laRegione
03.02.22 - 18:54
Aggiornamento: 19:13

Interventi per gallerie autostradali più sicure

Traffico veicolare e incidenti, l’Ustra: la conclusione dei cantieri è prevista entro la fine dell’anno

di Red
interventi-per-gallerie-autostradali-piu-sicure
foto Ustra
Interventi già pianificati

Sistemi di sicurezza passivi come attenuatori d’urto nei tunnel con traffico bidirezionale, parapetti veicolari o barriere di sicurezza metalliche disposti lungo il bordo della carreggiata per un’attenuazione in caso di impatto laterale. Questi e altri gli interventi pianificati dall’Ufficio federale delle strade per accrescere la sicurezza nelle gallerie autostradali.

Alla luce di alcuni eventi tragici del passato, l’Ustra ha incaricato degli specialisti di aggiornare le direttive della sicurezza dei punti critici, in termini di impatto frontale nelle nicchie delle gallerie. La filiale di Bellinzona in collaborazione con esperti del ramo, ha identificato sia i punti critici sia i possibili interventi di messa in sicurezza da attuare nelle gallerie sulle tratte N2, N13, N28. I lavori preventivati a circa 6 milioni di franchi “sono iniziati nella primavera 2021 e si protrarranno sino alla fine del 2022”, indica l’Ufficio federale delle strade. All’inizio delle verifiche 55 gallerie della rete autostradale di competenza della filiale “presentavano, presso le nicchie di emergenza e i portali, una serie di punti potenzialmente pericolosi classificati a rischio in caso di urto frontale”. Si tratta, spiega l’Ustra, “di pareti frontali nelle piazzole d’emergenza, collegamenti trasversali (entrambi posti perpendicolarmente al senso di marcia) e restringimento della sezione trasversale agli imbocchi”.
Gli interventi verranno eseguiti “nelle ore notturne con l’ausilio di cantieri mobili e sfruttando le finestre di chiusura già pianificate per la regolare manutenzione delle gallerie”, si legge ancora nella nota. Solo in casi eccezionali è programmata la chiusura notturna supplementare di una corsia e la gestione del traffico alternata. A fine 2021, 38 delle 55 gallerie sono state completamente equipaggiate. La conclusione di tutti gli interventi è prevista entro la fine di quest’anno.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
2 ore
Valera torna verde e agricola. E il Distretto ringrazia
Il Gran Consiglio fa suo il Puc e dà una svolta alla pianificazione del territorio. Le reazioni
Mendrisiotto
2 ore
Morbio Inferiore, tra incubi del vetro e turismo del rifiuto
L’ecopunto in via Pascuritt è molto gettonato, tanto che, secondo un residente della zona, ogni giorno ci sarebbero 20 contravvenzioni
Bellinzonese
2 ore
Minacciava di suicidarsi, ‘salvato’ da polizia e Croce Verde
Vasto dispiegamento di polizia e sanitari questa mattina in via Galbisio a Carasso: evitato il peggio, l’uomo è stato ricoverato
Locarnese
3 ore
Alla Base Rega Ticino i 70 anni del soccorso aereo
Giornata di porte aperte sabato, all’Aeroporto Cantonale, per sottolineare la ricorrenza. In concomitanza si terrà ‘Telethon Vola’, evento benefico
Mendrisiotto
3 ore
Basso Mendrisiotto, ‘siano scelte consapevoli e responsabili’
Alla vigilia dell’incontro che riunirà i sindaci al tavolo, abbiamo parlato con il capo sezione Enti Locali Marzio Della Santa
Locarnese
4 ore
La Divisione urbanistica e infrastrutture sale a Cardada
Una gita fuori ufficio per i dipendenti del settore della Città, un po’ per diletto un po’ per toccare con mano progetti e sfide del territorio
Ticino
8 ore
Cantonali ‘23, Marchesi: ‘Mi candido per entrare in governo’
Il presidente Udc, in un‘intervista a ‘laRegione’, ufficializza la discesa in campo: ’In Consiglio di Stato meno famiglia Mulino Bianco e più dinamismo’
Mendrisiotto
8 ore
Lavori forestali, nelle selve degli appalti
Per decidere su un concorso nel Basso Distretto ci sono voluti due bandi e tre sentenze. E (forse) non è ancora finita
Luganese
14 ore
Lugano, Lalia non slega il legislativo
I prelievi dovuti per legge ottengono la maggioranza assoluta, malgrado il teatrino in salsa leghista, con Bignasca contro il suo sindaco
Locarnese
15 ore
Il Museo di Storia naturale è ancorato alla pianificazione
Approvata dal legislativo di Locarno la variante per l’insediamento della struttura nel complesso conventuale di Santa Caterina
© Regiopress, All rights reserved