laRegione
21.12.21 - 10:37
Aggiornamento: 22.12.21 - 16:22

4 accademici dall’EOC alla Facoltà USI di Scienze biomediche

I quattro medici sono stati nominati dal Senato accademico dell’Università della Svizzera italiana

4-accademici-dall-eoc-alla-facolta-usi-di-scienze-biomediche
Da sinistra in senso orario i dr. Scarone, Polito, Barile e Bersini

Nella seduta del 2 dicembre scorso il Senato accademico dell’Usi ha ratificato la nomina a professore o libero docente presso la facoltà di Scienze biomediche di quattro medici dell’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC).

A essere nominato professore titolare è stato il Prof. Dr. Lucio Barile, principal investigator del Laboratory for Cardiovascular Theranostics all’Istituto Cardiocentro Ticino.

Sono stati nominati liberi docenti il PD Dr. Bio-ing. Simone Bersini, ricercatore scientifico presso il Servizio di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale Regionale di Lugano, il PD PhD Dr. Andrea Polito, attuale capoclinica del Servizio di Anestesiologia presso l’Ospedale Regionale di Mendrisio e il PD Dr. Pietro Scarone, caposervizio della Clinica di Neurochirurgia presso l’Istituto di Neuroscienze Cliniche della Svizzera italiana.

I titoli accademici assegnati dall’USI seguono le procedure e le esigenze in vigore a livello nazionale nelle Università che dispongono di una Facoltà di scienze biomediche. La possibilità di ottenere un titolo di abilitazione all’insegnamento presso l’USI “è una prospettiva destinata ad aumentare ulteriormente l’attrattività dell’EOC e della Facoltà di scienze biomediche stessa, perché consente di offrire ai medici una carriera accademica anche in Ticino”, conclude l’Ente ospedaliero.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
50 min
A Sementina scocca l’ora della tanto attesa nuova scuola
Il Municipio di Bellinzona rispedisce al mittente la critica e il timore che si voglia procedere con una soluzione d’urgenza provvisoria
Grigioni
3 ore
La strada della Calanca riaperta già oggi alle 16
Lo ha deciso l’Ufficio tecnico cantonale: ultimati prima del previsto i lavori di sgombero e di parziale ripristino
Luganese
3 ore
Lugano, 1’330 firme contro l’aumento di gas ed elettricità
L’Mps consegna la petizione e chiede di bloccare il rialzo dei costi dei beni di prima necessità, che colpisce le famiglie con redditi bassi e medi
Locarnese
8 ore
Si (ri)alza forte, la Vos da Locarno
Lo storico coro cerca il rilancio dopo un periodo difficile dovuto in particolare alla pandemia, che ne ha dimezzato gli effettivi. ‘Ma l’entusiasmo c’è’
Ticino
13 ore
Un ‘audit’ cantonale per i diritti umani
Domani all’Usi si discuterà di come fare per migliorarne il rispetto anche a livello locale. Tra gli ospiti anche la ginevrina Léa Winter
Luganese
14 ore
Lugano, l’appello: ‘La bici è la mia compagna, ritrovatemela’
La storia di Chiara e della sua e-bike, rubata alla Stazione Ffs e rivenduta. ‘La Polizia mi ha detto di dimenticarmela ma io non mi arrendo’
Grigioni
21 ore
Parco Calanca avanti tutta: il sì dell’associazione alla Charta
L’assemblea dei delegati ha votato all’unanimità lo strumento pianificatorio. Il 29 gennaio parola alla popolazione. Se avallato, il dossier andrà a Coira
Luganese
21 ore
Massagno, si è spento Paolo Grandi
Aveva 82 anni. Promotore e presidente dell’associazione Carlo Cattaneo, fondò la delegazione ticinese dell’Accademia italiana della cucina
Mendrisiotto
23 ore
Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’
Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
23 ore
Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini
Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
© Regiopress, All rights reserved