laRegione
in-ticino-mascherina-dalla-prima-elementare-ed-eventi-con-il-2g
Ti-Press
04.01.22 - 12:14
Aggiornamento: 20:58

In Ticino mascherina dalla prima elementare ed eventi con il 2G

Per i grandi eventi sportivi e culturali ci sarà anche l’obbligo della mascherina e di restare seduti, oltre a limitazioni della capienza a due terzi

Mascherine obbligatorie in classe a partire dalla prima elementare dal 10 gennaio 2022, data di riapertura delle scuole, fino al 25 febbraio 2022 e obbligo di certificato 2G e mascherina per gli spettatori dei grandi eventi sportivi e culturali (con più di mille spettatori), i quali dovranno rimanere seduti al proprio posto e consumare cibi o bevande solo nelle strutture della ristorazione. Il numero massimo di spettatori presenti sarà inoltre limitato ai due terzi della capacità delle strutture: per ridurre gli assembramenti prima e dopo gli eventi, potranno essere occupati solo i posti delle tribune. Queste le misure decise ieri dal Consiglio di Stato, riunito parte in presenza e parte in videoconferenza, per limitare la diffusione della variante Omicron in Ticino.

L’evoluzione della situazione epidemiologica, spiega il governo, “rimane preoccupante”, con un numero di nuovi casi giornalieri molto elevato. E se da un lato, nonostante un aumento dei ricoveri, l’impatto sul settore ospedaliero rimane al momento limitato, il numero molto elevato di isolamenti e quarantene inizia a influenzare alcuni servizi alla popolazione e attività economiche essenziali.

Il governo “ha convenuto che per il momento non sono necessarie misure drastiche, come la chiusura di attività economiche: ha tuttavia introdotto alcuni provvedimenti nei settori che prevedono contatti sociali numerosi e prolungati, come la scuola e i grandi eventi”. Dunque, il porto obbligatorio della mascherina fin dalla prima elementare (notizia già anticipata nella serata di ieri da LiberaTv), e l’uso della regola 2G per i grandi eventi sportivi e culturali, con limitazioni circa il numero massimo di persone e l’uso obbligatorio, anche qui, della mascherina. Disposizioni, queste, che resteranno in vigore fino al 16 gennaio 2022.

Per quanto riguarda le scuole, il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport raccomanda inoltre ai genitori e agli allievi di ogni ordine scolastico di eseguire un autotest il giorno prima del rientro in classe, ovvero domenica 9 gennaio 2022. In caso di positività si dovrà evitare la frequenza scolastica per la prima settimana.

Il Consiglio di Stato “coglie l’occasione per ricordare che restano in vigore tutte le disposizioni federali già note, come l’obbligo del telelavoro e le disposizioni particolari per le attività al chiuso e gli incontri privati” e invita la popolazione “ad assumere comportamenti prudenti, limitando al minimo la frequenza e il numero di contatti sociali, rispettando scrupolosamente le norme di protezione personali (mascherina, distanza, igiene delle mani e arieggiamento dei locali) e facendosi testare al minimo sintomo”.

Leggi anche:

Con Omicron, mascherina in classe dalla prima elementare

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
26 min
Legge sulla polizia, al via la consultazione per la revisione
Il nuovo disegno ha come obiettivo di permettere alle autorità di svolgere le proprie attività con maggiore efficacia e chiarezza
Luganese
2 ore
Urc 2022, il bilancio della sicurezza è positivo
Lo Stato Maggiore Urc 2022 sottolinea come i disagi per la popolazione siano stati ridotti al minimo e l’adattabilità del dispositivo approntata
Bellinzonese
3 ore
‘Il canone va comunque pagato’: sconfessata Sa di Cadenazzo
Il Taf respinge il ricorso ribadendo le regole del nuovo sistema di prelievo (imposta, non più tassa) in vigore dal 2019 in Svizzera per le imprese
Bellinzonese
10 ore
Preonzo, residenti sotto la montagna ‘stufi degli allagamenti’
Gli abitanti della via Cadmónn sollecitano il Municipio affinché si trovi una soluzione alla discesa a valle di acqua e detriti in occasione di nubifragi
Mendrisiotto
10 ore
Operatori di prossimità, gli altri Comuni ci sono
Dopo la separazione di Mendrisio, nove enti locali sono pronti a confermare il sostegno al Servizio regionale. Se ne parlerà entro fine luglio
Locarnese
10 ore
Brione Verzasca, luce verde ai semafori
Il legislativo ha accolto il credito per la loro installazione. Permetteranno di assicurare maggior fluidità al traffico nella strettoia del paese
Luganese
15 ore
Conti di Lugano approvati, all’ombra dell’ex Macello
Via libera al Consuntivo 2021, ma il Ps: ‘Mancano assunzione di responsabilità e riconciliazione’. Scintille fra Ghisletta e Badaracco sulla Resega.
Luganese
17 ore
5 luglio, ore 21: Lugano ‘libera’ dalla zona rossa
Archiviata la Ukraine Reform Conference 2022, viabilità cittadina ripristinata così come trasporto pubblico e posteggi
Ticino
20 ore
Valuta transfrontaliera, intercettati oltre 23 milioni di euro
Il bilancio della Guardia di finanza di Como sull’attività svolta lo scorso anno
Ticino
20 ore
‘Naturale’, ‘ecologico’. Diciture ingannevoli ‘da regolare’
Frequenti sulle confezioni dei prodotti, secondo i risultati di un sondaggio delle organizzazioni dei consumatori influenzano notevolmente gli acquisti
© Regiopress, All rights reserved