laRegione
energie-rinnovabili-e-necessaria-una-strategia-cantonale
Interrogazione al governo (Ti-Press)
28.02.22 - 21:10

‘Energie rinnovabili, è necessaria una strategia cantonale’

Durisch (Ps) e Bourgoin (Verdi) al Consiglio di Stato: i progetti devono rispondere agli interessi della collettività

«Riteniamo che il Consiglio di Stato debba definire e adottare in tempi brevi una strategia per incrementare in Ticino la produzione di energia rinnovabile, di energia pulita - afferma Ivo Durisch -. Si tratterebbe quindi anzitutto di individuare sul territorio gli impianti esistenti da potenziare, come per esempio dighe ma pure piccoli impianti di produzione idroelettrica, poi di verificare la sostenibilità paesaggistica e ambientale degli interventi che si intendono realizzare. Infine di inserire il tutto nel Piano direttore cantonale, come peraltro prescrive la legge federale, affinché questi interventi di potenziamento abbiano la necessaria base legale». Interpellato dalla ‘Regione’, il capogruppo socialista in parlamento spiega i motivi dell’interrogazione indirizzata al Consiglio di Stato che ha appena redatto e che è stata firmata anche dalla deputata dei Verdi Samantha Bourgoin.

‘Anche i Cantoni giocano un ruolo fondamentale’

Nell’atto parlamentare si richiama fra l’altro la ‘Strategia climatica a lungo termine della Svizzera’, il documento approvato nel gennaio 2021 dal Consiglio federale. Strategia con la quale il governo nazionale, ricordano i due granconsiglieri, "vuole raggiungere l’obiettivo delle emissioni nette di gas a effetto serra pari a zero entro il 2050". Ergo: "L’approvvigionamento energetico e in particolare la produzione di energia pulita godono di una priorità elevata a livello federale, soprattutto alla luce dei deficit invernali con conseguente necessità di importazione, destinati a crescere nei prossimi anni". Non solo la Confederazione, ma pure i Cantoni, evidenziano Durisch e Bourgoin, "giocheranno un ruolo fondamentale". Questo perché il Cantone è "autorità pianificante di impianti di produzione attraverso il Piano direttore cantonale". Tant’è che la Legge federale sull’energia "impone ai Cantoni di definire nel Piano direttore i territori adeguati all’impiego della forza idrica e della forza eolica, includendo le ubicazioni già sfruttate e indicando anche i territori e le sezioni di corsi d’acqua che devono essere preservati". Oltretutto, si rileva nell’interrogazione, una sentenza recente del Tribunale federale "ha impedito l’innalzamento della diga del Grimsel per mancanza di base legale appunto attraverso il Piano direttore cantonale".

Il capogruppo del Ps e la parlamentare dei Verdi non hanno dubbi: "Se una pianificazione deve essere fatta per individuare potenziali progetti per aumentare la produzione di energia pulita, è necessario che ci sia una strategia globale che valuti le ubicazioni meno conflittuali, meno dannose dal punto di vista naturalistico e paesaggistico e che al contempo individui le aree da preservare, nelle quali i potenziamenti non possono avvenire, in modo che rimangano libere da infrastrutture per la produzione di energia". In assenza di una pianificazione, avvertono Durisch e Bourgoin, "si rischia che nascano progetti puntuali che rispondono più alle contingenze delle singole aziende che agli interessi collettivi, che includono non solo la sicurezza dell’approvvigionamento ma anche la tutela del paesaggio e della diversità biologica". La pianificazione "dovrebbe considerare anche i potenziali di produzione di energia in Ticino che non necessitano di grandi impianti, come il fotovoltaico o il termosolare per il quale esiste nel nostro cantone anche un potenziale di sfruttamento invernale".

Al Consiglio di Stato i due deputati chiedono pertanto se condivida "la necessità di una strategia cantonale per il potenziamento della produzione di energia pulita" e se la stia già sviluppando. Se non è in cantiere, "in che tempi si pensa di iniziare?".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
energia pulita impianti produzione energia
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
38 min
Mendrisio, ‘come si sta gestendo la penuria d’acqua?’
A chiederlo, con un’interrogazione urgente al Municipio, sono tre consiglieri comunali dell’AlternativA
Ticino
57 min
Peste suina alle porte, previste limitazioni per alcune attività
Presentato dal Consiglio di Stato il ‘Manuale operativo’ per gestire il virus. ‘Segnalare le carcasse e smaltire correttamente i rifiuti’
Ticino
1 ora
‘Serve un maggiore accumulo idrico nei grandi laghi’
È quanto emerge dall’incontro tra un gruppo del Gran Consiglio e i Consigli regionali di Lombardia e Piemonte
Ticino
1 ora
Il Cantone apre ai bitcoin: ‘Pagamenti limitati, per ora’
Sarà possibile pagare alcune tasse amministrative online. ‘Si tratta di un progetto pilota, per ora gli importi sono limitati e non toccano le imposte’
Luganese
2 ore
Campione d’Italia, il sindaco si autosospende. Padula ad interim
Motivi di salute all’origine della decisione del primo cittadino dell’enclave. Dovrebbe rientrare in carica per fine settembre
Bellinzonese
3 ore
È giunta l’ora delle ruspe per la vecchia Valascia
Lunedì 11 luglio l’avvio della demolizione. Appuntamento sul posto per chi vorrà salutarla un’ultima volta
Bellinzonese
3 ore
Abuso sessuale alla Fabrique, imputato di nuovo in aula
Processo bis nei confronti dell’uomo condannato in prima istanza per aver approfittato di una ragazza ubriaca. La difesa chiede l’assoluzione
Grigioni
4 ore
È deceduto il bagnante rinvenuto sabato nel Lago di Poschiavo
Il 54enne italiano si era immerso ma non era più tornato in superficie. Ritrovato ad alcuni metri di profondità, era stato elitrasportato in ospedale.
Locarnese
5 ore
Tampona con lo scooter una macchina, gravi ferite per un 55enne
Lo scontro è avvenuto verso le 13.30 poco prima della rotonda dell’aeroporto di Locarno.
Locarnese
10 ore
Aumenta la popolazione scolastica in Bassa Vallemaggia
Ai Ronchini una sezione in più delle Elementari; arriva una nuova docente e viene istituita la figura del vicedirettore
© Regiopress, All rights reserved