laRegione
05.02.22 - 12:14
Aggiornamento: 15:10

Livelli, Bertoli contro il Plrt: ‘Se questo è il buongiorno...’

Il direttore del Decs in un post sui social critica la proposta liberale sul superamento dei livelli: ‘Se fossi genitore avrei paura di una scuola così’

livelli-bertoli-contro-il-plrt-se-questo-e-il-buongiorno
Ti-Press

“Se questo è il buongiorno…". Esordisce così il consigliere di Stato Manuele Bertoli nell’affidare a un post su Facebook la sua replica alla proposta avanzata dai liberali circa il superamento dei livelli tramite un "cambio di paradigma”.

Il direttore del Decs torna sulla decisione del Gran Consiglio di bocciare la sperimentazione del superamento del sistema dei corsi A e B nelle scuole medie, i cosiddetti livelli. “Peccato ma non sorprendente” è il commento di Bertoli, per il quale ora, se non si è fatto un passo avanti, "bisognerà però anche evitare di farne uno indietro”.

Il consigliere di Stato entra poi nel merito, contestando la proposta liberale di percorsi opzionali in più materie differenziati fra un approccio votato all’approfondimento e uno più “versatile“ e “pragmatico”: "basandomi sull’uso funzionale e quotidiano della lingua da questa frase io capisco che la riforma “moderna” di questo partito prevede che a italiano ad alcuni allievi dalla terza media verranno proposti contenuti culturali, per altri basteranno grammatica e sintassi”. Secondo Bertoli, nonostante i liberali si fossero “arrabbiati” quando la loro posizione era stata classificata dal Decs come contraria al superamento dei livelli, l’esempio riportato dal presidente del PLRT Speziali circa l’insegnamento dell’italiano "pare a questo proposito limpido e senza equivoci possibili”

Da qui l’attacco alla proposta liberale: “Non sono insegnante di italiano, ma se lo fossi insorgerei contro questa prospettiva didattica. Non sono un intellettuale, ma se lo fossi insorgerei contro questo modo di intendere la formazione culturale. Non sono più genitore di bambini delle scuole elementari, ma se lo fossi avrei paura di una scuola strutturata così”.

E il post del direttore del Decs si chiude con una punta di malcelato scarcasmo: “Ma probabilmente non ho capito bene la lingua funzionale e qualcuno si affretterà a dire che il senso era un altro, che la realtà è complessa e che in due righe non si riesce a sviscerare facilmente i concetti. Sarà, ma se il buongiorno si vede dal mattino, allora ho assistito ad albe decisamente migliori”.

Leggi anche:

Il Plr: ‘Livelli da superare con un vero cambio di paradigma’

Superamento dei livelli, bocciata la sperimentazione

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
12 min
Lastminute, l’inchiesta si allarga anche alla ceo ad interim
Coinvolti ora nell’inchiesta anche altri ex e attuali dipendenti del rivenditore di viaggi e tempo libero online con sede a Chiasso
Locarnese
2 ore
Nodo viario di Ponte Brolla, le criticità discusse dai residenti
L’Associazione Quartiere Solduno-Ponte Brolla-Vattagne promuove un incontro con gli abitanti per fare il punto ai contestati progetti di Fart e Cantone
Luganese
2 ore
Una vita in Pretura: ‘La volontà di rendere giustizia’
Intervista a Franca Galfetti Soldini che dopo vent’anni (trentaquattro in totale) lascerà la guida della Sezione 3 della Pretura di Lugano
Gallery e video
Bellinzonese
4 ore
La denuncia: ‘Abbiamo visto pecore malate e morte di stenti’
Due escursionisti testimoniano lo stato precario in cui hanno ripetutamente trovato un gregge di ovini vicino al Passo di Lucendro
Ticino
4 ore
Finanziamento degli Spitex ticinesi sotto la lente della Comco
La Commissione della concorrenza: ‘Le imprese private potrebbero vedersi limitate nel loro sviluppo, a scapito di un efficiente mercato concorrenziale’
Ticino
13 ore
Cassa pensioni pubblica, ‘più che un pilastro è un grissino’
Oltre 3mila dipendenti dello Stato in piazza a Bellinzona per protestare contro il taglio del 20% alle pensioni, il secondo in 15 anni.
Ticino
13 ore
La varesina Lara Comi ritorna a Bruxelles
Il dopo elezioni in Italia e gli effetti del ciclone Meloni
Ticino
14 ore
Al telescopio per ammirare Luna, Giove e Saturno
Riprendono le osservazioni astronomiche notturne alla Specola solare Ticinese. La prima venerdì 30
Mendrisiotto
14 ore
Un principe poco da favola di un regno di bugie
Chiesti 7 anni di carcere per il sedicente erede del re d’Etiopia, accusato di aver truffato tre imprenditori del Mendrisiotto per quasi 13 milioni
Ticino
15 ore
Il preventivo di oggi, le lacrime e sangue di domani
Il Consiglio di Stato presenta una previsione coerente con gli impegni, ma i partiti sono preoccupati. Le reazioni di Plr, Ps, Centro, Lega, Udc e Verdi
© Regiopress, All rights reserved