laRegione
risanamento-ipct-i-sindacati-non-esultano
Ti-Press
19.10.21 - 20:31

Risanamento Ipct, i sindacati non esultano

Vpod e Ocst non osteggiano la soluzione di compromesso raggiunta in Gestione, ma fanno capire di preferire il finanziamento diretto

«Preferiremmo il messaggio originario del Consiglio di Stato, quello per intenderci che prevedeva un contributo integrativo di 500 milioni di franchi da parte del Cantone. Per noi era la soluzione più solida e chiara». Così il segretario cantonale del sindacato Vpod Raoul Ghisletta che è stato sentito dalla Commissione della gestione del Gran Consiglio sulla proposta di risanamento dell’Istituto di previdenza del Cantone (Ipct). «Non ci metteremo di traverso alla soluzione trovata in seno alla Gestione e fatta propria anche dal Consiglio di Stato», continua ancora Ghisletta. La soluzione a cui fa riferimento il sindacalista e gran consigliere socialista è la cosiddetta ‘Riserva di contributi del datore di lavoro’ (Rcdl) pari a 700 milioni di franchi. Un’operazione che dovrebbe essere neutra per le casse del Cantone in quanto l’anticipo di contributi dovrebbe poi essere remunerato da parte dell’Ipct. I dettagli dovrebbero essere definiti in una Convenzione tra Cantone e Ipct. Il maggior capitale a disposizione dell’Istituto di previdenza dovrebbe essere investito sui mercati finanziari e contribuire sia al risanamento della cassa, sia al rimborso dei contributi. Ed è proprio questa aleatorietà che non convince la Vopd. Lo stesso rapporto complementare al messaggio governativo 7784, del resto, fa notare l’accresciuto rischio di un’esposizione maggiore degli investimenti dell’Ipct in azioni. «Non prendiamo posizione su questa soluzione. Si prenda questa responsabilità il Parlamento. Speriamo davvero che il risanamento lo paghino i mercati finanziari», commenta Ghisletta.

Anche l’Ocst ha una posizione simile. «Non rifiutiamo a priori la soluzione dell’anticipo dei contributi», afferma da parte sua Lorenzo Jelmini. «È una via di compromesso che evita il referendum. Se però non dovesse funzionare, il Consiglio di Stato deve essere pronto a ripresentare la proposta iniziale del finanziamento diretto», aggiunge Jelmini che è anche deputato del Ppd.

«Il rapporto, all’attenzione della sottocommissione finanze, dovrebbe essere pronto entro la fine di novembre in modo da poter essere discusso al massimo entro l’ultima sessione di quest’anno», conferma invece Anna Biscossa, presidente della Commissione della gestione.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
finanziamento ipct ocst risanamento vpod
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
31 min
Smottamento in Gambarogno: chiusa la strada per Indemini
Nottata tutto sommato tranquilla malgrado le forti precipitazioni. Ma una frana crea qualche disagio fra i Monti di Fosano e l’Alpe di Neggia
Locarnese
3 ore
Cevio: Esecutivo richiamato dalla Sel; forse si va al Tram
L’autorità di vigilanza chiede spiegazioni al Municipio sul volantino pre-referendum. Mattei annuncia il ricorso al Tribunale amministrativo
Ticino
3 ore
‘Inutile e dannoso’, no dei benzinai al contratto collettivo
Diverse opposizioni alla modifica ch introdurrebbe salari minimi per i dipendenti. Centonze: ‘in Ticino c’è già la Legge sul salario minimo’.
Ticino
4 ore
Ex Funzionario Dss, la Gestione ha scelto chi svolgerà l’audit
Il mandato è stato assegnato allo studio legale ginevrino Troillet Meier Raetzo, che si è occupato anche delle presunte molestie alla Ssr/Rts
Locarnese
12 ore
Tenero, nuovo annegamento nelle acque lacustri
Un 54enne confederato è scomparso dalla visuale attorno alle 17, mentre nuotava poco distante dalla riva. Il cadavere recuperato verso le 20
Grigioni
13 ore
Condanna bis al comandante della polizia William Kloter
Pena ridotta ma confermata in Appello la grave infrazione alle norme della circolazione: l’ufficiale era stato pizzicato da un radar sull’A13 a Soazza
Bellinzonese
14 ore
Scarsità di acqua, il Centro di Lumino critica l’ex Municipio
In tre interrogazioni i consiglieri comunali chiedono se vi sono perdite nelle condutture, sorgenti alternative e se l’approvvigionamento sarà garantito
Ticino
14 ore
Atti sessuali con fanciulli, 77enne rinviato a giudizio
L’uomo avrebbe abusato di sette bambini sull’arco di 20 anni, recandosi apposta anche in Thailandia. È parzialmente reo confesso.
Bellinzonese
14 ore
Scelto il progetto per la riqualifica del comparto Aet di Bodio
L’Azienda elettrica ticinese vuole rendere la zona fruibile agli abitanti e offrire servizi moderni ai centri interaziendali. Investimento di 10 milioni
Luganese
15 ore
Potenziamento dell’A2 tra Lugano e Mendrisio: ‘No’ comunista
Al grido di ‘No al degrado del territorio’, un’altra voce si leva contro il controverso progetto PoLuMe: quella del Partito comunista
© Regiopress, All rights reserved