laRegione
l-uss-invita-a-scendere-in-piazza-per-chiedere-aumenti-salariali
Ti-Press
L’appuntamento è per sabato 30 ottobre
19.10.21 - 16:04
Aggiornamento: 16:44

L’Uss invita a scendere in piazza per chiedere aumenti salariali

L’organizzazione sindacale denuncia il latente peggioramento delle condizioni di lavoro e il mancato rispetto dei vincoli legali sul salario minimo

La sezione Ticino e Moesa dell’Unione sindacale svizzera scenderà in piazza a Bellinzona il prossimo 30 ottobre per denunciare il peggioramento delle condizioni di lavoro e chiedere aumenti salariali in tutti i settori economici. L’appuntamento è per le 13 nel piazzale della Stazione a Bellinzona. Il corteo proseguirà per Viale Portone per poi concludersi in Piazza Governo. “Il Ticino è ormai terra di dumping, povertà e arroganza padronale. Salari più bassi del 20% rispetto al resto della Svizzera; tasso di povertà relativa al 12%; quasi un abitante su cinque disoccupato o sottoccupato”, si legge in una nota dell’Uss-Ti. “Ma paradossalmente, gli indicatori economici sono positivi e le cifre d’affari tornano a livelli pre-pandemici. Negli ultimi 18 mesi, durante la pandemia, la Confederazione ha investito decine di miliardi per sostenere l’economia. Sostegno necessario e reso possibile dalle enormi risorse economiche del Paese. Risorse che devono essere condivise con tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori, veri artefici di questa ricchezza, e che giustamente rivendicano: “Ora tocca a noi!”.

Da qui la denuncia del tentativo, da parte del padronato, “di voler peggiorare le condizioni di lavoro con il mancato rispetto dei salari minimi contrattuali e anche legali”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aumenti salariali piazza uss
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
12 min
Smottamento in Gambarogno: chiusa la strada per Indemini
Nottata tutto sommato tranquilla malgrado le forti precipitazioni. Ma una frana crea qualche disagio fra i Monti di Fosano e l’Alpe di Neggia
Locarnese
3 ore
Cevio: Esecutivo richiamato dalla Sel; forse si va al Tram
L’autorità di vigilanza chiede spiegazioni al Municipio sul volantino pre-referendum. Mattei annuncia il ricorso al Tribunale amministrativo
Ticino
3 ore
‘Inutile e dannoso’, no dei benzinai al contratto collettivo
Diverse opposizioni alla modifica ch introdurrebbe salari minimi per i dipendenti. Centonze: ‘in Ticino c’è già la Legge sul salario minimo’.
Ticino
3 ore
Ex Funzionario Dss, la Gestione ha scelto chi svolgerà l’audit
Il mandato è stato assegnato allo studio legale ginevrino Troillet Meier Raetzo, che si è occupato anche delle presunte molestie alla Ssr/Rts
Locarnese
11 ore
Tenero, nuovo annegamento nelle acque lacustri
Un 54enne confederato è scomparso dalla visuale attorno alle 17, mentre nuotava poco distante dalla riva. Il cadavere recuperato verso le 20
Grigioni
13 ore
Condanna bis al comandante della polizia William Kloter
Pena ridotta ma confermata in Appello la grave infrazione alle norme della circolazione: l’ufficiale era stato pizzicato da un radar sull’A13 a Soazza
Bellinzonese
14 ore
Scarsità di acqua, il Centro di Lumino critica l’ex Municipio
In tre interrogazioni i consiglieri comunali chiedono se vi sono perdite nelle condutture, sorgenti alternative e se l’approvvigionamento sarà garantito
Ticino
14 ore
Atti sessuali con fanciulli, 77enne rinviato a giudizio
L’uomo avrebbe abusato di sette bambini sull’arco di 20 anni, recandosi apposta anche in Thailandia. È parzialmente reo confesso.
Bellinzonese
14 ore
Scelto il progetto per la riqualifica del comparto Aet di Bodio
L’Azienda elettrica ticinese vuole rendere la zona fruibile agli abitanti e offrire servizi moderni ai centri interaziendali. Investimento di 10 milioni
Luganese
14 ore
Potenziamento dell’A2 tra Lugano e Mendrisio: ‘No’ comunista
Al grido di ‘No al degrado del territorio’, un’altra voce si leva contro il controverso progetto PoLuMe: quella del Partito comunista
© Regiopress, All rights reserved