laRegione
13.09.21 - 19:59
Aggiornamento: 26.03.22 - 15:20

‘Alptransit ha creato potenzialità, è ora di farle fruttare’

I sindaci delle principali città della regione Insubrica chiedono a Mario Draghi azioni concrete per portare a termine le tappe incompiute

alptransit-ha-creato-potenzialita-e-ora-di-farle-fruttare
laRegione

«Contribuire alla crescita di un Ticino urbano, aperto, moderno e innovativo». È questo l’obiettivo dell’Iniziativa Città dei laghi, regione transfrontaliera tra Svizzera e Italia, di cui l’editore Giò Rezzonico è promotore. «La realizzazione di Alptransit ha creato una nuova realtà urbana, la Città Ticino, che si trova tra due poli molto importanti, Milano e Zurigo, e che dovrà essere in grado di dialogare con loro». La potenzialità c’è, e al plenum odierno sono stati presentati nove progetti volti alla crescita della regione Insubrica. Cinque basati sulle possibili sinergie del Ticino con Como e Varese e quattro sul rapporto tra pubblico e privato.

‘Alptransit va terminata’

Quello che è stato chiaro fin dall’inizio dell’incontro è la necessità di portare a termine il progetto Alptransit, che nonostante la messa in esercizio delle due gallerie di base (San Gottardo e Ceneri), ha ancora delle tappe incompiute. Per tentare di accelerare i tempi i sindaci delle principali città della regione Insubrica hanno firmato una lettera indirizzata al presidente del Consiglio italiano Mario Draghi. Viene chiesto di inserire tre progetti strategici nel piano di ripresa NextGenerationEU per l’Italia oppure di dargli seguito tramite la Legge di bilancio.

Il primo è l’accelerazione delle tappe per la realizzazione del corridoio europeo Ten-T ‘Reno-Alpi’. La rete ferroviaria in vari punti è sovraccarica e "stride con quanto realizzato con le gallerie di base del San Gottardo e del Ceneri", si legge nella missiva. Altra realtà che necessita di un ammodernamento è quella delle linee trasversali alpine del Sempione, sia ferroviarie sia stradali, "che non rispondono per vetustità e per criteri di sicurezza, ambientali e d’efficienza alle esigenze del 21esimo secolo". Ultimo punto sul quale è richiesta l’attenzione è l’ulteriore rafforzamento della rete ferroviaria utilizzata da Tilo e dalla mobilità lacustre. Infatti "tra Lugano–Mendrisio e Varese–Malpensa si constatano deficit d’esercizio (con tempi di percorrenza nettamente inferiori agli obiettivi) a causa di colli di bottiglia e dell’operatività di alcuni tratti e stazioni. In particolare a Gallarate dove è cruciale il quadruplicamento dei binari con Milano–Rho".

Concorrenza internazionale per attrarre i giovani

«I giovani sono attratti dalle grandi città e come regione Insubrica dobbiamo lavorare sui settori – come quello della ricerca in ambito medico – dove siamo in grado di offrire opportunità in un contesto di concorrenza internazionale», afferma il direttore del Dipartimento finanze ed economia (Dfe) Christian Vitta, il quale accoglie positivamente le proposte presentate durante il plenum. «Vedo in ognuno di voi la volontà di guardare al futuro e al progresso del Paese. Sono tutti progetti che necessitano di una messa in rete, poiché da soli non saremo mai in grado di realizzarli. È dunque necessaria un’apertura al confronto e alla collaborazione».

Fra i progetti presentati durante l’incontro vi è la realizzazione di un atlante sulla regione Insubrica, curato da Michele Arnaboldi, professore all’Accademia di architettura di Mendrisio. Il documento intende analizzare le potenzialità del territorio per individuarne gli sviluppi futuri.

In arrivo i pacchetti turistici transfrontalieri

Anche a livello turistico ci si sta muovendo. «Spesso in questo settore c’è la tendenza a fare chacun pour soi, ma siamo certi che una cooperazione possa portare grandi opportunità e ottimi risultati», dice Manuela Nicoletti, direttrice marketing dell’Agenzia turistica ticinese. Sono infatti in fase di progettazione dei pacchetti ad hoc che comprendono itinerari nella ‘regione dei tre laghi’.

A livello più locale, sul tema dei progetti che sono soggetti ad aspetti sia del pubblico sia del privato, si è parlato dell’elettrificazione della navigazione in Svizzera, del terreno delle officine di Bellinzona come "occasione da non perdere", della creazione di un’associazione a sostegno del progetto ‘Caserma di Losone" e un’iniziativa, in collaborazione con l’Agenzia per l’innovazione del canton Ticino (Agire), per favorire l’incontro tra start up ticinesi e possibili investitori. I sindaci presenti hanno inoltre concordato sulla necessità di non bloccare i progetti futuri a causa della pandemia e di sfruttare appieno le opportunità presenti grazie ad Alptransit.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
7 ore
Evasione fiscale in un locale a luci rosse di Chiasso
Le prime indicazioni parlano di diversi milioni di franchi non dichiarati. Sequestrato materiale informatico.
Ticino
7 ore
‘In Gendarmeria mancano effettivi’
Gli agenti affiliati all’Ocst chiedono le necessarie risorse affinché la Cantonale possa operare in modo adeguato. Il sindacato ha ora due copresidenti
Locarnese
8 ore
Locarno, arrestata la vittima del pestaggio in Rotonda
Il 26enne dello Sri Lanka è stato trasferito in Ticino su ordine della Procura. Per lui, che nega ogni addebito, si ipotizza l’accusa di tentato omicidio
Ticino
9 ore
Amalia Mirante è pronta per presentare ‘Avanti’
Questo il nome che l’ex esponente del Partito socialista ha scelto per il suo ‘movimento’. I contenuti verranno presentati lunedì
Ticino
9 ore
Fra le caselle dell’avvento occhio a non aprir quella dei radar
L’elenco delle località dove settimana prossima verranno eseguiti controlli
Luganese
9 ore
‘Casinisti’ attenti, a Lugano arriva il ‘rumorometro’
Il nuovo dispositivo, già testato nei primi due mesi di quest’anno, ha lo scopo di ridurre preventivamente il rumore causato dagli automobilisti
Ticino
9 ore
Livelli, Sirica furioso: ‘Speziali inaffidabile e pavido’
Il copresidente Ps critica duramente la ‘sfiducia’ del presidente Plr al messaggio governativo per la sperimentazione del loro superamento alle Medie
Ticino
10 ore
BancaStato crede nelle start-up e investe (altri) 5 milioni
I fondi sono desinati a idee nel digitale, high-tech e biomedicina. Fabrizio Cieslakiewicz: ‘In un periodo di difficoltà crediamo nell’innovazione’
Ticino
10 ore
Diocesi in rosso: previsto deficit di 1,8 milioni
Chiusura del 2021 in negativo di oltre 31mila franchi, ma per il 2023 il deficit di gestione previsto è da capogiro
Bellinzonese
11 ore
Giubiasco, furgone urta un’auto e si rovescia sul fianco
L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di oggi attorno alle 13.30. Il bilancio, fornito da Rescue Media, parla di due feriti apparentemente non gravi
© Regiopress, All rights reserved