laRegione
11.11.21 - 18:03

Lavoro, protezione delle neomamme: l’iniziativa arriva a Berna

Ricevuti oggi in audizione agli Stati Dadò, Fonio e Sirica. Le richieste: estensione divieto di licenziamento a un anno e rientro a percentuale ridotta

lavoro-protezione-delle-neomamme-l-iniziativa-arriva-a-berna
Ti-Press

È sbarcata oggi a Berna l’iniziativa cantonale ticinese che chiede una maggiore tutela dei posti di lavoro delle neomamme. Nel contesto dei lavori preliminari della Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati, sono stati infatti ricevuti in audizione il presidente e il vicepresidente del Ppd Fiorenzo Dadò e Giorgio Fonio, firmatari dell’iniziativa ‘Per un prolungamento della protezione dalla disdetta al termine del congedo maternità’, e il copresidente del Ps Fabrizio Sirica, autore con Dadò del rapporto di minoranza in commissione poi, invece, approvato dal Gran Consiglio il 22 giugno 2020.

«Siamo andati in rappresentanza del Ticino a portare questa istanza e queste rivendicazioni che ci sembrano sacrosante», commenta raggiunto dalla ‘Regione’ Dadò. «Fonio e Sirica hanno illustrato nei dettagli l’iniziativa e le richieste, la nostra speranza è che la commissione degli Stati consideri almeno in parte quanto è stato detto». Vale a dire, ricorda il presidente popolare democratico, «l’estensione del divieto di licenziamento da quattro mesi a un anno e la possibilità per le neomamme di rientrare al lavoro con una percentuale ridotta». Un tema, conclude Dadò, «attuale allora come lo è adesso, si tratta di una grave emergenza soprattutto se consideriamo la marcata denatalità in Svizzera e particolarmente in Ticino. Occorre impedire che le giovani donne siano svantaggiate per la sola scelta di avere un figlio».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarno
2 ore
Affittacamere, nei Comuni la verifica è diventata una ‘gimcana’
La Città risponde ad Angelini Piva e cofirmatari sull’introduzione della nuova procedura per gli alloggi ad uso turistico messi sulle piattaforme online
Ticino
4 ore
‘L’uso dell’automobile privata per i frontalieri va agevolato’
A chiederlo è la Commissione dell’economia e tributi. La misura riguarda l’uso per lavoro: ‘Non si deve per forza dover usare quella aziendale’
Mendrisiotto
4 ore
Monte Generoso, si chiude un capitolo lungo 130 anni
Con la posa degli ultimi elementi delle rotaie e della cremagliera si è concluso oggi il risanamento del binario, risalente al 1890
gallery
Mendrisiotto
4 ore
Il Nebiopoli incontra i bambini delle Elementari di Chiasso
L’obiettivo è trasmettere il vero spirito del Carnevale e mostrarne l’organizzazione. Un modo, anche, per prevenire atti di violenza futuri
Luganese
4 ore
Caslano, ciclista colto da malore sulla cantonale: è grave
L’uomo, un 54enne svizzero domiciliato nel Luganese, si è accasciato a terra ed è stato soccorso dalla Croce Verde di Lugano. Traffico molto perturbato
Ticino
5 ore
Fotovoltaico su autostrada e ferrovia: ‘L’interesse è forte’
Il primo lotto messo a concorso dall’Ustra ha avuto un grande interesse, con oltre 300 richieste da 35 aziende. Il potenziale resta però limitato
Luganese
6 ore
Bioggio, in mostra la rivoluzione di ArtByFrask
Nella casa comunale verrà allestita l’esposizione di Andrea Fraschina, pittore ispirato dalle culture underground e dall’energia della filosofia punk
Lavizzara
8 ore
Centro di scultura, c’è l’appoggio ma anche una ‘minaccia’
Il Consiglio comunale accoglie, al termine di una seduta un tantino movimentata, il credito a favore di questa istituzione; ma tira aria di referendum
Chiasso
11 ore
Interrogazione al Municipio sulla vicenda del pianista ucraino
Il consigliere comunale Marco Ferrazzini (Us-Verdi-Indipendenti) chiede lumi sulla sostituzione dell’artista da parte dell’Osi
Campione d’Italia
11 ore
È vicina la vendita di uno degli stabili di proprietà comunale
Sarà probabilmente l’immobile che ospitava gli uffici della polizia dell’enclave
© Regiopress, All rights reserved