laRegione
25.01.22 - 16:32
Aggiornamento: 17:25

Forme di lavoro post Covid al centro del Festival dell’economia

Organizzati dalla Scuola cantonale di commercio quattro incontri tra il 3 febbraio e il 31 marzo

forme-di-lavoro-post-covid-al-centro-del-festival-dell-economia
Ti–Press

‘Le nuove forme di lavoro (post Covid-19)’, è questo il titolo del quinto Festival dell’economia della Scuola cantonale di commercio (Scc) che proporrà quattro appuntamenti tra il 3 febbraio e il 31 marzo. “La complessa realtà contemporanea è caratterizzata da una netta suddivisione tra coloro che hanno redditi elevati grazie a impieghi in settori a forte capitale umano e coloro che invece devono confrontarsi con la precarietà e con l’insicurezza, imposte dalle nuove forme d’impiego”, si legge.

La prima conferenza sarà dedicata al tema: ‘Come è cambiato il lavoro nello sviluppo del capitalismo’ e vedrà come relatori il professor Christian Marazzi, della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (Supsi) e il professor Ronny Bianchi, della Scc. L’incontro è fissato per giovedì 3 febbraio dalle 18 alle 19.30 presso la Biblioteca cantonale di Bellinzona. È necessario essere provvisti di un certificato Covid 2G.

‘Le nuove forme di lavoro nell’era delle piattaforme’ sarà invece l’argomento del secondo appuntamento con ospite la professoressa Ivana Pais, dell’Università cattolica del Sacro Cuore di Milano e dell’Istituto per la memoria e la cultura del lavoro dell’impresa e dei diritti sociali (Ismel) di Torino. L’incontro è previsto per lunedì 14 febbraio dalle 13.30 alle 15 e, come per le date seguenti, sarà possibile seguirlo unicamente in diretta streaming tramite il sito internet www.auditoriumbellinzona.ch.

Il 21 febbraio, sempre allo stesso orario, il professor Stefano Musso, dell’Università di Torino e dell’Ismel, parlerà del ‘ruolo storico del sindacato e le recenti evoluzioni’.

L’ultima conferenza è in agenda per il 31 marzo e vedrà come relatore il professor Giacomo Corneo, della Freie Universität di Berlino, che farà un confronto tra generazioni per quanto riguarda l’evoluzione della diseguaglianza salariale nel modello renano.

L’edizione, si legge nel comunicato, è stata organizzata grazie alla collaborazione dell’Ismel e della Biblioteca cantonale di Bellinzona. La moderazione degli incontri è affidata ai giornalisti della trasmissione televisiva di economia ‘Tempi moderni’ della Rsi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
14 ore
Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni
L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
14 ore
Origlio, l’avventura di un negozietto di paese
Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
1 gior
Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’
Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
1 gior
‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’
Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
1 gior
Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’
A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Luganese
1 gior
Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%
Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
gallery
Bellinzonese
1 gior
Morobbia: dopo 20 anni e 22 milioni, inaugurato l’acquedotto
Entrato in funzione questa estate, in passato era stato contestato dalla Città e oggi produce anche elettricità per oltre mille abitanti
Ticino
1 gior
Le settimane passano, ma non i radar, ed è ottobre
Comune per comune i punti ‘osservati speciali’ dell’azione di controllo della velocità in un’ottica di prevenzione
Bellinzonese
1 gior
Stazione di Biasca senza biglietteria, per il CdS va bene così
Sportelli fisici usati solo dal 5% dei viaggiatori: il governo non entra nel merito della decisione adottata dalle Ffs
Bellinzonese
1 gior
Nuove scuole a Lodrino entro il 2028
Il progetto Meta si è aggiudicato il concorso per la progettazione del comparto scolastico. Investimento complessivo di 38 milioni di franchi
© Regiopress, All rights reserved