laRegione
28.09.21 - 08:44
Aggiornamento: 11:27

Un’estate complicata per gli animali selvatici in Ticino

I volontari della Spab sono stati impegnati in un numero ‘impressionante’ di interventi, fra i quali il salvataggio di un gufo reale e di un’aquila reale

un-estate-complicata-per-gli-animali-selvatici-in-ticino

Fra aprile e agosto la Società Protezione Animali Bellinzona (Spab) è stata impegnata in un numero “impressionante” di interventi a soccorso di animali selvatici in difficoltà. Oltre alle decine di piccoli uccelli giunti al centro di Gorduno, a ricevere le cure sono stati 4 cuccioli di capriolo che sono stavi svezzati, due dei quali rimasti senza la mamma investita e uccisa da un’auto, e diversi rapaci come poiane, nibbi bruni e sparvieri. Il rifugio Spab di Gorduno-Gnosca ha accolto anche due tassi ed una volpe. Anche per i cigni, inspiegabilmente, è stato un periodo difficile, racconta la Spab nel comunicato odierno, tanto che ne sono stati curati ben 7 esemplari.

Gli eventi che però hanno “riempito di orgoglio tutti i volontari SPAB” sono stati le liberazioni di Generoso e Bavona.

Generoso, un magnifico gufo reale femmina, era precipitato nel lago Ceresio dopo un attacco da parte di corvi proprio davanti al lido di Riva San Vitale. La cruenta battaglia aerea, che aveva richiamato l’attenzione dei numerosi bagnanti, si è conclusa positivamente grazie al rapido intervento del bagnino che, uscito immediatamente con la tavola da surf ha recuperato lo sfortunato strigide per poi consegnarlo alle cure della Spab. Dopo un paio di settimane presso il centro di cura per selvatici al Rifugio, Generoso ha ripreso a solcare il cielo stellato del Mendrisiotto sfoggiando la sua maestosa livrea.

Bavona, un giovane di aquila reale, è stato ritrovato da quattro escursionisti austriaci sfinito in territorio di Bignasco. Il guardiacaccia, intervenuto tempestivamente, ha raccolto il povero animale e lo ha consegnato ai volontari della SPAB. Anche in questo caso, lo sfinimento è stato probabilmente causato dalle pessime condizioni meteo che si sono abbattute sulla regione. Il perdurare della nuvolosità e della nebbia non hanno permesso a Bavona di procacciarsi il cibo.

Dopo tre settimane di pasti abbondanti, il maestoso rapace “ha chiaramente fatto capire che era di nuovo pronto per dominare, con la sua impressionante apertura alare, il cielo della Val Bavona”. Sotto l’attento occhio del guardiacaccia della zona, la “regina delle Alpi” ha spiccato il volo dalla rupe di fronte alla chiesetta della Madonna di Monte. Dopo una maestosa planata, il rapace si è posato su di un larice per scrutare l’orizzonte e attendere il buon momento delle correnti ascensionali.

Tutto quanto sopra descritto è stato possibile, sottolinea la Spab, grazie all’ottima collaborazione che da oltre 30 anni si è instaurata tra l’Ufficio caccia e pesca del Cantone e la Protezione animali di Bellinzona.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 min
‘Le fermate Ffs di Mendrisio sono di serie B?’
Il Centro lo chiede al Municipio con un’interpellanza dopo che da mesi gli ascensori della stazione di San Martino sono fuori uso
Locarnese
1 min
Traffico e spaccio di cocaina nel Locarnese: inchiesta chiusa
L’inchiesta ha permesso di determinare un traffico di droga tra l’Italia, il Ticino e altri cantoni della Svizzera interna
Bellinzonese
39 min
Prato Leventina, campo da calcio distrutto: è denuncia
Lo ha fatto sapere il municipale Sergio Sartore dopo il grave atto di vandalismo avvenuto fra venerdì e sabato: “Mi piange il cuore”
Ticino
3 ore
Cadono le foglie, a Novaggio e Airolo cresce il Pedibus
Nate due nuove linee dell’iniziativa che incentiva la trasferta casa-scuola a piedi di bambini accompagnati e in compagnia
Locarnese
5 ore
Pila: ‘Niente funivia, niente tasse d’uso e consumo’
A chiederlo al Municipio è una raccolta firme sottoscritta da 90 proprietari di abitazioni e frequentatori della frazione centovallina. L’impianto è fermo
Bellinzonese
5 ore
Dalla paura nei rifugi alla motivazione negli spogliatoi dei Gdt
L’impegno della società turrita ha portato a offrire a giovani hockeisti ucraini l’opportunità di venire in Svizzera e giocare a Bellinzona
Luganese
5 ore
Caslano, centinaia di lettere per il voto non recapitate
Il Municipio ha chiesto spiegazioni alla Posta, incaricata della distribuzione. Il Servizio diritti politici: ‘Non una violazione del diritto di voto’
Ticino
12 ore
Chiesa: ‘Poco sociali? Le nostre iniziative aiutano i cittadini’
Il presidente nazionale dell’Udc risponde alle critiche mosse da Claudio Zali, che ritiene Piero Marchesi e l’Udc interessati al suo seggio
Mendrisiotto
12 ore
Monte, inaugurati gli interventi del progetto intergenerazionale
Tre anni di lavoro e mezzo milione di franchi per la realizzazione di opere architettoniche volte a migliorare la qualità di vita delle persone anziane
Ticino
16 ore
Il 30% degli anziani ticinesi fa fatica ad arrivare a fine mese
È quanto emerge da uno studio di Pro Senectute, che riconosce quello a Sud delle Alpi come il dato più alto in Svizzera. E scatta subito l’interpellanza
© Regiopress, All rights reserved