rapporti istituzionali tra Ticino e Glarona

anche-una-delegazione-del-gran-consiglio-alla-landsgemeinde
Tra gli ospiti ufficiali

C’era anche una delegazione dell’Ufficio presidenziale del Gran Consiglio ticinese fra gli ospiti d’onore della Landsgemeinde di Glarona, andata in scena ieri sulla centrale Zaunplatz. Prima dell’assemblea, la delegazione, condotta dal presidente Nicola Pini, dai vicepresidenti e dai capigruppo, è stata ricevuta ufficialmente nella sede del Parlamento glaronese, recentemente ristrutturata. Durante l’incontro sono stati presentati i temi all’ordine del giorno della Landsgemeinde, il suo funzionamento nonché le modalità di voto.

Accolti dal presidente Hans-Jörg Marti, i deputati ticinesi hanno dapprima assistito all’elezione del Landamano e dei giudici cantonali, ai successivi dibattiti dei punti all’ordine del giorno e ai rispettivi voti. I temi dell’assemblea sono stati lungamente dibattuti, specie per quanto concerne l’aumento del moltiplicatore d’imposta, la privatizzazione della Banca cantonale, l’introduzione nella Costituzione di una norma che impegnerà il Cantone e gli enti locali a svolgere un ruolo attivo nella lotta contro il cambiamento climatico e l’introduzione di domeniche senz’auto nella Klöntal. Una seduta particolarmente sentita (si è infatti trattato della prima post-pandemia, nella tradizionale prima domenica di maggio), alla quale hanno partecipato oltre 5’000 cittadine e cittadini aventi diritto di voto, tra cui i 16enni, che dispongono dei diritti civici sui temi cantonali e comunali. Questa forma di democrazia diretta si svolge regolarmente dal 1387 e il Cantone di Glarona e il semi-Cantone di Appenzello Interno sono gli unici a mantenerla ancora in vita.

La visita si iscrive nel contesto degli incontri intesi a favorire lo scambio di esperienze e a curare e implementare i rapporti istituzionali tra i due Cantoni. I colleghi glaronesi renderanno visita al Parlamento cantonale nel corso del prossimo anno presidenziale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
15 sec
Il Museo di Val Verzasca nominato all’EMYA 2023
Tra i sette istituti culturali svizzeri iscritti per il prestigioso riconoscimento europeo vi è anche la struttura con sede a Sonogno
Ticino
3 ore
Un appello per l’Ucraina (e contro Putin)
È quello reso pubblico da Verdi, Ps, Mps e altre formazioni progressiste in previsione della Giornata mondiale dei diritti umani
Locarnese
3 ore
Hangar 1, il Cantone risponde alle Città
Sul futuro dell’aviorimessa all’Aeroporto di Locarno, il CdS ha raggiunto un’intesa con la Aelo Maintenance, che si occuperà della ricostruzione
Bellinzonese
1 gior
Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre
Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
1 gior
Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale
Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
Bellinzonese
1 gior
La casa Aranda di Giubiasco festeggia un’ultracentenaria
Erminia Addor di Cadenazzo mercoledì 7 dicembre ha superato la bella età di 102 anni attorniata dai familiari
Locarnese
1 gior
Centovalli, riaperta la strada
Dopo lo smottamento di martedì sera, i lavori di sgombero sono stati eseguiti e la tratta fra Camedo e il bivio di Palagnedra è di nuovo percorribile
Mendrisiotto
1 gior
Chiasso, per riaprire la piscina è urgente investire
La richiesta di credito ammonta a 582mila franchi e sarà votata il 19 dicembre. Verrà chiesto aiuto ai comuni convenzionati
Ticino
1 gior
In Ticino 1’483 nuovi contagi Covid e cinque decessi
I posti letto occupati da pazienti con Coronavirus sono 141, per un +23% rispetto alla scorsa settimana. Sei i pazienti che si trovano in cure intense
Luganese
1 gior
Viganello, restano grigie le facciate di Casa Alta
Trovato il compromesso, che prevede la rinuncia al tinteggio blu, dopo l’incontro tra Cantone, Città e presidente dell’assemblea dei proprietari
© Regiopress, All rights reserved