laRegione
30.07.21 - 19:49

'Meglio persuadere che obbligare: vaccinarsi serve!'

L'appello dei cinque deputati del Plr membri della commissione parlamentare 'Sanità e sicurezza sociale'

meglio-persuadere-che-obbligare-vaccinarsi-serve

Si dicono contrari all’obbligo vaccinale. Perché "è sempre meglio persuadere che obbligare, educare che punire". Così sostengono, nero su bianco, i commissari liberali radicali della 'Sanità e sicurezza sociale' del Gran Consiglio: Maristella Polli, Matteo Quaranti, Giorgio Galusero, Alex Gianella e Alessandro Cedraschi. "Come rappresentanti della Commissione della sanità e della sicurezza sociale lo chiariamo subito: siamo contrari all’obbligo vaccinale. È una questione di responsabilità individuale che si ripercuote a livello sociale e a livello di sanità pubblica. Ma ognuno di noi - scrivono i deputati - deve fare la sua parte: bisogna tener alta la guardia ed evitare altre ondate (e chiusure) come sta avvenendo in altri Paesi. Perché tutti coloro che si vaccinano devono poter anche riappropriarsi di una certa normalità". I cinque granconsiglieri del Plr invitano quindi "la popolazione ticinese ad approcciarsi alla vaccinazione, in particolare chi è vicino alle persone a rischio o si trova in una di queste fasce. Abbiamo bisogno di uno scatto di
responsabilità e di continuare con vigore a credere nella vaccinazione, il solo modo per ritrovare finalmente le nostre libertà". 

La Costituzione, aggiungono, "ci rammenta i diritti inviolabili dell’uomo ma anche i doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale". Tutte le pandemie "sono state affrontate con vaccini e campagne a tappeto". Per i firmatari del comunicato "essere liberali vuol dire affrontare la realtà con spirito critico, riconoscendo però ciò che la storia e la scienza ci dimostrano: nel corso dei decenni, le vaccinazioni hanno guarito i popoli dalle pandemie e dalle malattie". In questo senso "stigmatizziamo alcune prese di posizione recenti della classe dirigente cantonale che si conferma incapace di dare il minimo buon esempio. In questi casi non si sta nel 'centro', fingendo di essere tolleranti". Poiché "il tam-tam dei social diventa cultura e verità". La politica "non può lanciare messaggi ambigui sull'utilità delle vaccinazioni". Occorre "fare una scelta. Se non per noi, facciamola per i morti, i licenziamenti, i fallimenti e l’abbandono scolastico. Perché in fin dei conti, abbiamo capito, tutti, una cosa: non c’è libertà senza responsabilità".

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Grigioni
2 ore
Val Calanca: centinaia di persone sempre isolate dal mondo
Nuove informazioni sono attese per oggi, lunedì. Nessuno fortunatamente è rimasto ferito nello scoscendimento che si è verificato domenica mattina.
Ticino
3 ore
Filippini: ‘La polizia unica non è mai stato un tema per noi’
Il coordinatore del gruppo designato dal governo: ‘Il focus sui compiti, per una loro chiara ripartizione fra Cantonale e polcom. Rapporto per fine anno’
Luganese
5 ore
Lugano, la replica a Lombardi: ‘Coinvolgeteci, ma davvero’
La Commissione di quartiere di Sonvico mette i puntini sulle i, dopo che il municipale si era detto deluso dal presunto inattivismo delle commissioni
Locarnese
5 ore
Gambarogno, i ritocchi ai conti possono attendere
Le finanze del Comune destano preoccupazione, ma le contromisure non saranno per il 2023. Probabile un futuro aumento del moltiplicatore
Mendrisiotto
5 ore
Mendrisiotto, la qualità dell’aria resta osservata speciale
Dopo una settimana pesante è arrivata la pioggia. Nel 2020 registrate quattromila morti premature nelle province pedemontane lombarde
Ticino
13 ore
E per la fine dell’anno c’è anche Nez Rouge
Ritorna il servizio che riaccompagna a casa in sicurezza chi non se la sente di mettersi alla guida
Luganese
13 ore
Fiamme in un appartamento di Caslano, danni ingenti
Non si registrano feriti: quando l’incendio è scoppiato i locali erano vuoti. Sul posto pompieri di Caslano e Polizia
Luganese
16 ore
Protezione civile Lugano Città, un altro anno in prima linea
Anche nel 2022 i giorni di servizio sono stati largamente di più di quelli del triennio 2018-20, seppur un po’ meno rispetto al 2021
Grigioni
17 ore
Frana in Val Calanca: ‘Non si può continuare a sfidare la sorte’
Per la vicesindaca di Buseno Rosanna Spagnolatti è necessario individuare una soluzione per una zona già toccata in passato da scoscendimenti
Mendrisiotto
18 ore
Breggia cambia il progetto per l’ex Osteria del sole
Il Municipio ha presentato una nuova domanda di costruzione, che al contrario della precedente, prevede la demolizione integrale della struttura
© Regiopress, All rights reserved