laRegione
il-governo-ok-a-proroga-delle-misure-ma-fino-a-fine-febbraio
Ti-Press
17.01.22 - 10:34
Aggiornamento: 14:26

Il Governo: ok a proroga delle misure ma fino a fine febbraio

Il Consiglio di Stato risponde a Berna sulla consultazione, restando critico su obbligo di telelavoro e inattuabilità dei controlli agli eventi privati

Il Consiglio di Stato, rispondendo alla consultazione lanciata lo scorso mercoledì 12 gennaio dal Consiglio federale, ritiene “inevitabile” la conferma dei provvedimenti federali attualmente in vigore, alla luce del perdurare di una situazione delicata dovuta alla diffusione della variante Omicron.

L’esecutivo ticinese, tuttavia, sottolinea come il termine di fine marzo proposto dal Governo, più lungo dell’intervallo indicato nella precedente revisione delle misure, risulti “eccessivo”, anche in relazione al fatto che secondo alcuni scenari a livello federale il picco dei contagi dovrebbe essere raggiunto già alla fine del mese di gennaio: motivo per cui, secondo il Governo, sarebbe necessario valutare di anticipare tale termine alla fine di febbraio. Ribadite le critiche, già espresse, da parte del Consiglio di Stato sull’obbligo del telelavoro, che andrebbe adeguato a raccomandazione, e sull’inattuabilità di controlli per quanto riguarda le limitazioni delle manifestazioni private in strutture non accessibili al pubblico.

In merito alle altre questioni sollevate del Consiglio federale, il Consiglio di Stato concorda con la proposta di ridurre la durata dei certificati di vaccinazione e di guarigione a 270 giorni, non mancando di sottolineare, comunque, come “questi frequenti cambiamenti possono creare disorientamento nella popolazione”. Il Cantone è inoltre favorevole a un’ulteriore estensione dell’utilizzo della mascherina (riduzione del limite di età, obbligo anche all’aperto nelle situazioni di affollamento ecc.) e, vista l’esplosione dei contagi e la relativa pressione sulle capacità diagnostiche, a una rivalutazione delle priorità per l’accesso ai test. Per contro, il Cantone si dice contrario a eliminare l’ordine da parte delle autorità per isolamenti e quarantene, ritenendo che “il contatto tempestivo da parte di questo servizio e l’invio della documentazione necessaria anche per giustificare l’assenza dal posto di lavoro e garantire gli indennizzi finanziari previsti accrescono tuttavia l’efficacia e il rispetto delle regole di quarantena per rapporto a una semplice autodisciplina, che può prestarsi anche più facilmente ad abusi”. No dell’esecutivo ticinese anche all’abrogazione dell’obbligo di test all’entrata in Svizzera per le persone vaccinate e guarite, misura che, come osserva il Cantone, è in vigore tuttora in buona parte degli Stati limitrofi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consiglio federale consiglio stato telelavoro
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
16 min
‘Banca dati polizia: progetto affidato alla Confederazione’
Il governo risponde all’interrogazione di Galusero. Lui: sono deluso, l’assenza ancora oggi di un database nazionale fa il gioco della criminalità
Ticino
1 ora
Insieme a luglio arrivano i radar
La polizia comunica in quali località verranno effettuati settimana prossima i controlli della velocità mobili e semi-stazionari.
Luganese
1 ora
Plan B Lugano, il governo: ‘Rischio ridotto di riciclaggio’
Rispondendo a un’interrogazione, il Consiglio di Stato smorza le preoccupazioni in virtù della natura locale delle transazioni in criptovalute
Mendrisiotto
1 ora
Occhi puntati su Simonetta Sommaruga. ‘Ne sono cosciente’
Dalle corsie A2 ad AlpTransit, la direttrice del Datec sa che le resistenze dei momò sono forti e le aspettative elevate
Bellinzonese
1 ora
Si cerca Giuseppe Brioschi, è scomparso martedì da Bellinzona
La polizia prega chiunque dovesse vederlo di chiamare il Comando allo 0848 25 55 55.
Ticino
1 ora
Carceri, agenti di custodia cercansi: aperto il concorso
Il direttore Laffranchini parla a laRegione del numero di assunzioni che potrebbero esserci. Il 20 luglio serata informativa a Rivera
Ticino
2 ore
La campagna ‘Montagne sicure’ allarga il raggio d’azione
Quest’anno particolare attenzione a segnaletica dei sentieri, e-bike, cani da protezione delle greggi e vacche nutrici. Gobbi: ‘Collaborazione importante’
Bellinzonese
3 ore
Centro sci nordico, fallita la società incaricata della gestione
La Sagl responsabile di ristorante e albergo ha depositato i bilanci. A pesare sarebbero i costi di gestione. Questa sera l’assemblea della Sa.
Gallery
Ticino
6 ore
Da Sciaffusa a Mendrisio: il Consiglio federale in Ticino
Prima la visita a Tenero, poi lo spostamento nel Sottoceneri. Dove, dopo la parte ufficiale, i sette ‘saggi’ hanno incontrato la popolazione.
Mendrisiotto
6 ore
Zigzag in autostrada, multati vari motociclisti
La Polizia cantonale ha riscontrato 31 infrazioni durante alcuni controlli fatti a maggio e giugno.
© Regiopress, All rights reserved