laRegione
04.07.21 - 15:11
Aggiornamento: 15:53

È uscito oggi l’ultimo numero del ‘Caffè’

Il domenicale era nato 28 anni fa. Dopo l’estate lo sostituirà un nuovo settimanale a distribuzione gratuita sotto l’egida del Corriere del Ticino.

e-uscito-oggi-l-ultimo-numero-del-caffe
Il direttore Lillo Alaimo (Ti-Press)

Un maiuscolo “Grazie” sotto la testata. Così il direttore Lillo Alaimo ringrazia i lettori del Caffè, giunto oggi alla sua ultima edizione. ll domenicale – nato 28 anni fa a Locarno come quindicinale e divenuto settimanale cinque anni dopo – va in ‘pensione’ insieme a lui e allo storico redattore Clemente Mazzetta. A continuare a modo suo questa esperienza sarà ora una nuova testata, anch’essa sotto l’egida del gruppo Corriere del Ticino (nel quale il Caffè era confluito tre anni fa, rimediando così all’addio dell’editore Ringier). Il progetto in partenza a fine agosto si chiamerà ‘La Domenica’ e sarà anch’esso distribuito gratuitamente nelle consuete ‘cassette’, con un’edizione online a pagamento. A Muzzano si trasferirà tutto il personale restante del Caffè. Direttore della nuova iniziativa sarà lo stesso del Corriere, Paride Pelli, mentre proprio dal Caffè arriverà il caporedattore Mauro Spignesi.

L’editore Giò Rezzonico ha ricordato come l’operazione si sia resa necessaria a causa del “tracollo” delle entrate pubblicitarie – meno 80% dal 2008 –, esacerbato dalla crisi pandemica e dal mancato accesso agli aiuti indiretti agli editori, riservati a chi effettua spedizione postale. Nell’ultima puntata della sua rubrica ‘Fuori dal coro’, Rezzonico ha spiegato e difeso le scelte di un trentennio: “All’interno della nostra reale indipendenza, abbiamo sempre dichiarato di voler proporre un giornalismo d’inchiesta”, un “servizio alla democrazia” che deve affrontare le “difficoltà o pericoli rappresentati dal fatto di camminare sempre su un crinale molto ripido e delicato con il rischio di cadere da una parte nella spettacolarità e nel sensazionalismo e dall’altra nel pettegolezzo”. Nonostante le molte pressioni politiche riscontrate e le difficoltà del settore, Rezzonico ha comunque voluto concludere con una nota ottimistica: “Alla domanda: ma il giornalismo d’inchiesta è possibile in Ticino?, rispondo che praticarlo è faticoso e difficile, ma possibile”.

 

 

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
54 min
Targhe, Centro e Udc firmano un rapporto senza maggioranza
Calcolo della nuova imposta di circolazione, la Lega per ora si defila mentre Plr e Ps confermano il loro no al testo Dadò/Pamini. E il clima è teso
Mendrisiotto
1 ora
Il Nebiopoli 2023 svela i suoi contenuti
Il Carnevale di Chiasso sarà in programma dal 2 al 5 febbraio. Ampliato il Villaggio, oltre ai consueti appuntamenti anche ospiti internazionali
Locarnese
1 ora
PCi, la guerra in Ucraina ‘rispolvera’ i rifugi atomici
Il Consorzio ha avviato su tutto il territorio controlli dei bunker in caso di catastrofe nucleare. Attese nuove ondate di rifugiati e novità per la sede
Bellinzonese
1 ora
Squadra esterna di Biasca, a processo per vie di fatto
La Procura ha firmato un Decreto d’accusa nei confronti di un operaio comunale, che si è opposto. Si va in Pretura penale
Bellinzonese
2 ore
La 19enne era al rave: con la conferma si cercano testimoni
La polizia grigionese invita quanti sono a conoscenza dello stato di salute della ragazza all’evento della diga della Roggiasca a contattare il comando
Mendrisiotto
9 ore
Da Berna un sostegno per il ‘centro di partenza’ di Rancate
Passa all’unanimità agli Stati la concessione di una somma forfettaria ai Cantoni che in situazioni straordinarie gestiscono centri asilanti provvisori
Mendrisiotto
11 ore
Il Museo dei fossili di Meride spegne dieci candeline
Tra esperienze multimediali e una nuova teca terrestre, il direttore Luca Zulliger si prepara per le porte aperte d’anniversario
Locarnese
14 ore
Un fuoristrada, un gatto e l’amore per la (nuova) vita
Grazie al piacere nel viaggiare assieme al suo fedele Jek, il locarnese ‘Jonni’ è riuscito a riprendersi dopo un tragico incidente in cui è quasi morto
Ticino
14 ore
Salario minimo non adeguato all’inflazione, Durisch: ‘Contesto!’
Il capogruppo Ps dopo la decisione del governo: ‘Assurdo, è una manovra per non arrivare all’ultima forchetta nel 2025: non sta né in cielo né in Terra’
Luganese
19 ore
Lugano, trasporto pubblico più friendly per i disabili
Approvato il maxi credito (13,6 milioni) per adeguare una parte delle fermate cittadine. Polemica in Consiglio comunale sulle telecamere nei parchi gioco.
© Regiopress, All rights reserved