laRegione
07.02.22 - 18:40

Il settore turistico continua la sua svolta digitale

A due anni dal progetto Interreg ‘DESy’ il direttore di Ticino Turismo Angelo Trotta: ‘Costruite le fondamenta per un marketing più personalizzato’

il-settore-turistico-continua-la-sua-svolta-digitale
Ti-Press

Il settore turistico ticinese implementa la propria svolta digitale guardando al futuro grazie al progetto Interreg DESy, acronimo di Destination evolution System, lanciato nel 2019 da Ticino Turismo, dal Distretto dei Laghi, dall’Agenzia di promozione turistica del Novarese e dalla provincia del Verbano-Cusio-Ossola. L’obiettivo è semplice, e lo ricorda Ticino Turismo con un comunicato stampa: “Mettere a disposizione del turista il servizio giusto al momento giusto e, al contempo, permettere alle destinazioni di avere più informazioni sulle abitudini degli ospiti per pianificare investimenti di marketing mirati. L’iniziativa si avvale dell’importante collaborazione scientifica dell’Istituto di tecnologie digitali per la comunicazione dell’Usi e dell’Istituto Dalle Molle di studi sull’intelligenza artificiale (Usi-Supsi) di Manno e rientra nell’ambito della finestra Interreg Italia-Svizzera che mira a valorizzare le risorse di cui dispongono le aree di frontiera in una logica di rete”.

Ecco, a quasi due anni e mezzo dal lancio del progetto, che si concluderà nel febbraio del 2023, il direttore di Ticino Turismo Angelo Trotta traccia un primo bilancio dei risultati ottenuti: “In questo primo biennio sono state costruite le fondamenta strutturali che permetteranno un marketing più personalizzato in futuro, fatto su misura per gli ospiti. Già oggi le destinazioni coinvolte e le strutture d’alloggio che hanno aderito a DESy hanno accesso a informazioni in tempo reale sul grado di occupazione delle camere. In questo modo possono mettere in atto azioni di promozione basate sulla fluttuazione delle prenotazioni”. La destinazione Ticino può, quindi, già oggi “disporre di una piattaforma di marketing leader di mercato capace di fornire contenuti migliori agli utenti sulla base dei propri comportamenti grazie anche alla presenza di un motore di raccomandazione”.

“Il Distretto Turistico dei Laghi è orgoglioso di partecipare come capofila italiano al progetto triennale Interreg “DESy – Digital Destination Evolution System – dichiara il presidente del Distretto Turistico dei Laghi Francesco Gaiardelli –. Siamo decisamente motivati dai dati e dalle ricerche di settore che confermano sempre più il numero, in aumento costante, di turisti che utilizzano canali digitali durante la fase di preparazione e durante i loro soggiorni. Partecipiamo a questo progetto – conclude Gaiardelli – perché crediamo nell’importanza della trasformazione digitale della nostra destinazione e ne vogliamo essere promotori”.

Il turismo fa da apripista

Il progetto, scrive ancora Ticino Turismo, “vede coinvolta anche la Divisione dell’economia del Dfe. Il direttore Stefano Rizzi sottolinea l’importanza del progetto non solo per il settore turistico, ma per tutto il territorio”. “Il Dfe punta con decisione su questo progetto che non sarà finalizzato unicamente alla promozione, ma rappresenterà una base oggettiva di dati che permetterà una maggiore ottimizzazione degli investimenti e una migliorata capacità di misurare le performance prodotte. Potranno beneficiarne direttamente e indirettamente tutti gli addetti ai lavori e istituzioni impegnati nello sviluppo della regione turistica. Il nostro auspicio è anche che la disponibilità di informazioni così dettagliate favorisca la nascita di nuove iniziative imprenditoriali”.

I servizi del futuro

Il tempo restante prima del termine del progetto sarà dedicato all’introduzione di nuovi servizi digitali per migliorare l’esperienza dell’ospite. “Stiamo pensando a dei welcome kit personalizzati digitali o da ritirare allo sportello, a itinerari sensoriali auditivi per iniziare a immaginare la propria esperienza e a sistemi di raccomandazione sulle attrazioni da visitare in base al tipo di vacanza che attende l’ospite”, spiega ancora Trotta. Non si esclude che la realizzazione di questi servizi possa passare da assistenti virtuali capaci essi stessi di dialogare con il turista.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
37 min
I 25 anni della Supsi secondo Gervasoni, tra successi e futuro
L’importanza della formazione professionale, i ricordi di quell’acronimo che faceva sorridere e ora è un’istituzione, gli obiettivi da raggiungere (tanti)
Ticino
37 min
‘Si allarghino le fasce di reddito per i sussidi cassa malati’
L’iniziativa del Ps e i due rapporti allestiti saranno al centro della prossima seduta della Commissione parlamentare sanità e sicurezza sociale
Bellinzonese
3 ore
Necessari 45 milioni per il nuovo Ior a Bellinzona
Studio di fattibilità concluso: oltre ai 12 laboratori sono previsti una mensa e un auditorium, e forse anche un asilo nido per i figli dei ricercatori
Luganese
3 ore
Mezzovico: lite fra giovani degenera, interviene il... papà
Condannato per vie di fatto un 57enne che, durante un alterco fra il figlio e alcuni coetanei (fra cui la ex), ha tirato quattro sberle a tre dei ragazzi
Locarno
11 ore
Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole
Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
13 ore
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
13 ore
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
14 ore
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
14 ore
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
14 ore
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
© Regiopress, All rights reserved