laRegione
17.04.22 - 15:21
Aggiornamento: 18:07

Appena il tempo di smaltire il capretto e riecco la colonna

Primi rientri e prime code al portale sud della galleria del San Gottardo. Ma il bollino rosso è atteso per la giornata di domani

appena-il-tempo-di-smaltire-il-capretto-e-riecco-la-colonna
Ti-Press
Il picco dei rientri è atteso per domani

Smaltite le lunghe colonne in direzione sud, col picco toccato tra giovedì e venerdì, da oggi l’autostrada A2 si appresta a vivere alte giornate calde sul fronte opposto, in direzione nord. Dove per tutta la settimana sono da attendersi parecchi disagi alla circolazione in particolare ad Airolo, al portale sud della galleria del San Gottardo.

Anche se la situazione dovrebbe essere meno critica rispetto a quella registrata sul versante opposto negli scorsi giorni, il Touring Club Svizezzero ricorda a tutti gli automobilisti intenzionati a recarsi oltre San Gottardo di programmare gli spostamenti al fine di non ritrovarsi imbottigliati nel traffico dei vacanzieri al rientro al domicilio dopo qualche giorno di relax in Ticino o in Italia, letteralmente presi d’assalto in questi giorni.

Come da previsioni, già nella giornata odierna si sono formate le prime code tra Quinto e Airolo: già 4 i chilometri annunciati alle 15, con tempi di attesa fino a 50 minuti, saliti a 7 due ore dopo (e tempi d’attesa lievitati a due ore). Il traffico in direzione nord dovrebbe intensificarsi nelle prossime ore: secondo le previsioni, la situazione dovrebbe migliorare solo in serata, a partire dalle 21.

Il grosso dei rientri è però atteso per domani, Lunedì dell’Angelo, quando tra le 10 e le 23 sono da attendersi le code più importanti al portale sud della galleria del San Gottardo. Anche per il resto della settimana, avverte ancora il Tcs, chi intende imboccare il tunnel in direzione nord potrebbe dover fare i conti con dei tempi d’attesa in colonna.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
1 ora
Troppi supermercati e troppo traffico in quel di Losone?
Attraverso un’interpellanza Mario Tramèr (il Centro) chiede al Municipio se e come potrebbe il Comune limitare l’insediamento di nuove attività simili
Ticino
3 ore
Caccia alta, sei persone denunciate per gravi infrazioni
Il Dipartimento del Territorio rende noti i dati sulla stagione appena conclusa. Abbattuti più cervi rispetto al 2021, meno cinghiali e camosci
Luganese
3 ore
Direttore arrestato: ‘Si crei uno sportello per genitori’
Per la Conferenza cantonale dei genitori è importante che si riduca il rischio di situazioni simili. Contrastanti, intanto, le reazioni dei genitori.
Ticino
6 ore
Crisi energetica e telelavoro, Ocst: ‘Vigili sì, preoccupati no’
Dal sindacato cristiano sociale un webinar informativo. Isabella: ‘Non c’è giurisprudenza, partenariato importante’. Alari: ’Le spese preoccupano’
Ticino
6 ore
Sicurezza e prevenzione: gli occhi e le orecchie del Gpn
Gestione della minaccia: ruolo e missione del gruppo di specialisti della Polizia cantonale. Al quale il governo vuole ora dare una chiara base legale
Luganese
13 ore
Lugano: in arrivo Expo Ticinotour, grande fiera vintage
L’evento è in programma sabato 1° ottobre al Padiglione Conza: oltre 120 espositori, food-truck, bar, sala giochi, veicoli d’epoca e molto altro
Ticino
15 ore
‘Non si aggiungano ulteriori materie di studio al Liceo’
Tra ‘grandi scetticismi’ e ‘totale concordanza’, il Cantone risponde alla consultazione federale in merito alla Revisione dell’Ordinanza sulla maturità
Luganese
16 ore
Lugano, da Radio Rsi a Città della Musica con 21 milioni
Licenziato il messaggio municipale per l’acquisto dello storico stabile di Besso. Un’operazione che, spiega Badaracco, genererà 55 milioni di investimenti
Gallery
Grigioni
16 ore
A lezione d’integrazione sui banchi di Roveredo
Da lunedì tredici adolescenti fuggiti dall’Ucraina hanno iniziato a districarsi fra matematica e italiano nel padiglione 1 della Casa di cura Immacolata
Bellinzonese
17 ore
Osogna, ‘con macchinisti istruiti si riducono gli infortuni’
È stato inaugurato ufficialmente il Centro di formazione professionale Macchine della Ssic Ticino che, inoltre, valorizza una regione periferica
© Regiopress, All rights reserved