laRegione
Test Covid e sanitari
15.11.21 - 18:22
Aggiornamento: 18:49

La legale dei ricorrenti: ‘Non nego e non commento’

Danica Gianola è la patrocinatrice di chi contesta la legalità della decisione del Consiglio di Stato dello scorso 8 settembre

di Generoso Chiaradonna
la-legale-dei-ricorrenti-non-nego-e-non-commento
Archivio Ti-Press

«Non nego, non confermo e non commento». Così Danica Gianola, legale che patrocina i ricorrenti al Tribunale federale contro la decisione del Consiglio di Stato di obbligare al test salivare gli operatori sanitari attivi nelle strutture pubbliche e private del Cantone Ticino. «Di solito non parlo con la stampa di questioni lavorative», ha risposto l’avvocato Gianola a nostre precise domande e nonostante le implicazioni legate al coronavirus (mascherine, test e vaccini) tengono banco nella discussione pubblica da ormai molti mesi.

Ricordiamo che la risoluzione governativa (RG 4311) dell’8 settembre 2021 è una conseguenza dei provvedimenti adottati dalla Confederazione e dai Cantoni a fine agosto con effetto il 1° di ottobre 2021, ovvero la fine della gratuità dei test antigenici rapidi a persone asintomatiche ai fini dell’ottenimento di un certificato Covid. Esclusi dal provvedimento sono i bambini e adolescenti al di sotto dei 16 anni e persone che non possono farsi vaccinare per motivi medici. Il costo dei test organizzato dalle strutture sanitarie è interamente coperto dalla Confederazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
43 min
Necessari 45 milioni per il nuovo Ior a Bellinzona
Studio di fattibilità concluso: oltre ai 12 laboratori sono previsti una mensa e un auditorium, e forse anche un asilo nido per i figli dei ricercatori
Luganese
43 min
Mezzovico: lite fra giovani degenera, interviene il... papà
Condannato per vie di fatto un 57enne che, durante un alterco fra il figlio e alcuni coetanei (fra cui la ex), ha tirato quattro sberle a tre dei ragazzi
Locarno
8 ore
Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole
Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
10 ore
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
10 ore
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
11 ore
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
11 ore
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
11 ore
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
11 ore
Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’
I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Luganese
16 ore
Usura e migranti: quattro arresti tra il Luganese e Zurigo
Sono sospettati di far parte di un sodalizio internazionale dedito da tempo al trasporto di clandestini provenienti dall’Italia e diretti nel Nord Europa
© Regiopress, All rights reserved