laRegione
29.04.22 - 18:19
Aggiornamento: 20:07

Si realizzi uno studio sulla settimana lavorativa di 32 ore

Lo chiede la mozione presentata da Fabrizio Sirica (Ps) e Marco Noi (Verdi), secondo cui i risvolti positivi sarebbero molteplici

si-realizzi-uno-studio-sulla-settimana-lavorativa-di-32-ore
Ti-Press
Benefici un po’ per tutti

Settimana lavorativa di 32 ore con salario pieno: il Consiglio di Stato realizzi uno studio empirico. A chiederlo è una mozione presentata dai deputati Fabrizio Sirica per il Partito socialista e Marco Noi per i Verdi, quali primi firmatari, e intitolata ‘Per più vita, migliore produttività, più parità: riduzione dell’orario settimanale di lavoro’.

Lavorare meno ore previene problemi di salute legati al lavoro

Dall’ultima indagine dello stress percepito sul lavoro in Svizzera (Job Stress Index), annotano i mozionanti, è emerso che in media tre lavoratori su dieci (29%) soffrono di stress, con una situazione particolarmente preoccupante nei giovani fra 16 e 24 anni dove il tasso sale al 42%. Una situazione riscontrata anche a livello cantonale dal laboratorio di psicopatologia del lavoro.

C’è una evidente correlazione tra lo stress e l’orario di lavoro, e lo stress ha dei costi. La Segreteria dell’economia, sulla base di uno studio del 2003 aveva calcolato costi diretti e indiretti (giornate di malattia, la malattia di lunga durata, ma anche il forte turnover del personale che causano le condizioni di lavoro stressanti, con tutti i costi legati alla ricerca e alla continua formazione di personale) per un totale di 4,2 miliardi di franchi. La Fondazione promozione salute svizzera nello studio sul Job Stress Index, ha invece calcolato costi complessivi nel 2020 per circa 7,6 miliardi di franchi. Al contrario, una riduzione dell’orario di lavoro e una più forte attenzione alle condizioni di lavoro delle/dei dipendenti può portare a importanti benefici per salute e benessere ma anche per la produttività, come è stato rilevato in diversi studi in diversi Paesi.

Favorire la conciliabilità tra lavoro professionale e lavoro di cura, diminuire la disparità di genere

La riduzione dell’orario di lavoro al medesimo salario può favorire, per uomini e donne, la conciliabilità tra il lavoro e le responsabilità di cura e familiari, e qui si pensa non soltanto alla cura dei figli, ma in una società, quella ticinese, che vede l’età media sempre più alzarsi, sarà sempre più impellente la richiesta di sostegno da parte di genitori anziani.

Il ricorso al tempo parziale è una necessità che coinvolge sei donne su dieci, contro 1,8 uomini su dieci, ed esso riflette una necessità di tempo da dedicare al lavoro domestico e di cura. Il tempo parziale per le donne è un fattore di povertà, sia quando sono attive, sia quando andranno in pensione, d’altro lato in molti settori a prevalenza maschile il tempo pieno non è negoziabile.

Lavorare meno per salvare l’ambiente

Come mostrato da una ricerca effettuata da Autonomy, la riduzione della settimana lavorativa contribuirebbe a migliorare in modo significativo la situazione ambientale. In effetti durante la settimana lavorativa, quando le imprese funzionano a pieno regime, la domanda di energia è più alta. La ricerca mostra infatti come la riduzione della settimana lavorativa ridurrebbe l’impatto sull’ambiente. Nell’Ue la domanda di energia viene dapprima soddisfatta utilizzando fonti di energia rinnovabile e solo in un secondo tempo vengono utilizzate anche le fonti di energia non sostenibile.

La proposta nello specifico

  • La presente mozione mira a proporre uno studio empirico per una settimana lavorativa di 32 ore settimanali con salario al 100% dell’occupazione. Nello specifico, i mozionanti chiedono che il Consiglio di Stato identifichi all’interno dell’amministrazione pubblica un numero significativo di dipendenti che possano, previo loro consenso, prestarsi a questa analisi del loro lavoro alle condizioni sopracitate, che dovrà studiare:
  • Le conseguenze sulla salute, percepita ed oggettiva, dei dipendenti
  • La produttività
  • Le ricadute sulla conciliabilità con il lavoro non retribuito e la conciliabilità lavoro/famiglia - Qualora fosse possibile determinare infine l’impatto ambientale della proposta

I mozionanti propongono altresì di stanziare un credito, da inserire nella Legge per l’innovazione, per stimolare la partecipazione a questo studio anche da parte di aziende private. Questo con un duplice scopo: il primo di permettere di avere dati significativi anche in ambito privato, il secondo per stimolare un cambiamento culturale in seno ad aziende che, stimolate in questa prima fase da un sostegno economico, potrebbero aderire.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Grigioni
27 min
Quasi 300’000 franchi ai media del Grigioni italiano
Il Gran Consiglio retico intende rispondere alla difficile situazione in cui si trovano i mezzi di comunicazione
Locarnese
27 min
Bosco Gurin riparte dopo due stagioni difficili
Nel fine settimana, grazie alle copiose nevicate, impianti aperti. Dimenticata la pandemia e l’inverno 2021/22 dalle temperature estive, c’è grande attesa
Ticino
36 min
Furti e brutte sorprese natalizie, anche quest’anno c’è Prevena
La Polizia cantonale lancia l’operazione di sensibilizzazione contro borseggi e rapine in casa nel periodo natalizio, con uno sguardo alle truffe online
Locarnese
47 min
Anziana investita sulle strisce pedonali a Solduno, è grave
L’incidente questa mattina a Solduno in via Vallemaggia: vittima un’89enne della regione investita da una 52enne che circolava verso la Valle Maggia
Locarnese
1 ora
Hildebrand, il dottor Paolo Rossi nominato co-primario
Lo ha nominato il Consiglio di Fondazione della Clinica riabilitativa brissaghese.Affianca il dottor Ruggieri, che nel 2024 raggiungerà il pensionamento
Grigioni
1 ora
Monticelli rinuncia alla sfida, Giudicetti sindaco di Lostallo
Il miglior eletto nell’elezione del Municipio non si è messo a disposizione per la carica, che resta quindi all’uscente in sella dal 1993
Bellinzonese
2 ore
Anche a Campra si scia: piste aperte da giovedì 8
Gli appassionati dello sci di fondo potranno utilizzare 15 chilometri di percorsi blu e rossi
Bellinzonese
2 ore
Restaurato l’orologio della chiesa parrocchiale di Biasca
I lavori si sono conclusi recentemente e sono costati circa 16mila franchi. Una cifra che è stata completamente coperta grazie alle offerte pervenute
Mendrisiotto
2 ore
I treni Intercity devono fermarsi anche nel Mendrisiotto
Il Consiglio degli Stati ha approvato tacitamente una mozione del Nazionale per l’inserimento della regione nella rete dei treni a lunga percorrenza
Locarnese
4 ore
Locarno-Timisoara, fra i nativi digitali l’amicizia è concreta
Tappa romena del gemellaggio fra classi di informatici, nato nell’ambito del progetto ‘La scuola al centro del villaggio’ promosso dal Cpt/Spai
© Regiopress, All rights reserved