laRegione
15.09.21 - 16:19

‘Il principio di sussidiarietà è conforme’

Il Consiglio degli Stati ha accolto la modifica della Costituzione ticinese ritenendola in linea con il diritto federale

Ats, a cura de laRegione
il-principio-di-sussidiarieta-e-conforme
Ti-Press
Via libera da Berna

Berna – Le modifiche costituzionali ticinesi sul ‘principio di sussidiarietà’ sono conformi al diritto federale. Lo ha deciso il Consiglio degli Stati conferendogli la necessaria garanzia. Conformi sono anche le Costituzioni rivedute di Uri, Sciaffusa, Argovia e Ginevra. Il dossier passa ora al Nazionale.

Per entrare in vigore le Costituzioni cantonali devono ottenere la garanzia federale, che viene conferita dall’Assemblea federale unicamente se non contraddicono al diritto federale. Dalla verifica delle modifiche proposte è emerso che le condizioni sono soddisfatte.

Il 9 febbraio dello scorso anno i ticinesi avevano approvato in votazione l’introduzione del cosiddetto principio della sussidiarietà nella Costituzione cantonale, in base al quale le prestazioni erogate al cittadino devono competere alle autorità o privati territorialmente più prossimi. L’oggetto era stato approvato con il 53,1% di ‘sì’.

Negli altri cantoni, le modifiche costituzionali riguardano il diritto di emergenza (Uri); la trasparenza del finanziamento della politica (Sciaffusa); le competenze delle autorità scolastiche e l’attuazione della legge federale sui giochi in denaro (Argovia); la presidenza del Consiglio di Stato e il dipartimento presidenziale, la concorrenza fiscale e l’attuazione delle riforme federali in materia di fiscalità, il Servizio per il mantenimento, l’assistenza e la cura a domicilio e l’attuazione dell’articolo 29 della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità (Ginevra).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
59 min
“Nei paesini la gente è solidale, ma in città...”
Non sembra essere un periodo facile per il volontariato, che dopo la pandemia sembra aver perso drasticamente attrattiva
Ticino
4 ore
Caso Unitas, Mps e Noi (Verdi) tornano alla carica
Nuove interpellanze: ’Le risposte scritte del Consiglio di Stato sollevano altri interrogativi’
Luganese
4 ore
La comunità cripto trova casa in centro città
L’Hub s’insedierà nell’edificio che ospitava il Sayuri e una banca, tra via Motta e Contrada Sassello. Lunedì discussione generale in Consiglio comunale
Locarnese
4 ore
Scintille tra Gordola e la Sopracenerina sulle tariffe
Nuova lettera dal Municipio al CdA della Ses per fare chiarezza sui costi di produzione e i prezzi applicati. Dividendi? ’Si può rinunciare’
Bellinzonese
13 ore
‘Eros Walter era un vulcano: alla Federviti ha dato moltissimo’
Lutto nel mondo vitivinicolo ticinese: è deceduto lo storico presidente della sezione Bellinzona e Mesolcina. Il ricordo di amici e colleghi
Ticino
14 ore
Marchesi: ‘Se l’Udc entrasse in governo, noi pronti per il Dfe’
I democentristi ribadiscono la loro ricetta per il risanamento delle finanze cantonali: ‘Se ci avessero ascoltato, avremmo già risparmiato 100 milioni’
Luganese
15 ore
Lugano, quel vuoto in piazza della Riforma
Verso la ristrutturazione l’edificio che ospitava il Caffè Federale, sulla cui facciata c’è la più vecchia insegna di caffetteria della piazza
Bellinzonese
16 ore
Zac, via altri alberi a Bellinzona: perché?
I Verdi insorgono con un’interpellanza al Municipio sui tagli eseguiti lungo i viali Franscini e Motta
Ticino
16 ore
Radar: questa settimana sono in un comune su due
L’elenco delle località dove dal 6 al 12 febbraio verranno eseguiti controlli della velocità
gallery
chiasso
17 ore
Nebiopoli, in seimila al corteo dei bambini
L’appuntamento odierno ha visto sfilare 1’500 allievi delle scuole elementari e dell’infanzia
© Regiopress, All rights reserved