laRegione
27.07.21 - 18:53

Tutti non vaccinati i 14 ricoverati in Ticino in due settimane

Lo riporta la Rsi, a cui Mattia Lepori, vicecapo area medica dell'EOC, ha riferito che tutte le 4 persone attualmente in cure intense hanno fra i 30 e i 60 anni

tutti-non-vaccinati-i-14-ricoverati-in-ticino-in-due-settimane
(Ti-Press)

Le 14 persone ricoverate nel corso delle ultime due settimane in Ticino, di cui 6 transitate nei reparti di cure intense, sono tutte non vaccinate. Lo riporta la Rsi, a cui Mattia Lepori, vicecapo area medica dell'EOC, ha dichiarato che tutti i 4 ricoveri attuali nei reparti di terapia intensiva si riferiscono a pazienti fra i 30 e i 60 anni. Lepori ha specificato che, probabilmente, l'abbassamento dell'età media dei ricoveri è dovuto da un lato all'effetto protettivo dei vaccini rispetto alla fascia di popolazione di età più elevata e più a rischio, dall'altro all'abbassamento della percentuale di vaccinati man mano che si scende di fascia di età: attualmente, meno del 50% delle persone sotto i 45 anni è vaccinata. 

Per le persone di età più giovane in cure intense, ha proseguito il vicecapo area medica Eoc ai microfoni del radiogiornale, la prognosi è, sì, migliore e la mortalità più bassa, ma il decorso è comunque lungo e gravoso, con una permanenza di 2 o 3 settimane nei reparti di cure intense e una successiva, lunga fase di riabilitazione. Non ci sono ancora cifre sull'incidenza del long covid nei più giovani, ma esso si verifica in tutte le fasce di età: "È un fenomeno che non risparmia nessuno", ha concluso Mattia Lepori.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
19 min
Tre milioni di franchi per combattere le neofite invasive
È la richiesta di credito formulata, attraverso il relativo messaggio, dal Municipio di Locarno, per una vera a propria strategia sull’arco di 10 anni
Locarnese
21 min
Più passeggeri nel 2022 sul trenino bianco-azzurro e i bus
Le Fart hanno conosciuto un incremento dei viaggiatori su gomma e rotaia grazie anche al notevole potenziamento del trasporto pubblico regionale
Luganese
35 min
A Monteceneri scatta il referendum sull’acquedotto
Partita la raccolta firme contro il credito da 2 milioni per rinnovare ed estendere le condotte sotto alla Cantonale: ‘Non prioritario né necessario’
Locarnese
41 min
Troppo traffico e troppo rumore in alcune vie di Locarno
Lo sostengono alcuni cittadini che hanno lanciato una petizione per far abbassare la velocità a 30 km/h in via Franzoni, via Varenna e via Vallemaggia
Bellinzonese
43 min
Ecco il bando per progettare il nuovo ospedale di Bellinzona
L’Eoc indica una prima fase realizzativa alla Saleggina entro il 2030, seguita da ulteriori sviluppi nel 2050
Ticino
1 ora
Piove troppo poco: scatta il divieto di fuochi all’aperto
La misura, decisa in considerazione dell’elevato rischio di incendio di boschi, concerne Ticino, Moesano, Val Bregaglia e Val Poschiavo
Bellinzonese
2 ore
‘Malumore e perplessità in comitato’ sull’agire di Martinoli
Associazione ospedali di valle, poco gradita la lettera del primo firmatario sul ritiro dell’iniziativa. Attesa la risposta del Dss alle nuove richieste
Mendrisiotto
4 ore
Pizzicato al confine con 750 mila franchi non dichiarati
Controllato dalla Guardia di finanza al valico di Chiasso, l’uomo viaggiava a bordo di un Eurocity proveniente dalla Svizzera
Ticino
6 ore
La sinistra si spacca sulle armi svizzere all’Ucraina
Il permesso alla riesportazione, sostenuto dal Ps svizzero, non piace a quello ticinese. Carobbio: ‘Intensificare la diplomazia’
Ticino
6 ore
Aumentano i controlli radar? ‘Flasha’ l’interpellanza del Centro
Marco Passalia e Fiorenzo Dadò passano dalle parole ai fatti e chiedono al governo se ‘non si stia esagerando’ e se ‘l’intenzione sia far cassetta’
© Regiopress, All rights reserved