laRegione
22.03.22 - 18:10
Aggiornamento: 19:05

Costi di rete più elevati, bolletta elettrica più cara

Lo comunica Swissgrid che per l’anno prossimo annuncia un rincaro delle tariffe di trasporto che si tradurranno in 70 franchi a carico delle famiglie

a cura de laRegione
costi-di-rete-piu-elevati-bolletta-elettrica-piu-cara
Ti-Press

Nel 2023 le tariffe per la rete di trasmissione aumenteranno. La causa risiede principalmente nel marcato inasprimento dei prezzi nei mercati europei dell’elettricità. L’anno prossimo una famiglia con un consumo annuo di 4’500 kWh pagherà in media 70 franchi per le prestazioni di Swissgrid, ossia l’otto per cento circa dei costi annui della corrente elettrica. Ciò significa che il carico finanziario medio per i consumatori e le consumatrici di corrente della rete svizzera di trasmissione aumenterà complessivamente in modo significativo (nel 2022: 50 franchi). Lo comunica Swissgrid, la società proprietaria della rete nazionale ad altissima tensione.

Swissgrid, si legge in una nota, "si impegna costantemente a mantenere il più basso possibile il carico finanziario per i consumatori e le consumatrici di corrente. Negli ultimi anni, l’azienda è stata in grado di sviluppare costantemente la sua gamma di prodotti nel mercato dell’energia di regolazione. Questo porta a una maggiore liquidità nel mercato e a una maggiore sicurezza nella gestione della rete. Tuttavia, l’integrazione nelle piattaforme energetiche di regolazione dell’Unione europea è sempre più messa in discussione dalla mancanza di un accordo sul transito di energia elettrica".

Le tariffe per l’utilizzazione della rete e le prestazioni di servizio individuali relative al sistema vengono applicate da Swissgrid ai gestori della rete di distribuzione direttamente allacciati alla rete di trasmissione. Questi ultimi poi calcolano le tariffe per i consumatori finali sulla base del tariffario di Swissgrid e dei loro costi di rete. Le tariffe possono pertanto variare da un gestore della rete di distribuzione all’altro, a seconda delle strutture tariffarie.

La tariffa per le prestazioni di servizio generali relative al sistema aumenterà a 0,46 centesimi per chilowattora (2022: 0,16 centesimi). A causa dei prezzi attesi sui mercati europei dell’elettricità, Swissgrid prevede costi di approvvigionamento nettamente più elevati per la potenza di regolazione di riserva e deve anche ridurre una sottocopertura, in gran parte ugualmente dovuta al forte aumento dei prezzi del mercato dell’elettricità. Al momento del calcolo delle tariffe per il 2023, Swissgrid presume che i prezzi si attesteranno approssimativamente sui livelli molto elevati degli scorsi mesi.

Nel settore delle prestazioni di servizio individuali relative al sistema, la tariffa per le perdite di potenza attiva aumenterà a 0,30 centesimi per chilowattora rispetto all’anno in corso (2022: 0,14 centesimi). La ragione di ciò è anche il forte aumento dei costi di approvvigionamento previsti in un ambiente di mercato con prezzi elevati.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Negozio alimentari e Posta: ‘Gordola può star tranquilla’
Il vicesindaco René Grossi, da proprietario dell’immobile interessato, risponde alle critiche preventive di Plr e Verdi Liberali
Luganese
2 ore
Ex maestro di Montagnola: riflessione aperta sul terzo grado
Dopo l’assoluzione in Appello, con il ribaltamento della condanna in Pretura penale, le motivazioni della Corte su ‘concreto pericolo’ e perizia
Ticino
9 ore
Giudice supplente, proposta l’elezione di Federica Dell’Oro
Così la commissione Giustizia e diritti. La parola al plenum del Gran Consiglio
Gallery
Mendrisiotto
9 ore
Mendrisio fa un passo avanti sul sentiero del Laveggio
Il Consiglio comunale vota all’unanimità i fondi per completare i camminamenti lungo il fiume, nel solco di un parco intercomunale
Mendrisiotto
11 ore
Coldrerio, un 18enne aggredito e picchiato da due persone
Funziona il dispositivo di ricerca della polizia: fermati gli autori del tentativo di rapina. La loro posizione è al vaglio degli inquirenti
Luganese
11 ore
La Città lancia un percorso formativo rivolto ai commercianti
Lugano Living Lab promuove un incontro all’ex asilo Ciani per far conoscere le ‘opportunità’ e favorire una digitalizzazione alla portata di tutti
Ticino
11 ore
Superamento dei livelli, un accordo che sembra avere i numeri
Firmato a maggioranza il rapporto commissionale che propone una sperimentazione su base volontaria con vari modelli di codocenza. In parlamento a febbraio
Ticino
13 ore
Al via il programma cantonale di screening colorettale
Il Dipartimento sanità e socialità offre, da febbraio, un test gratuito e volontario per una patologia dove la prevenzione è fondamentale
Ticino
13 ore
Raccolte firme sui costi della salute, allarme rosso in casa Ps
Riget e Sirica agli iscritti: rischiamo di fallire su referendum contro la deduzione per i premi dei figli e iniziativa per i premi al 10% del reddito
Ticino
14 ore
Dalla Vpod oltre 7’700 firme per cure sociosanitarie di qualità
Consegnate oggi le sottoscrizioni che chiedono anche più attenzione alle prestazioni socioeducative. Ghisletta: ‘Cautamente ottimista, serve migliorare’
© Regiopress, All rights reserved