laRegione
07.12.21 - 21:51
Aggiornamento: 08.12.21 - 16:34

L’audit e i poteri accresciuti di chi lo eseguirà

Caso ex funzionario del Dss, praticamente definita la bozza dell’articolato mandato

l-audit-e-i-poteri-accresciuti-di-chi-lo-eseguira
(Ti-Press)

Passo dopo passo, discussione dopo discussione, ci si avvicina all’audit, chiamato, nelle intenzioni della sottocommissione parlamentare Finanze, a fare piena luce sulla gestione in seno all’Amministrazione cantonale del caso dell’ex funzionario del Dipartimento sanità socialità condannato, con sentenza (d’Appello) definitiva, per reati sessuali. Il mandato da assegnare a chi o a coloro che verranno incaricati di eseguire le approfondite verifiche, finalizzate anche a prevenire in futuro episodi di molestie, è stato sostanzialmente definito. Un mandato piuttosto articolato che si intende attribuire, come già noto, a esperti fuori cantone e senza alcun legame con l’Amministrazione ticinese. «La nostra proposta unanime, portata oggi in commissione Gestione, è di dare poteri accresciuti all’audit», e ciò «stilando un decreto legislativo temporalmente limitato che permetta, ad esempio, di obbligare le persone a collaborare», dice alla ‘Regione’ Michele Guerra (Lega), presidente della Sottocommissione finanze. «Si tratta di un unicum nella storia del Ticino. Riteniamo infatti - aggiunge - che il caso in questione sia molto importante». Inoltre «nel mandato abbiamo indicato che gli esecutori dell’audit devono essere slegati dal contesto ticinese. Questo non esclude che per lo svolgimento dei lavori si possa far capo a personale locale». I risultati dell’audit? Si parla dell’autunno del prossimo anno.

Il progetto del mandato, quello del decreto legislativo e la mozione del popolare democratico Fiorenzo Dadò, che ha proposto l’audit, dovrebbero passare al vaglio e al voto del plenum del Gran Consiglio nella seduta di gennaio. Guerra non si sbilancia e rilancia la palla alla presidente della commissione Gestione Anna Biscossa (Ps). La quale afferma che al momento non è possibile conoscere con certezza le tempistiche, anche se non dovrebbero essere troppo lunghe. «Oggi c’è stata una breve entrata in materia con domande di comprensione sul mandato», fa sapere. «I lavori proseguiranno il 14 o il 15 dicembre quando si discuterà anche del ‘potenziamento’ dell’audit. Lo strumento necessario per rendere possibile questo rafforzamento è un decreto legislativo, la cui bozza oggi non era ancora disponibile. Non credo che basterà una riunione, ci sarà la necessità di fare ulteriori valutazioni. In Commissione sembra però esserci la volontà di effettuare un lavoro approfondito e articolato ma nel più breve tempo possibile. È da molto che la questione è sui tavoli della politica e credo che prima trovi una strada meglio è. Dunque non penso che la trattazione sarà molto lunga».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
3 min
Con ‘Gnammaggio e l’ApeRitivo’ alla scoperta della Val di Spinee
Pubblicato il quinto racconto per bambini scritto da Moreno Colombo. L’opera contiene anche dei disegni da colorare.
Locarnese
17 min
Locarnese: ‘periferie e agglomerato, parti dello stesso albero’
Presentati i risultati di uno studio sulla demografia e il parco immobiliare di Onsernone, Verzasca, Vallemaggia e Centovalli. Con proposte di rilancio
Ticino
2 ore
I formaggi ticinesi premiati in Svizzera e nel mondo
Il ‘Merlottino’ della Lati ha ottenuto la medaglia di bronzo ai ‘World Cheese Awards’. Diversi premi anche a livello nazionale
Mendrisiotto
4 ore
Truffa sulle tessere bancomat, due arresti a Brogeda
Il raggiro in due fasi: prima l’appropriazione indebita delle tessere, poi l’inganno per carpire il Pin ed eseguire prelievi di denaro illegalmente
Bellinzonese
8 ore
Abbattuto un giovane lupo in Valle di Blenio
La sua cattura, avvenuta lunedì sera ad Aquila vicino all’abitato e a una stalla, era stata autorizzata il 23 novembre
Bellinzonese
9 ore
Rabadan in rosso, fra le novità 2023 un lieve aumento dei prezzi
Perdita di 117mila franchi, di cui 41mila per Lumino. Via il braccialetto, arriva il QR code. Si lavora a un programma completo. Ecco il gioco da tavolo
Mendrisiotto
12 ore
Piscina coperta regionale, ‘il Cantone dia delle certezze’
Tre deputati momò del Centro tornano alla carica. Sul progetto il Distretto attende ‘risposte chiare e inequivocabili’
Locarnese
12 ore
Via Stazione: dall’autosilo in giù tutto il fronte sarà demolito
Da ieri all’albo comunale di Muralto il progetto da 50 milioni per due nuove costruzioni a contenuti misti e un diverso ‘rapporto’ con il Grand Hotel
Ticino
12 ore
Imposta di circolazione, dalla confusione al circo
Il pessimo spettacolo della politica: incapace di trovare un’intesa, ma capace di alimentare confusione. E poi chissà perché le urne vengono disertate...
Luganese
18 ore
Fra i 17 e i 27 milioni per la nuova piscina di Trevano
La notizia è trapelata a margine dell’assemblea dell’Ente regionale di sviluppo del Luganese. Passi in avanti per il Parco regionale del Camoghè.
© Regiopress, All rights reserved