laRegione
26.10.21 - 15:41
Aggiornamento: 21:30

Terza dose in Ticino: prima le case anziani, poi gli over 75

Dopo gli istituti per anziani, a metà novembre inizieranno le somministrazioni nei centri vaccinali cantonali a partire dalle persone dai 75 anni in su

terza-dose-in-ticino-prima-le-case-anziani-poi-gli-over-75
(Ti-Press)

La somministrazione della dose di richiamo, la cosiddetta terza dose, dei vaccini Pfizer e Moderna, omologata oggi da Swissmedic per le persone a partire dai 65 anni in su, inizierà dalle case anziani per gli ospiti che lo desiderano. Lo comunica il Dss, precisando che la somministrazione, in base alle raccomandazioni delle autorità federali, avverrà in modo graduale, seguendo lo stesso ordine con cui erano state pianificate le prime due dosi a inizio anno.

Grazie alla comunicazione odierna, le autorità cantonali potranno finalizzare la pianificazione definitiva dei richiami, che saranno organizzati attraverso dei centri cantonali di vaccinazione a partire da metà novembre: si inizierà con le persone con 75 anni o più (“over 75”). La disponibilità capillare di questi centri di vaccinazione permetterà di rinunciare a un nuovo coinvolgimento dei Comuni e, quindi, alla cosiddetta “vaccinazione di prossimità” garantita a inizio 2021. L’obiettivo è di consentire a questa fascia di popolazione vaccinata (circa 30 mila persone) di ricevere la dose di richiamo entro Natale.

A partire da gennaio 2022, sarà il turno delle persone di 65 anni o più (“over 65”). Con questa pianificazione sarà possibile rispettare il periodo minimo di sei mesi che deve intercorrere fra la seconda dose e la dose di richiamo.

L’accesso ai centri vaccinali sarà garantito su appuntamento, che potrà essere fissato tramite la piattaforma cantonale oppure il numero verde. L’apertura delle iscrizioni così come i dettagli sui luoghi e i giorni di apertura dei centri saranno comunicati la prossima settimana nel corso di un momento informativo.

Il Dss segnala infine che il Centro cantonale di Giubiasco, attualmente operativo per la vaccinazione di tutta la popolazione “over 12”, continua a garantire la somministrazione a chi lo desidera, anche in modalità walk-in, per le prime e seconde dosi dei vaccini oggi disponibili (Pfizer, Moderna e Johnson&Johnson).

Leggi anche:

Via libera a terza dose per persone immunodepresse o a rischio

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
1 ora
Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa
Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
4 ore
Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia
A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
8 ore
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
8 ore
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
16 ore
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
16 ore
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
16 ore
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
18 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
18 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
18 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
© Regiopress, All rights reserved