laRegione
20.09.21 - 17:17
Aggiornamento: 20:12

Viamia, l’orientamento professionale per gli over 40

È l’iniziativa di Confederazione e Cantoni per valorizzare il potenziale della manodopera residente e aumentarne l’impiegabilità a lungo termine

viamia-l-orientamento-professionale-per-gli-over-40
Archivio Ti-Press
Il mondo del lavoro è in rapida evoluzione

Nel maggio 2019 il Consiglio federale ha varato una serie di misure di promozione del potenziale di manodopera residente. Una di queste misure prevede che le persone con più di 40 anni possano beneficiare a titolo gratuito di una valutazione della situazione individuale, di un’analisi del potenziale e di un orientamento di carriera.

‘Viamia’, questo il nome del progetto, è un’iniziativa della Confederazione e dei Cantoni. Per il Ticino la prestazione è offerta dall’Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (Decs).

“Il mondo del lavoro muta rapidamente e chi vuole restare attivo professionalmente fino al pensionamento deve impegnarsi a pianificare la propria carriera e a rafforzare le proprie risorse”, si legge in una nota dell’Ufficio dell’orientamento professionale. “Il Consiglio federale e i partner sociali auspicano che dopo i 40 anni le persone analizzino periodicamente la loro situazione sotto il profilo lavorativo e personale, tenendo conto delle trasformazioni che avvengono sul mercato del lavoro. In questo modo è possibile mantenere la propria attrattività, prepararsi in vista di eventuali cambiamenti professionali e definire tempestivamente il proprio fabbisogno in termini di risorse, competenze o formazione pianificando le azioni necessarie per consolidare e incrementare la propria impiegabilità”, si precisa.

Per l’attuazione di questa misura la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione ha affidato alla Conferenza svizzera dei direttori dell’orientamento il compito di strutturare la nuova prestazione, in vigore con un programma pilota per quest’anno per poi estendersi nel 2022 a tutta la Svizzera.

Sono 11 i cantoni che partecipano alla fase pilota e che offrono ‘viamia’, tra cui il Ticino. Molte le persone che da gennaio ne hanno già usufruito.

‘Viamia’ si differenzia dalle altre offerte di orientamento per una serie di strumenti elaborati in modo specifico per accompagnare le persone adulte nel valutare la situazione professionale, le risorse di carriera e confrontarle con le tendenze nel mercato del lavoro. L’introduzione del progetto in modo omogeneo a livello svizzero permetterà un monitoraggio della prestazione su tutta la Confederazione.

Le persone over 40 che vorranno usufruire della prestazione dovranno essere pronte a mettere sotto analisi la loro situazione e partecipare attivamente alla consulenza.

Per maggiori informazioni consultare il sito www.viama.ch o contattare l’Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale, allo 091 814 63 51 o tramite mail decs-uosp@ti.ch.

Sono previste due serate informative: lunedì 27 settembre dalle 18 alle 19, in modalità online in collaborazione con la Città dei mestieri della Svizzera italiana, per iscrizioni www.cittadeimestieri.ti.ch/agenda, e mercoledì 13 ottobre dalle 18 alle 19 presso la sede regionale dell’Ufficio dell’orientamento, via Maggio 1, Lugano Cassarate. Presentazione in presenza. Per iscrizioni www.ti.ch/orientamento-viamia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
52 min
Mobilità Usi al top: ‘Coltiviamo la dimensione internazionale’
L’ateneo ticinese è tra i pochi in Svizzera (4 su 36) ad aver raggiunto l’obiettivo del 20% dei diplomati con un’esperienza all’estero. Ecco i motivi
Orselina
1 ora
Nuovo albergo-ristorante Funicolare, c’è la licenza edilizia
Da novembre il cantiere per l’edificazione ex novo della struttura, simbolo turistico collinare soprastante la Madonna del Sasso
chiasso
2 ore
Un Nebiopoli all’insegna del vero spirito del Carnevale
Svelato il programma dell’evento, che dopo due anni di pandemia torna ‘in grande’. Ne abbiamo parlato con il presidente del comitato Alessandro Gazzani
Grigioni
2 ore
Giovane morta dopo il party: nessuno voleva perdere la patente
Le persone interrogate hanno confermato che si è atteso a lungo prima di portare la 19enne in ospedale per paura di incappare in controlli di polizia
Bellinzonese
3 ore
Quartiere Officine: per i Verdi ‘ancora troppi posteggi’
Giulia Petralli apprezza che il Municipio di Bellinzona abbia rivalutato il progetto iniziale, ‘ma ci sono ancora punti che non ci soddisfano’
Luganese
3 ore
Lugano mantiene la tradizione del Pane di Sant’Antonio
Con una decisione presa a maggioranza, il Municipio ha incaricato la Cancelleria e la Divisione attività culturali di preparare un progetto
Ticino
4 ore
Pensioni, la rete ErreDiPi evolve e diventa un’associazione
La scelta, dice il portavoce Quaresmini, ha l’obiettivo di essere interlocutori solidi e di partecipare attivamente agli incontri tra governo e sindacati
Luganese
5 ore
Trattamento stazionario a un giovane reo di tante ‘bravate’
Inflitti 22 mesi da espiare a un 23enne che, in pochi giorni, ha commesso diversi reati. Pena sostituita con il ricovero in una struttura chiusa
Luganese
5 ore
Incidente sulla A2, code in direzione sud
Si segnalano disagi al traffico tra Muzzano e la galleria di Collina d’Oro
Luganese
6 ore
Inserimento professionale, Lugano tira le somme
Presentato il rapporto d’attività 2022 del Settore formazione e lavoro della Divisione socialità
© Regiopress, All rights reserved