laRegione
17.01.22 - 10:34
Aggiornamento: 14:26

Il Governo: ok a proroga delle misure ma fino a fine febbraio

Il Consiglio di Stato risponde a Berna sulla consultazione, restando critico su obbligo di telelavoro e inattuabilità dei controlli agli eventi privati

il-governo-ok-a-proroga-delle-misure-ma-fino-a-fine-febbraio
Ti-Press

Il Consiglio di Stato, rispondendo alla consultazione lanciata lo scorso mercoledì 12 gennaio dal Consiglio federale, ritiene “inevitabile” la conferma dei provvedimenti federali attualmente in vigore, alla luce del perdurare di una situazione delicata dovuta alla diffusione della variante Omicron.

L’esecutivo ticinese, tuttavia, sottolinea come il termine di fine marzo proposto dal Governo, più lungo dell’intervallo indicato nella precedente revisione delle misure, risulti “eccessivo”, anche in relazione al fatto che secondo alcuni scenari a livello federale il picco dei contagi dovrebbe essere raggiunto già alla fine del mese di gennaio: motivo per cui, secondo il Governo, sarebbe necessario valutare di anticipare tale termine alla fine di febbraio. Ribadite le critiche, già espresse, da parte del Consiglio di Stato sull’obbligo del telelavoro, che andrebbe adeguato a raccomandazione, e sull’inattuabilità di controlli per quanto riguarda le limitazioni delle manifestazioni private in strutture non accessibili al pubblico.

In merito alle altre questioni sollevate del Consiglio federale, il Consiglio di Stato concorda con la proposta di ridurre la durata dei certificati di vaccinazione e di guarigione a 270 giorni, non mancando di sottolineare, comunque, come “questi frequenti cambiamenti possono creare disorientamento nella popolazione”. Il Cantone è inoltre favorevole a un’ulteriore estensione dell’utilizzo della mascherina (riduzione del limite di età, obbligo anche all’aperto nelle situazioni di affollamento ecc.) e, vista l’esplosione dei contagi e la relativa pressione sulle capacità diagnostiche, a una rivalutazione delle priorità per l’accesso ai test. Per contro, il Cantone si dice contrario a eliminare l’ordine da parte delle autorità per isolamenti e quarantene, ritenendo che “il contatto tempestivo da parte di questo servizio e l’invio della documentazione necessaria anche per giustificare l’assenza dal posto di lavoro e garantire gli indennizzi finanziari previsti accrescono tuttavia l’efficacia e il rispetto delle regole di quarantena per rapporto a una semplice autodisciplina, che può prestarsi anche più facilmente ad abusi”. No dell’esecutivo ticinese anche all’abrogazione dell’obbligo di test all’entrata in Svizzera per le persone vaccinate e guarite, misura che, come osserva il Cantone, è in vigore tuttora in buona parte degli Stati limitrofi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
4 ore
‘I detenuti con misure terapeutiche vanno adeguatamente seguiti’
La richiesta al governo delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’ è ora nero su bianco. La mozione firmata da tutti i gruppi parlamentari
Ticino
5 ore
‘Avanti’, la porta è aperta a tutti
Presentato il nuovo movimento fondato da Mirante e Roncelli dopo le dimissioni dal Partito socialista. ‘Una forza di centro sinistra, moderna e aperta’
Luganese
6 ore
Pura, condannata a 4 anni la donna che accoltellò l’ex marito
La Corte ha accolto integralmente le richieste di pubblica accusa e accusatore privato, sostenendo che l’imputato abbia mentito per costruirsi un alibi
Ticino
7 ore
Primo incontro fra partiti sul dopo Carobbio agli Stati
Domani rendez-vous tra i vertici cantonali delle forze politiche rappresentate a Berna. Per scongiurare un ‘bel pasticcio’, Farinelli dixit
Grigioni
7 ore
Val Calanca, strada forse riaperta prima del weekend
Nella migliore delle ipotesi i lavori di sgombero inizieranno domani. Anche oggi il meteo ha ostacolato la valutazione dei rischi di nuovi scoscendimenti
Luganese
7 ore
Sottrasse mezzo milione a un conoscente, ma non fu riciclaggio
Appropriazione indebita: inflitti 15 mesi di carcere, sospesi con la condizionale, a un 39enne comparso di fronte alle Assise criminali di Lugano
Bellinzonese
8 ore
Ultima tappa per completare la fibra ottica nel Bellinzonese
Amb e Swisscom comunicano che l’anno prossimo saranno connessi anche a Pianezzo, Paudo, Claro, Gudo, Moleno e Preonzo
Bellinzonese
8 ore
‘Via Roggia dei Mulini rimarrà sicura anche con le palazzine’
Il Municipio di Bellinzona risponde all’interpellanza di Boscolo e Sansossio, confermando che il comparto rientra nella mobilità sostenibile
Ticino
9 ore
‘Il nuovo accordo fiscale è molto favorevole per i frontalieri’
Lo scrive in una lettera ai giornali lombardi il ministro dell’Economia italiano Giorgetti, che fa il punto della situazione sull’annoso dossier
Luganese
10 ore
Lugano-Montarina, Villa Ganser e Casa Walty salvate dalla Stan
Il Tribunale amministrativo cantonale accoglie il ricorso presentato contro la licenza concessa dal Municipio per un progetto edilizio
© Regiopress, All rights reserved