laRegione
29.11.21 - 18:00
Aggiornamento: 30.11.21 - 13:32

Alle Medie ci sono opportunità per i docenti di francese

L’offerta formativa della Supsi in ambito pedagogico per l’anno 2022/23 terrà conto delle esigenze per questa materia

di Generoso Chiaradonna
alle-medie-ci-sono-opportunita-per-i-docenti-di-francese
Ti-Press

Ogni anno sono circa 3mila le persone che si candidano per essere ammesse a uno dei 21 corsi Bachelor e 16 corsi Master della Supsi in diversi otto ambiti: architettura e costruzioni, design, tecnica e tecnologia dell’informazione, sanità, economia aziendale, lavoro sociale, musica e teatro, formazione dei docenti. Quest’ultima è quella più gettonata tanto che lo scorso anno si sono candidate 780 persone, mentre le matricole che poi hanno poi iniziato effettivamente l’anno accademico 2021/22 sono state 279. A giugno di quest’anno, invece, sono stati 169 (il numero più alto delle formazioni offerte) i laureati del Dipartimento formazione e apprendimento (Dfa). A seguire i diplomati delle professioni sanitarie (135) e poi tutte le altre. Infine, sono 544 (dato a ottobre 2021) gli studenti del Dfa nelle formazioni di base mentre sono oltre 2’600 coloro che ogni anno frequentano in corsi di formazione continua. «Si tratta di numeri importanti che testimoniano di come la professione docente sia assolutamente attrattiva e con eccellenti prospettive di lavoro», ha ricordato in conferenza stampa il direttore generale della Supsi Franco Gervasoni il quale ha ricordato l’ottima collaborazione con il Decs (Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport. «L’offerta formativa è parametrata rispettando il fabbisogno di docenti previsto dal Cantone», ha precisato da parte sua il direttore del Decs e presidente del Consiglio di Stato Manuele Bertoli. Tra le novità per il prossimo anno c’è la figura del docente di appoggio per le classi numerose nelle scuole elementari e nelle scuole dell’infanzia. «Alle elementari questa figura verrà introdotta da classi da 25 allievi, poi si scenderà a 22, 23 e 24 allievi in modo che quando la riforma entrerà a regime ogni classe delle elementari con 21 allievi avrà un docente di appoggio», ha dichiarato Bertoli. Tornando all’offerta formativa per l’anno accademico 2022/2023 – articolata nei Bachelor per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e per l’insegnamento nella scuola elementare e nei Master per l’insegnamento nella scuola media e per l’insegnamento dell’educazione musicale, oltre che il Diploma per l’insegnamento nella scuola media superiore – è stata sottolineata in particolare la possibilità, per chi sia in possesso dei requisiti necessari, di formarsi come insegnante di francese nelle scuole medie, figura professionale particolarmente richiesta nelle scuole del territorio e per la quale Decs e Dfa auspicano di poter incrementare gli effettivi nei prossimi anni. Del resto negli scorsi anni era stata registrata una carenza di docenti di scuola media per le materie di tedesco e matematica.

Durante la conferenza stampa è stato inoltre fatto il punto sui risultati delle modalità di accesso e dei nuovi corsi introdotti nell’anno accademico 2021/2022. Il Master in Pedagogia specializzata e didattica inclusiva – volto a formare figure professionali dedicate all’educazione di allievi con bisogni educativi speciali (Bes) – ha registrato un numero soddisfacente di iscrizioni con 23 matricole. «Un settore, quello dell’educazione speciale, che ha bisogno di docenti», ha spiegato Alberto Piatti, direttore del Dfa. Le modalità di accesso con recupero formativo per il Master di insegnamento nella scuola media per la materia tedesco e matematica hanno a loro volta potuto raccogliere un numero adeguato di adesioni con 16 iscritti per la matematica e 15 per il tedesco.

Nel mese di gennaio 2022 sono previste delle presentazioni online per ogni corso di laurea. Per tutte le persone interessate a formarsi per insegnare nella scuola dell’infanzia o elementare, il Dfa offre la possibilità di frequentare alcune lezioni aperte in presenza tra gennaio e febbraio 2022. Un’altra occasione di orientamento è offerta anche dall’evento “Tutti a Scuola”, previsto il 27 gennaio 2022, passando una giornata in una classe del territorio per scoprire più da vicino la professione di docente in questi livelli scolastici.

Le iscrizioni per i corsi del Dfa si chiudono il 17 febbraio 2022, l’ammissione ai corsi è a numero programmato. Sul portale www.supsi.ch/go/iscrizioni si trovano tutte le informazioni utili.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Le sirene d’allarme suoneranno l’1 febbraio per il test annuale
La consueta prova dei dispositivi di allarme avverrà a partire dalle 13:30. La comunicazione ufficiale anche in lingua ucraina per non suscitare paure
Bellinzonese
2 ore
Fatturato record nel 2022 per Interroll: crescita del 4%
Buon risultato per l’azienda di Sant’Antonino. Malgrado un sensibile calo di nuove commesse, c’è ottimismo per l’anno in corso
Mendrisiotto
7 ore
Nasce a Chiasso l’associazione che promuove lo Street food
Professionisti del settore uniscono le forze per organizzare eventi in tutto il Cantone a partire dalla primavera
Locarno
7 ore
La città cresce. Il Municipio vuole un ‘Programma di azione’
Palazzine in costruzione e progetti per decine di appartamenti, tra rischi e opportunità. L’analisi del capo dicastero sviluppo economico e territoriale
Luganese
15 ore
A Tresa nasce un progetto di reinserimento sociale
Municipio e servizio sociale coinvolgono le aziende per creare opportunità di stage, lavori temporanei o di lunga durata per i giovani in assistenza
Ticino
19 ore
Formazione bilingue, studenti friburghesi nei licei ticinesi
Dopo i cantoni di Berna e Vaud, un nuovo progetto per rafforzare il plurilinguismo
Ticino
20 ore
Si torna a fare il pieno in Ticino
Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
Luganese
20 ore
Bioggio, scontro tra due auto alla rotonda
Un ferito leggero e ingenti danni materiali ai due veicoli coinvolti il bilancio del sinistro tra via Strada Regina e via Longa
Luganese
20 ore
Ricerca di persona sopra Caslano, operazione conclusa
Nelle ricognizioni era stata impegnata la Rega, intervenuta anche con un elicottero con termocamera e visore notturno
Grigioni
21 ore
Il Parco Val Calanca è realtà
Le assemblee comunali di Rossa, Calanca, Buseno e Santa Maria hanno detto di sì con rispettivamente il 100%, il 76%, il 90% e il 100% dei voti
© Regiopress, All rights reserved