laRegione
Yverdon-sport Fc
0
FC Stade Ls Ouchy
0
2. tempo
(0-0)
Aarau
0
Xamax
1
1. tempo
(0-1)
Langnau
3
Lugano
6
2. tempo
(1-3 : 2-3)
Ginevra
2
Zurigo
0
1. tempo
(2-0)
Friborgo
4
Bienne
2
2. tempo
(2-0 : 2-2)
Davos
3
Berna
2
2. tempo
(2-0 : 1-2)
Zugo
5
Ajoie
0
2. tempo
(2-0 : 3-0)
Visp
2
Turgovia
0
2. tempo
(0-0 : 2-0)
Olten
1
Zugo Academy
0
2. tempo
(1-0 : 0-0)
Kloten
2
La Chaux de Fonds
1
2. tempo
(2-0 : 0-1)
Ticino Rockets
1
Langenthal
5
2. tempo
(0-3 : 1-2)
Sierre
2
GCK Lions
2
2. tempo
(2-1 : 0-1)
alle-medie-ci-sono-opportunita-per-i-docenti-di-francese
Ti-Press
29.11.21 - 18:000
Aggiornamento : 30.11.21 - 13:32

Alle Medie ci sono opportunità per i docenti di francese

L’offerta formativa della Supsi in ambito pedagogico per l’anno 2022/23 terrà conto delle esigenze per questa materia

Ogni anno sono circa 3mila le persone che si candidano per essere ammesse a uno dei 21 corsi Bachelor e 16 corsi Master della Supsi in diversi otto ambiti: architettura e costruzioni, design, tecnica e tecnologia dell’informazione, sanità, economia aziendale, lavoro sociale, musica e teatro, formazione dei docenti. Quest’ultima è quella più gettonata tanto che lo scorso anno si sono candidate 780 persone, mentre le matricole che poi hanno poi iniziato effettivamente l’anno accademico 2021/22 sono state 279. A giugno di quest’anno, invece, sono stati 169 (il numero più alto delle formazioni offerte) i laureati del Dipartimento formazione e apprendimento (Dfa). A seguire i diplomati delle professioni sanitarie (135) e poi tutte le altre. Infine, sono 544 (dato a ottobre 2021) gli studenti del Dfa nelle formazioni di base mentre sono oltre 2’600 coloro che ogni anno frequentano in corsi di formazione continua. «Si tratta di numeri importanti che testimoniano di come la professione docente sia assolutamente attrattiva e con eccellenti prospettive di lavoro», ha ricordato in conferenza stampa il direttore generale della Supsi Franco Gervasoni il quale ha ricordato l’ottima collaborazione con il Decs (Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport. «L’offerta formativa è parametrata rispettando il fabbisogno di docenti previsto dal Cantone», ha precisato da parte sua il direttore del Decs e presidente del Consiglio di Stato Manuele Bertoli. Tra le novità per il prossimo anno c’è la figura del docente di appoggio per le classi numerose nelle scuole elementari e nelle scuole dell’infanzia. «Alle elementari questa figura verrà introdotta da classi da 25 allievi, poi si scenderà a 22, 23 e 24 allievi in modo che quando la riforma entrerà a regime ogni classe delle elementari con 21 allievi avrà un docente di appoggio», ha dichiarato Bertoli. Tornando all’offerta formativa per l’anno accademico 2022/2023 – articolata nei Bachelor per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e per l’insegnamento nella scuola elementare e nei Master per l’insegnamento nella scuola media e per l’insegnamento dell’educazione musicale, oltre che il Diploma per l’insegnamento nella scuola media superiore – è stata sottolineata in particolare la possibilità, per chi sia in possesso dei requisiti necessari, di formarsi come insegnante di francese nelle scuole medie, figura professionale particolarmente richiesta nelle scuole del territorio e per la quale Decs e Dfa auspicano di poter incrementare gli effettivi nei prossimi anni. Del resto negli scorsi anni era stata registrata una carenza di docenti di scuola media per le materie di tedesco e matematica.

Durante la conferenza stampa è stato inoltre fatto il punto sui risultati delle modalità di accesso e dei nuovi corsi introdotti nell’anno accademico 2021/2022. Il Master in Pedagogia specializzata e didattica inclusiva – volto a formare figure professionali dedicate all’educazione di allievi con bisogni educativi speciali (Bes) – ha registrato un numero soddisfacente di iscrizioni con 23 matricole. «Un settore, quello dell’educazione speciale, che ha bisogno di docenti», ha spiegato Alberto Piatti, direttore del Dfa. Le modalità di accesso con recupero formativo per il Master di insegnamento nella scuola media per la materia tedesco e matematica hanno a loro volta potuto raccogliere un numero adeguato di adesioni con 16 iscritti per la matematica e 15 per il tedesco.

Nel mese di gennaio 2022 sono previste delle presentazioni online per ogni corso di laurea. Per tutte le persone interessate a formarsi per insegnare nella scuola dell’infanzia o elementare, il Dfa offre la possibilità di frequentare alcune lezioni aperte in presenza tra gennaio e febbraio 2022. Un’altra occasione di orientamento è offerta anche dall’evento “Tutti a Scuola”, previsto il 27 gennaio 2022, passando una giornata in una classe del territorio per scoprire più da vicino la professione di docente in questi livelli scolastici.

Le iscrizioni per i corsi del Dfa si chiudono il 17 febbraio 2022, l’ammissione ai corsi è a numero programmato. Sul portale www.supsi.ch/go/iscrizioni si trovano tutte le informazioni utili.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
6 ore
Giorgio Grandini sotto inchiesta
A lui e a un altro notaio sono contestate truffa e falsità in documenti
Ticino
10 ore
Prestazione ponte Covid, il Governo propone la proroga
Il Messaggio del Consiglio di Stato recepisce gli auspici del Gran Consiglio chiedendo la proroga degli aiuti di almeno 6 mesi con effetto retroattivo
Ticino
11 ore
In Ticino contagi in calo, pazienti Covid stabili e zero decessi
Restano 166 le persone positive al Covid in ospedale, una in più nei reparti di cure intense dove sono 15 le persone con complicazioni più gravi da Covid
Ticino
11 ore
Torna la processionaria: come riconoscerla e come proteggersi
Osservati i primi nidi della farfalla le cui larve danneggiano gli alberi e possono causare infiammazioni cutanee e allergie a persone e animali
Locarnese
11 ore
Gordola, oltre 750 firme contro il ‘mastodonte’ alle Campagne
Abitanti preoccupati per l’inserimento del progetto immobiliare da circa 30 milioni. “Urge soluzione confacente, il Municipio faccia da mediatore”
Bellinzonese
12 ore
Danni del nubifragio, ‘nessuna responsabilità del Municipio’
L’esecutivo di Lumino risponde all’interrogazione Plr rispedendo al mittente ‘insinuazioni e speculazioni’ sull’alluvione del 7 agosto
Mendrisiotto
12 ore
Il Gran Consiglio è con India e lancia ‘un messaggio forte’
Deputati compatti, tranne sui banchi della Lega (che si astiene). Critiche alla legge e all’attitudine del Cantone. Ma Gobbi non ci sta.
Ticino
15 ore
Iniziativa popolare per abolire i livelli, si scaldano i motori
Scuola media. Vpod, lunedì riunione allargata per decidere su comitato e testo. Associazioni e studenti si esprimono dopo il no parlamentare al test
Locarnese
15 ore
Verzasca, tutti i lavori dopo lo svuotamento del lago
Al via le opere di manutenzione a più di cinquant’anni dalla prima messa in servizio del bacino per la produzione di energia idroelettrica
Luganese
22 ore
Schiacciato sotto un tornio industriale, non ce la fa
Vittima dell’infortunio avvenuto in una azienda di Agno un operaio di 51 anni del Canton Zurigo
© Regiopress, All rights reserved