laRegione
studi-medici-e-farmacie-a-disposizione-per-la-dose-di-richiamo
Ti-Press
30.11.21 - 11:45
Aggiornamento: 14:22

Studi medici e farmacie a disposizione per la dose di richiamo

Il Cantone potenzia il dispositivo per la somministrazione della dose di richiamo agli over 65 e si prepara per l’apertura a tutta la popolazione

Il Ticino potenzia il suo dispositivo per la somministrazione della dose di richiamo del vaccino agli over 65 – il cosiddetto booster – e si prepara a fornirlo anche al resto della popolazione sopra i 16 anni che ha completato la vaccinazione (due dosi) da almeno 6 mesi sia con il preparato di Pfizer sia con quello di Moderna, in base alle ultime raccomandazioni formulate dall’Ufficio federale della salute pubblica (UFSP) e dalla Commissione federale per le vaccinazioni (CFV).

Sono dunque disponibili un quantitativo supplementare di appuntamenti nei Centri cantonali di vaccinazione, ai quali da subito si affiancano anche una parte di farmacie e di studi medici.

Attualmente sono oltre 13mila le vaccinazioni “booster” già effettuate, altri 28mila appuntamenti sono già stati fissati mentre saranno oltre 25mila gli appuntamenti che potranno essere fissati progressivamente nel mese di dicembre nei Centri gestiti dal Cantone. Il potenziamento del dispositivo è in corso e man mano gli appuntamenti saranno resi disponibili sulla piattaforma cantonale per la prenotazione.

Per continuare a garantire la priorità di accesso agli “over65”, le autorità cantonali raccomandano a questa fascia di popolazione di effettuare subito la prenotazione prioritariamente attraverso la piattaforma online (www.ti.ch/vaccinazione) oppure contattando il numero verde 0800 128 128 (tutti i giorni dalle 8.00 alle 17.30). A breve, la possibilità di iscriversi verrà poi estesa anche all’insieme della popolazione vaccinata da oltre sei mesi secondo le raccomandazioni federali. È quindi determinante che le persone di 65 anni o più, per le quali la Confederazione ha raccomandato priorità e che desiderano ricevere il richiamo non attendano oltre e si annuncino.

Per ricevere la dose di richiamo in una farmacia (per ora per le persone tra 65 e 74 anni) o in uno studio medico è necessario contattare direttamente queste strutture. Le liste sono pubblicate sulla pagina web www.ti.ch/vaccinazione.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
dose richiamo farmacie studi medici vaccino anti covid
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
12 min
Deceduto il giovane 19enne vittima di un’incidente a Maggia
Si trovava a bordo di una moto con un altro ragazzo quando si è scontrato con un’auto guidata da una 21enne
Luganese
17 ore
Presidio di protesta per la Conferenza sull’Ucraina
Per una ricostruzione democratica, indipendente, pluralista e sociale! È lo slogan scelto dal Movimento per il socialismo.
Ticino
19 ore
Su imposta di circolazione e riforma Arp si voterà il 30 ottobre
Il Consiglio di Stato ha fissato la data delle urne. Al voto anche l’inclusione dei disabili e il riconoscimento della lingua dei segni italiana
Ticino
20 ore
Panne al San Gottardo, quaranta i treni cancellati
Il guasto che stamane ha paralizzato il traffico ferroviario da e per il Ticino ha costretto alla soppressione di 30 convogli merci e 10 passeggeri
Locarnese
21 ore
Morto a Solduno, autopsia svolta: servono esami tossicologici
Proseguono le indagini sul cadavere rinvenuto il 23 giugno. Stando agli elementi raccolti si tratta di un 24enne svizzero domiciliato nella regione
Ticino
21 ore
‘Maltempo, passato il primo fronte. Ma l’allerta non finisce’
Nel pomeriggio previste nuove precipitazioni, anche abbondanti. E tra giovedì e venerdì in arrivo un’altra grossa perturbazione
Bellinzonese
21 ore
Rinviato al 2 luglio il concerto dei Manupia ad Arbedo
L’esibizione alla Spiaggetta di Arbedo-Castione è stata rinviata causa maltempo
Ticino
22 ore
Pioggia e grandine spazzano le strade: diversi tratti chiusi
Caduta di alberi segnalate in Gambarogno e a Monte Carasso. E a Riazzino allagato il sottopassaggio delle Ffs
Bellinzonese
23 ore
Tunnel del Gottardo chiuso per un veicolo in avaria
Lo segnala il Tcs su Twitter
Mendrisiotto
23 ore
Mendrisio è divenuta la casa di settanta profughi ucraini
Il Municipio restituisce il quadro della situazione. Oltre duecento gli alloggi messi a disposizione; sedici i bambini scolarizzati
© Regiopress, All rights reserved