laRegione
Venezia
0
Fiorentina
0
1. tempo
(0-0)
aziende-investite-di-piu-nella-formazione
Ticino
01.07.21 - 21:040

'Aziende, investite di più nella formazione'

L'associazione Araf Ticino lancia la campagna di collocamento in apprendistato degli impiegati di commercio

Con l’obiettivo di sensibilizzare le aziende a investire maggiormente nella formazione, l’Associazione della rete di aziende formatrici del Canton Ticino (Araf) lancia la sua campagna di collocamento in apprendistato degli impiegati di commercio per l’anno scolastico 2021-2022. “In Ticino e nel settore del commercio - rileva l’associazione - sempre meno aziende mettono a disposizione posti di tirocinio. È la realtà con cui si confrontano famiglie e datori di lavoro in queste settimane”. Una situazione, aggiunge, resa ancora più difficile dalla crisi economica portata dalla pandemia. Ebbene, l’obiettivo principale della campagna di Araf Ticino è di “aumentare il numero di posti di tirocinio nel commercio grazie al coinvolgimento di aziende che non stanno formando”. «È fondamentale sensibilizzare le aziende a investire di più nella formazione - sottolinea, citata nella nota dell’associazione, Sabrina Guidotti, direttrice della sezione ticinese della Società degli impiegati del commercio (Sic) e membro del comitato di Araf-. Nel nostro cantone è necessario riequilibrare il rapporto tra domanda e offerta nel settore per garantire un futuro di qualità ai nostri giovani e alla nostra economia. Investire nella formazione - continua Guidotti - diventa un atto di responsabilità per le aziende verso tutto il sistema. Grazie al modello formativo proposto da Araf, anche le aziende che non dispongono di maestri di tirocinio possono assolvere il loro ruolo formativo».

Costituita nel 2007

Certo, assicurare una formazione adeguata è diventato oggi, riconosce l’associazione, un compito sempre più impegnativo e oneroso, soprattutto per le piccole e medie imprese che dispongono di poco personale. “Oltre a formarlo sul posto di lavoro, occorre seguirlo nella pianificazione della formazione, nella valutazione del raggiungimento degli obiettivi, come pure nei lavori da svolgere per i corsi interaziendali - ricorda -. Senza, tuttavia, considerare il lavoro necessario per il reclutamento e, una volta assunto, la gestione amministrativa e dei contatti regolari con tutte le parti coinvolte - scuola, associazione di categoria, genitori e Divisione della formazione professionale - sino alla preparazione degli esami finali”. Per assolvere tutti questi compiti, nel 2007 è stata costituita, con il sostegno del Cantone e della Confederazione, Araf Ticino, associazione no-profit di aziende che ha – “grazie all’offerta di servizi esterni all’azienda e possibilmente per un periodo transitorio che porti all’indipendenza nell’assunzione di apprendisti” – lo scopo di promuovere l’apprendistato prevalentemente commerciale in Ticino, sgravando le aziende da tutti gli oneri previsti dal percorso formativo.

Risorse comuni

Promossa e sostenuta dalla Società degli impiegati del commercio, dalla Camera di commercio, dell’industria, dell’artigianato e dei servizi (Cc-Ti) e dall’Associazione delle industrie ticinesi (Aiti), Araf affianca le aziende nell’assicurare una formazione professionale in rete, concetto che "è anche il fulcro di questa iniziativa che punta alla qualità, sia della formazione sia dei tirocinanti”. In pratica, spiega ancora l’associazione, “due o più aziende si uniscono per formare i loro apprendisti, sfruttando le risorse comuni: la rete ottimizza così il carico lavorativo necessario per ogni azienda formatrice”.

Araf Ticino funge da coordinatrice della rete. Accompagna e sostiene le aziende occupandosi della supervisione degli apprendisti. Con questo modello formativo, anche le aziende che non dispongono di maestri di tirocinio “possono partecipare alla formazione professionale di base”. Al momento fanno parte della rete di Araf quarantasette aziende.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
25 min
Parmalat Bis, Luca Sala ribadisce la sua estraneità
Al primo giorno di dibattimento al Tribunale penale federale di Bellinzona la Corte ha acquisito le sentenze civili del Liechtenstein favorevoli a Sala
Ticino
1 ora
Fiduciari, dal Gran Consiglio un chiaro sì alla legge
Ok all’adeguamento alle norme federali. Riconosciuta la necessità di mantenere la LFid. Bertoli (Autorità di vigilanza): tutela dei clienti prioritaria
Luganese
1 ora
Monteceneri, Casa Landfogti interamente nelle mani del Comune
Sono stati accolti dal Gran Consiglio l’estinzione della demanialità e la convenzione tra Cantone e Comune sul passaggio gratuito del terreno
Gallery
Mendrisiotto
1 ora
Il nucleo di Ligornetto chiude. E fuori tutti in colonna
Mendrisio difende la misura, Stabio la contesta e chiede un tavolo di discussione. Intanto, c’è chi pensa di riportare al voto la popolazione
Ticino
2 ore
Maltrattamenti, il veterinario cantonale sarà parte civile
Approvato in Gran Consiglio il rapporto della Commissione giustizia e diritti
Bellinzonese
2 ore
‘Cara Sommaruga, verifichi cosa sta facendo l’Uft’
Nuove Officine Ffs: il legale di tre ditte attive a Castione sollecita la consigliera federale affinché s’interessi del dossier
Luganese
4 ore
Eroina sul treno a Lamone, condanne fino a 6 anni
La Corte delle Assise criminali di Lugano ha condannato i ‘muli’ intercettati il 15 aprile con tre chili di droga nascosti nello zaino
Locarnese
4 ore
Discariche abusive, domande al governo
Interrogazione in merito a incuria e degrado dell’area. Situazione già denunciata in passato, ma nulla è cambiato
Locarnese
5 ore
Verscio, addio a Pablo, l’esercente amato da tutti
Cordoglio e incredulità per la morte di Paolo Janner, titolare per anni del Ristorante Croce Federale
Mendrisiotto
5 ore
Bancarotta fraudolenta, due anni di carcere
Condannato un 68enne del Mendrisiotto che ha svuotato gli attivi della sua società per un totale di 1,2 milioni
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile