laRegione
il-2021-del-tpf-alta-percentuale-di-casi-evasi
Ti-Press
Il Tpf, sede a Bellinzona
17.03.22 - 13:11
Aggiornamento: 17:56

Il 2021 del Tpf: alta percentuale di casi evasi

Nel complesso le tre corti del Tribunale penale federale, con sede a Bellinzona, hanno chiuso lo scorso anno il 91% delle pratiche

Per il Tribunale penale federale, con sede a Bellinzona, il 2021 è stato contrassegnato da un elevato carico di lavoro e da un alto quoziente di evasione delle pratiche. È quanto afferma lo stesso Tpf, davanti al quale si celebrano fra l’altro i processi innescati dagli atti d’accusa del Ministero pubblico della Confederazione. Il quoziente di evasione complessivo delle tre corti – Corte penale, Corte dei reclami penali e Corte d’appello – è stato infatti del 91%.

Nel 2021 la Corte penale ha registrato l’entrata di 55 nuovi casi, il 13% in meno rispetto all’anno precedente. "Come indica il quoziente di evasione di quasi il 110%, il numero di casi evasi ha superato quello dei casi in entrata", si evidenzia nel comunicato stampa sul rapporto di gestione 2021. Particolarmente impegnativo, prosegue il Tpf, è stato il giudizio di quattro casi molto ampi e complessi nell’ambito della criminalità economica: "La loro gestione ha comportato per la Corte penale lo studio della documentazione contenuta in 4’200 raccoglitori e di circa 211 Gigabyte di dati elettronici". Passando alla Corte dei reclami penali, quest’ultima ha registrato l’entrata di 724 casi. Il quoziente di evasione è stato del 90%, pari all’8% in meno rispetto all’anno precedente: "Ciò è imputabile, tra l’altro, a impegnative procedure di levata dei sigilli rientranti nell’ambito del diritto penale amministrativo, per le quali è stato necessario passare al vaglio oltre 100’000 file elettronici". La stragrande maggioranza dei casi "è stata chiusa nell’arco di sei mesi". Per quanto riguarda la Corte d’appello, Tribunale penale di seconda istanza della Confederazione, l’entrata lo scorso anno di 54 casi ha comportato "un carico di lavoro molto elevato". Anche nel 2021 il numero sia dei casi in entrata che dei casi evasi "ha ampiamente superato il numero contemplato nella pianificazione iniziale": nel complesso sono stati evasi dalla Corte d’appello 43 casi "in tempi soddisfacenti". Ciononostante, rileva il Tribunale penale federale, lo scorso anno sono stati conclusi meno casi di quanti non ne siano entrati: "Ciò è dovuto a una carenza di personale" cui si intende porre rimedio, aggiunge il Tpf, nel corso di quest’anno.

Clima di lavoro e colloqui

Alberto Fabbri, neoeletto presidente del Tribunale penale federale, ha ripreso "in modo mirato" assieme a Joséphine Contu Albrizio, nuova vicepresidente, il tema ’Fiducia e stima reciproche’ e continuato l’attuazione delle raccomandazioni dell’autorità di vigilanza, ovvero la Commissione amministrativa del Tribunale federale. Commissione intervenuta in seguito ad articoli di stampa su un presunto cattivo clima di lavoro all’interno del Tpf. In veste di presidente, Fabbri ha quindi tenuto "colloqui diretti e aperti con collaboratori di tutti gli ambiti per tracciare un quadro dettagliato della situazione globale in seno al tribunale". I colloqui, afferma Fabbri citato nella nota stampa del Tpf, "sono stati molto apprezzati e rappresentano un passo importante e un buon punto di partenza per un ulteriore rafforzamento del tribunale".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
casi tre corti tribunale penale federale
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Tegna, ‘no alla variante che finirà per cancellarci’
L’Associazione sportiva preoccupata per le mire pianificatorie del Municipio per la zona dei Saleggi, con il sacrificio del campo da calcio (e del club)
Ticino
11 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
12 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
13 ore
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
13 ore
Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino
La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
14 ore
Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese
Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
Luganese
15 ore
Montagnola, auto urta un muretto e si ribalta: un ferito
Le condizioni del guidatore non dovrebbero destare particolari preoccupazioni
Bellinzonese
17 ore
‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’
È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Locarnese
20 ore
Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali
Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
Luganese
21 ore
Approvvigionamento energetico, Ail stoccano gas in Italia
Il Ticino è dipendente dalla disponibilità del Paese limitrofo, unica rete alla quale è collegato, a continuare a lasciar transitare gas verso la Svizzera
© Regiopress, All rights reserved