laRegione
microbiologia-istituto-fondamentale-per-la-lotta-al-covid
Ti-Press
09.12.21 - 18:49
Aggiornamento : 19:57

Microbiologia: ‘Istituto fondamentale per la lotta al Covid’

Il Cantone vuole rinnovare la convenzione con la Supsi. Il messaggio prevede un contributo annuo di 1,36 milioni di franchi

«Tutti gli obiettivi sono stati raggiunti, in particolare la crescita quantitativa e qualitativa che permette ora di disporre in Ticino di un centro di competenza riconosciuto». Si esprime così il direttore del Dipartimento sanità e socialità (Dss) Raffaele De Rosa in merito alla delega alla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (Supsi) di vari compiti pubblici nell’ambito della microbiologia applicata. Soddisfatto della collaborazione degli ultimi sette anni, il Consiglio di Stato ha approvato il rinnovo della convenzione per i prossimi tre anni. Il messaggio, che attende la convalida da parte del Gran Consiglio, prevede lo stanziamento di un contributo globale annuo di 1,36 milioni di franchi.

«Avere in Ticino una struttura dedicata, con competenze elevate, e inserita in una rete di ricerca e formazione di valore nazionale e internazionale genera notevole valore aggiunto e ulteriori possibilità di sviluppo», afferma De Rosa che ricorda il ruolo dell’Istituto di microbiologia durante la pandemia: «È stato possibile sviluppare in tempi rapidi nuove prestazioni e capacità necessarie per contrastare il coronavirus». Quali? «La prima è l’analisi delle acque reflue, progetto a livello nazionale che permette di avere un indicatore empirico – che magari sfugge alle analisi dei test – il quale consente di capire il volume di virus che circola», illustra il direttore del Dss. «La seconda riguarda il Servizio di microbiologia Eolab dell’Ente ospedaliero cantonale (Eoc), che ha sviluppato le prerogative per far sì che il laboratorio sia ora riconosciuto a livello nazionale per effettuare le analisi dei test Covid. Inizialmente bisognava mandare i campioni a Ginevra e passavano parecchie ore dal responso. Pensiamo poi all’adeguamento per le nuove varianti, quindi avere le competenze certificate e i protocolli che permettono d’identificare le mutazioni che sono arrivate man mano». Un altro ambito è quello «dell’identificazione del Covid sulle superfici che vengono toccate, come quelle dei mezzi pubblici», ricorda Silvio Seno, direttore del Dipartimento ambiente costruzioni e design della Supsi, in cui è annesso l’Istituto di microbiologia.

Tornando ad aspetti più istituzionali, per quale motivo la proposta di rinnovo della convenzione è di soli tre anni? «Deriva dalla volontà di allineare a fine 2024 la scadenza delle convenzioni stipulate con la Supsi dal Dipartimento educazione cultura e sport (Decs) e dal Dipartimento del territorio (Dt)», spiega De Rosa. Per l’ambito della microbiologia applicata «la fase triennale andrà a consolidarsi e concludersi con l’integrazione anche di queste prestazioni e di questi compiti direttamente nel mandato generale che il Cantone affida alle proprie istituzioni universitarie», aggiunge Paolo Bianchi, direttore della Divisione della salute pubblica del Dss.

Per quanto riguarda il finanziamento all’Istituto di microbiologia della Supsi, l’unica differenza è presente nel settore della ricerca: «Questa parte di attività è in grado quasi di autofinanziarsi a seguito dell’evoluzione del numero di mandati ricevuti da terzi che ha ormai raggiunto il 40 per cento dell’attività», espone il direttore del Dss. «Questo mette in evidenza le competenze che si sono sviluppate in questi anni».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coronavirus istituto microbiologia paolo bianchi raffaele de rosa silvio seno supsi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
6 ore
Riaperta la A2 in direzione sud su una corsia
Era stata chiusa per un veicolo in fiamme. Su Twitter la Polizia cantonale segnala rallentamenti tra Maroggia e Mendrisio
Bellinzonese
6 ore
Sorpassi a Giubiasco, ex Oratorio archiviato fra le critiche
Votati dal Cc il credito suppletorio di 2,71 milioni e la sistemazione esterna. Il conto finale sale da 8 a quasi 11 milioni
Luganese
6 ore
Lugano, la Coppa svizzera svetta sul tavolo del Municipio
All’inizio della seduta di Consiglio comunale, applausi alle parole di Michele Campana e di Olivier Custodio, l’autore del parziale vantaggio di 2 a 1
Bellinzonese
7 ore
Morti Covid a Sementina, il Cc (per ora) non ne discute
Bellinzona, bocciate le richieste di Lega/Udc e Mps/Verdi/Fa: Municipio esortato dai gruppi a esprimere vicinanza e solidarietà ai familiari dei defunti
Ticino
8 ore
Trasporti, ‘sarà assorbita solo parte della crescente domanda’
Un recente studio analizza le tendenze della richiesta di mobilità in Ticino. ‘Gli investimenti in corso non potranno che fornire un viatico parziale’
Ticino
8 ore
‘Formazione professionale, borse di studio fino ai 55 anni’
Compromesso in commissione tra la proposta di alzare da 40 a 60 anni la soglia e l’invito del governo di fermarsi a 50. Biscossa soddisfatta, Pronzini no
Luganese
9 ore
Lugano sviluppa una campagna contro la violenza domestica
La Polizia della Città presenta i dati dell’attività 2021. A breve debutta un’attività legata alla tolleranza reciproca tra giovani e adulti
Ticino
10 ore
‘Opere e crisi materie prime, per ora programmazione invariata’
Il Consiglio di Stato risponde a Schnellmann (Plr) sui possibili cantieri a rischio per prezzi e penuria di acciaio, metallo, legno e carburante
Luganese
11 ore
Omicidio Cantoreggi in Appello, per l’accusa è stato assassinio
La pp Tuoni ha richiesto 17 anni di carcere per il 35enne austriaco. La difesa: i ricorsi sono da respingere. Attimi di tensione fuori dall’aula
Mendrisiotto
11 ore
A Mendrisio il Ppd rilancia: ‘Dimezziamo i dicasteri’
In una interrogazione il gruppo mette sul tavolo la proposta, alternativa a tagli e aumento del moltiplicatore
© Regiopress, All rights reserved