laRegione
risanamento-ipct-i-sindacati-non-esultano
Ti-Press
Ticino
19.10.21 - 20:310

Risanamento Ipct, i sindacati non esultano

Vpod e Ocst non osteggiano la soluzione di compromesso raggiunta in Gestione, ma fanno capire di preferire il finanziamento diretto

«Preferiremmo il messaggio originario del Consiglio di Stato, quello per intenderci che prevedeva un contributo integrativo di 500 milioni di franchi da parte del Cantone. Per noi era la soluzione più solida e chiara». Così il segretario cantonale del sindacato Vpod Raoul Ghisletta che è stato sentito dalla Commissione della gestione del Gran Consiglio sulla proposta di risanamento dell’Istituto di previdenza del Cantone (Ipct). «Non ci metteremo di traverso alla soluzione trovata in seno alla Gestione e fatta propria anche dal Consiglio di Stato», continua ancora Ghisletta. La soluzione a cui fa riferimento il sindacalista e gran consigliere socialista è la cosiddetta ‘Riserva di contributi del datore di lavoro’ (Rcdl) pari a 700 milioni di franchi. Un’operazione che dovrebbe essere neutra per le casse del Cantone in quanto l’anticipo di contributi dovrebbe poi essere remunerato da parte dell’Ipct. I dettagli dovrebbero essere definiti in una Convenzione tra Cantone e Ipct. Il maggior capitale a disposizione dell’Istituto di previdenza dovrebbe essere investito sui mercati finanziari e contribuire sia al risanamento della cassa, sia al rimborso dei contributi. Ed è proprio questa aleatorietà che non convince la Vopd. Lo stesso rapporto complementare al messaggio governativo 7784, del resto, fa notare l’accresciuto rischio di un’esposizione maggiore degli investimenti dell’Ipct in azioni. «Non prendiamo posizione su questa soluzione. Si prenda questa responsabilità il Parlamento. Speriamo davvero che il risanamento lo paghino i mercati finanziari», commenta Ghisletta.

Anche l’Ocst ha una posizione simile. «Non rifiutiamo a priori la soluzione dell’anticipo dei contributi», afferma da parte sua Lorenzo Jelmini. «È una via di compromesso che evita il referendum. Se però non dovesse funzionare, il Consiglio di Stato deve essere pronto a ripresentare la proposta iniziale del finanziamento diretto», aggiunge Jelmini che è anche deputato del Ppd.

«Il rapporto, all’attenzione della sottocommissione finanze, dovrebbe essere pronto entro la fine di novembre in modo da poter essere discusso al massimo entro l’ultima sessione di quest’anno», conferma invece Anna Biscossa, presidente della Commissione della gestione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Formazione dei docenti, presentata l’offerta formativa 2022/2023
Sottolineata in particolare la possibilità, per chi è in possesso dei requisiti, di formarsi come docente di francese alle Medie, figura molto richiesta
Ticino
3 ore
Proseguono i cantieri Ffs in Ticino
I lavori coinvolgono o coinvolgeranno le stazioni di Rivera-Bironico e Maroggia-Melano, la linea di montagna del Ceneri e gli scambi a Biasca
Ticino
3 ore
Nel fine settimana 22 classi in quarantena
A Novaggio in quarantena tre sezioni di scuola elementare, altre due sezioni a Bioggio dopo le due della scorsa settimana
Luganese
4 ore
Lugano, nel 2022 l’acqua potabile sarà più cara
La tassa sarà incrementata di circa il 20%. L’aumento interesserà sia le tasse di base sia quelle di consumo
Ticino
4 ore
Altri due decessi per Covid in Ticino e 4 ricoveri in 72 ore
Nel corso del fine settimana, venerdì compreso, si sono registrati 344 contagi, quasi il 50% in più rispetto a lunedì scorso e il dato più alto da un anno
Ticino
5 ore
Mattia Keller è il nuovo direttore di Migros Ticino
47enne, nato e cresciuto in Ticino, dal 1°dicembre sostituirà Lorenzo Emma che andrà in pensione dopo 19 anni alla testa della Cooperativa regionale
Ticino
8 ore
Guasto tecnico, treni deviati sulla linea di montagna del Ceneri
Un problema di esercizio sta creando disagi alla circolazione dei treni fra Lugano e GIubiasco
Ticino
9 ore
Cultura e tempo libero: cosa fanno i ticinesi
Un’analisi dell’Ustat sfata qualche stereotipo e conferma alcune tendenze sociodemografiche. Ah, ci piace anche il balletto
Mendrisiotto
9 ore
Sul ‘Tacuin’ echi della saggezza popolare
Partito un po’ per caso nel 1985, il popolare calendario si propone in edizione 2022 con nuove... trovate
Economia
9 ore
‘Il web ha dato un potere al consumatore mai avuto prima’
Il giornalista economico di Radio 24 Sebastiano Barisoni, venerdì scorso a Lugano, sulla rivoluzione determinata da rete e postpandemia
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile