laRegione
il-partito-socialista-prepara-la-campagna-d-autunno
Ti–Press
08.09.21 - 23:30
Aggiornamento: 26.03.22 - 15:20

Il Partito socialista prepara la campagna d’autunno

Il Comitato Ps torna a riunirsi dopo l’estate e tra salario minimo e prossimi appuntamenti traccia la propria agenda

"Lanceremo un’iniziativa popolare che fissi un salario minimo veramente dignitoso alla soglia di 21,50 franchi all’ora". Questo l’annuncio del copresidente del Partito socialista Fabrizio Sirica durante il Comitato cantonale. «È pure necessario eliminare la possibilità di deroghe sui Contratti collettivi di lavoro (Ccl)». Infatti, sulla scia del caso delle tre ditte del Mendrisiotto che hanno proposto ai propri lavoratori di mantenere la remunerazione attuale (in media 15–16 franchi l’ora lordi), afferma: «Lo scopo di questa manovra è stato di raggirare il salario minimo che entrerà in vigore a dicembre. Il partenariato sociale non è più sufficiente, occorre dunque uno Stato più presente, regole, vincoli e controlli. Inoltre la vicenda mostra l’estrema responsabilità della destra nella creazione di questa situazione».

Durante il suo intervento Sirica ha ricordato l’importanza di volgere lo sguardo al futuro dato che «nell’ultimo anno e mezzo la politica è stata come non mai chiamata alla gestione del presente, dell’emergenza». Il socialista afferma inoltre: «Contrariamente a quello che si ipotizzava, non stiamo avendo una crisi economica, ma è senz’altro vero che il Covid ha aggravato problemi strutturali già presenti in Ticino. Parlo del mercato del lavoro e dell’economia in larghissima parte non sostenibile a livello sociale e ambientale». Fra le conseguenze di questi problemi «la questione demografica, con un Ticino che invecchia e con i giovani costretti a fuggire per trovare un lavoro dignitoso». Per guardare al futuro il copresidente Ps ha annunciato che il 16 settembre verrà presentato alla direzione e al gruppo parlamentare un documento «composto da 23 misure concrete con un orizzonte al Ticino del 2030». In conclusione del suo intervento Sirica ha ricordato l’importanza di lavorare, oltre che sul piano parlamentare, su quello di partecipazione della popolazione invitando a prendere parte alle prossime manifestazioni in piazza, fra cui quella organizzata dal sindacato Vpod il 15 settembre.

Il capogruppo in Gran Consiglio Ivo Durisch ha poi preso la parola presentando i tre dossier principali in agenda in autunno: risanamento della cassa pensioni, finanze cantonali e riforma della magistratura. Per quanto riguarda i 700 milioni, che la Commissione della gestione si sta orientando a chiedere al Parlamento di investire come anticipo dei contributi per il risanamento, non dovrebbero esserci grosse difficoltà. Sulle finanze cantonali la linea del Ps è chiara: nessun taglio alla socialità, e no a sgravi fiscali. Riguardo al cantiere sulla giustizia, invece, i socialisti – come tutta la commissione ‘Giustizia e diritti’ – hanno appena ricevuto la seconda perizia dell’ex presidente del Tribunale federale Rouiller. I prossimi passi arriveranno dopo un’attenta analisi della stessa.

L’incontro è proseguito con le prese di posizione sui prossimi temi in votazione. L’assemblea ha approvato all’unanimità l’iniziativa popolare ‘Per cure infermieristiche forti’ e ha approvato (con un contrario e un astenuto) la modifica del 19 marzo 2021 della Legge Covid–19. Ultimo punto in scaletta l’iniziativa popolare ‘Per la designazione dei giudici federali mediante sorteggio’, meglio nota come Iniziativa sulla giustizia, che il comitato ha a maggioranza respinto.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
comitato ps fabrizio sirica partito socialista ps
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
9 min
‘Banca dati polizia: progetto affidato alla Confederazione’
Il governo risponde all’interrogazione di Galusero. Lui: sono deluso, l’assenza ancora oggi di un database nazionale fa il gioco della criminalità
Ticino
1 ora
Insieme a luglio arrivano i radar
La polizia comunica in quali località verranno effettuati settimana prossima i controlli della velocità mobili e semi-stazionari.
Luganese
1 ora
Plan B Lugano, il governo: ‘Rischio ridotto di riciclaggio’
Rispondendo a un’interrogazione, il Consiglio di Stato smorza le preoccupazioni in virtù della natura locale delle transazioni in criptovalute
Mendrisiotto
1 ora
Occhi puntati su Simonetta Sommaruga. ‘Ne sono cosciente’
Dalle corsie A2 ad AlpTransit, la direttrice del Datec sa che le resistenze dei momò sono forti e le aspettative elevate
Bellinzonese
1 ora
Si cerca Giuseppe Brioschi, è scomparso martedì da Bellinzona
La polizia prega chiunque dovesse vederlo di chiamare il Comando allo 0848 25 55 55.
Ticino
1 ora
Carceri, agenti di custodia cercansi: aperto il concorso
Il direttore Laffranchini parla a laRegione del numero di assunzioni che potrebbero esserci. Il 20 luglio serata informativa a Rivera
Ticino
2 ore
La campagna ‘Montagne sicure’ allarga il raggio d’azione
Quest’anno particolare attenzione a segnaletica dei sentieri, e-bike, cani da protezione delle greggi e vacche nutrici. Gobbi: ‘Collaborazione importante’
Bellinzonese
3 ore
Centro sci nordico, fallita la società incaricata della gestione
La Sagl responsabile di ristorante e albergo ha depositato i bilanci. A pesare sarebbero i costi di gestione. Questa sera l’assemblea della Sa.
Gallery
Ticino
6 ore
Da Sciaffusa a Mendrisio: il Consiglio federale in Ticino
Prima la visita a Tenero, poi lo spostamento nel Sottoceneri. Dove, dopo la parte ufficiale, i sette ‘saggi’ hanno incontrato la popolazione.
Mendrisiotto
6 ore
Zigzag in autostrada, multati vari motociclisti
La Polizia cantonale ha riscontrato 31 infrazioni durante alcuni controlli fatti a maggio e giugno.
© Regiopress, All rights reserved