laRegione
lavoro-ridotto-anche-se-mancano-le-materie-prime
Archivio Keystone
22.11.21 - 20:20

Lavoro ridotto anche se mancano le materie prime

La Seco invita la Sezione del lavoro ticinese a rivedere le decisioni negative sulle indennità di lavoro ridotto

Il 26 ottobre scorso il sindacato Ocst aveva inviato una lettera alla Seco perché numerose aziende che avevano fatto richiesta di lavoro ridotto alla Sezione del lavoro ticinese a causa della crisi degli approvvigionamenti, avevano ricevuto una risposta negativa, correlata da alcune motivazioni, tra cui l’irricevibilità della carenza di materie prime e semilavorati, che veniva ascritta ai normali rischi aziendali.

Come noto – si legge in una nota dell’Ocst – “la carenza di semilavorati e materie prime che è emersa dopo la pandemia ha messo in difficoltà molte aziende sane che, pur ricevendo ordini da parte dei clienti, non possono farvi fronte. Nello scritto indicavamo che, come segnalato da numerosi esperti, si tratta di una crisi globale e imprevedibile, quindi non ascrivibile ai normali rischi aziendali”.

Il timore dell’Ocst è che queste aziende, non riuscendo a sopperire al calo delle entrate, decidano di licenziare creando un grosso danno alle lavoratrici e ai lavoratori, ma anche alle aziende che perderebbero competenze e la possibilità di reagire in modo tempestivo a un prevedibile ritorno alla normalità.

Nella sua risposta la Seco segnala che già ora è prevista la possibilità per le aziende, sulla base di elementi comprovati, di chiedere che la Sezione del lavoro possa rivedere o riconsiderare le decisioni prese.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
lavoro ridotto materie prime seco
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Finiscono le vacanze, torna la colonna: 10km al Gottardo sud
Fra Biasca e Airolo si arrivava nel primo pomeriggio di oggi a due ore di attesa
Ticino
5 ore
Furti per 5mila franchi nei distributori automatici, due arresti
Un 40enne e una 30enne avrebbero colpito le gettoniere di almeno 8 apparecchi soprattutto nei pressi delle stazioni ferroviarie
Luganese
7 ore
È morto il motociclista coinvolto ieri in un incidente a Croglio
L’uomo, un 28enne italiano, ha urtato violentemente un’automobile all’altezza di Madonna del Piano, venendo sbalzato dal mezzo e rovinando a terra
Locarnese
8 ore
A Locarno ‘movida’ prolungata, gli esercenti: ‘è un primo passo’
Le reazioni di bar e ristoranti dopo la decisione dell’Esecutivo di prolungare la possibilità per quest’ultimi di mettere musica di sottofondo 
Mendrisiotto
9 ore
InterCity a Chiasso, ‘Difenderemo sempre la nostra fermata’
Molti i temi in agenda per la seduta extra-muros che impegnerà il Municipio a fine mese. Il punto con il sindaco Bruno Arrigoni.
Gallery
Luganese
18 ore
Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave
Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
20 ore
Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino
Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
20 ore
Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’
Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
1 gior
Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo
Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
1 gior
Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni
Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
© Regiopress, All rights reserved