laRegione
mascherine-alle-scuole-medie-fino-alle-vacanze-autunnali
Depositphotos
07.09.21 - 17:42
Aggiornamento: 26.03.22 - 15:20

Mascherine alle scuole medie fino alle vacanze autunnali

Manuele Bertoli porterà in governo domani la decisione. Non sono previsti test salivari sistematici

Stanno per scadere le prime due settimane di scuola, durante le quali è obbligatorio per allievi e docenti, dalle scuole medie in su, indossare la mascherina. Il presidente del Consiglio di Stato e direttore del Dipartimento educazione, cultura e sport (Decs) Manuele Bertoli porterà in governo domani «la decisione sul prolungo dell’uso obbligatorio di questo mezzo di protezione fino alle vacanze autunnali», ci dice. «Come abbiamo sempre detto, siamo in costante contatto con le autorità sanitarie e la situazione viene rivalutata continuamente. Ieri abbiamo incontrato il medico cantonale e i suoi collaboratori proprio per questo. In considerazione del numero di contagi tra i giovani piuttosto elevato verificato in altri cantoni settimana scorsa e del tasso di popolazione vaccinata ancora insufficiente, togliere la mascherina alle Medie in modo indiscriminato come avremmo voluto poter fare (e come hanno voluto provare a fare altrove in Svizzera) risulta rischioso». Dunque alle Medie «almeno sino a fine ottobre, varranno per gli allievi di almeno 12 anni le medesime regole già previste per le scuole postobbligatorie, ovvero obbligo di mascherina con possibili eccezioni in aula per allievi i cui genitori attestano l’avvenuta vaccinazione o guarigione, se si possono rispettare le distanze. Per gli allievi di prima classe (meno di 12 anni) rimane la mascherina obbligatoria».

‘Il sistema non è fondato sul controllo, ma sulla fiducia’

Questa certificazione non potrebbe creare problemi e abusi? «La decisione riguardante gli allievi delle scuole postobbligatorie è già stata comunicata prima dell’anno scolastico ed entrerà in vigore lunedì prossimo, 13 settembre», risponde Bertoli. «I docenti se necessario potranno consultare le dichiarazioni degli allievi in direzione. Il sistema non è comunque fondato sul controllo, ma sulla fiducia e la responsabilizzazione di ognuno, elementi fondamentali in tutta la società, anche al di fuori della scuola per riuscire a uscire tutti assieme da questa pandemia».

Test salivari? ‘Una scarsa adesione a medio-lungo termine’

In una lettera il Movimento della scuola aveva proposto di introdurre dei test salivari sistematici in tutti gli ordini scolastici. Al riguardo il direttore del Decs dice: «Nei cantoni che hanno deciso di adottare questo approccio il tasso di adesione volontaria ai test da parte degli allievi è in netta discesa dopo sole due settimane di scuola. Ciò dimostra una scarsa adesione a medio-lungo termine alla misura e rende ancora meno efficace questo sistema, che misura ma non protegge. Anche i Cantoni che hanno adottato questo metodo ricorrono ora alla mascherina obbligatoria. La strategia adottata in Ticino per il momento risulta essere più efficace: puntiamo sui gesti barriera che effettivamente proteggono dal contagio e offriamo test mirati se e dove ci sono indizi concreti di potenziali focolai».

Mascherine: ‘Difficile immaginare di poterne fare a meno’

Fino a quando è previsto l’uso della mascherina nelle scuole? C’è una soglia di casi di coronavirus in Ticino che permetterebbe di abolire l’obbligo dove è presente? «I valori soglia non funzionano in una situazione complessa e in costante mutamento» spiega Bertoli. «L’opportunità della mascherina sarà valutata man mano, ma finché i dati sui contagi rimangono elevati e il tasso di vaccinazione non ancora sufficiente è difficile immaginare di poterne fare a meno». Per quanto concerne la copertura delle vie respiratorie alle scuole elementari, il presidente del Consiglio di Stato afferma che, come l’anno scorso, non è prevista l’introduzione dell’obbligo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
40 min
È giunta l’ora delle ruspe per la vecchia Valascia
Lunedì 11 luglio l’avvio della demolizione. Appuntamento sul posto per chi vorrà salutarla un’ultima volta
Bellinzonese
43 min
Abuso sessuale alla Fabrique, imputato di nuovo in aula
Processo bis nei confronti dell’uomo condannato in prima istanza per aver approfittato di una ragazza ubriaca. La difesa chiede l’assoluzione
Grigioni
1 ora
È deceduto il bagnante rinvenuto sabato nel Lago di Poschiavo
Il 54enne italiano si era immerso ma non era più tornato in superficie. Ritrovato ad alcuni metri di profondità, era stato elitrasportato in ospedale.
Locarnese
2 ore
Tampona con lo scooter una macchina, gravi ferite per un 55enne
Lo scontro è avvenuto verso le 13.30 poco prima della rotonda dell’aeroporto di Locarno.
Locarnese
7 ore
Aumenta la popolazione scolastica in Bassa Vallemaggia
Ai Ronchini una sezione in più delle Elementari; arriva una nuova docente e viene istituita la figura del vicedirettore
Mendrisiotto
11 ore
Pannelli fotovoltaici per tutti a Mendrisio
In una mozione interpartitica un gruppo di consiglieri comunali propone di lanciare una raccolta fondi per estendere gli aiuti anche agli inquilini
Ticino
11 ore
‘Nessuno sta sotto i ponti. Malessere giovanile, non economico’
Presentati gli aggiornamenti del Morisoli Welfare Index. Pamini: ‘Lo Stato sociale è da riformare integralmente ripensando l’uso delle attuali risorse’
Luganese
11 ore
Gestione acquedotto Collina d’Oro, è riuscito il referendum
Si andrà a votare sulla proposta del Municipio d’istituire il passaggio della gestione dell’impianto alle Ail. Il sindaco: ‘Non ritiriamo il messaggio’
Luganese
21 ore
Bioggio: fermato un cantiere, indizi di reperti archeologici
Proprietario di una casa in costruzione ‘bloccato’ per dar luogo alle indagini dell’Ufficio cantonale dei beni culturali
Bellinzonese
22 ore
La ’ndrangheta prende il treno: inchiesta terminata a Milano
Probabile rinvio a giudizio per i fratelli Rossi, titolari anche della Gcf di Bellinzona indagata in Ticino (cantiere Monte Ceneri) ma non in Italia
© Regiopress, All rights reserved