laRegione
Venezia
1
Fiorentina
0
2. tempo
(1-0)
lotta-al-coleottero-giapponese-chiesto-l-aiuto-dei-ticinesi
Foto: Agroscope
Ticino
17.06.21 - 11:280
Aggiornamento : 12:02

Lotta al coleottero giapponese, chiesto l'aiuto dei ticinesi

Lo prevede un progetto di Agroscope, che lancia un sito su cui è possibile segnalare la presenza dell'insetto esotico dannoso per la vite e altre piante

Intensificare la lotta al coleottero giapponese in Ticino chiedendo la collaborazione della popolazione. È l'obiettivo di Agroscope, che ha lanciato uno strumento innovativo per monitorare la diffusione di questo insetto infestante, catturato per la prima volta nel 2017 nel cantone.

In particolare, è stata messa a punto una cartina interattiva che permette di segnalare facilmente le proprie osservazioni sul campo, scrive in una nota odierna Agroscope, che per l'identificazione delle immagini collabora con l'Università della Svizzera italiana. Si può accedere al dispositivo sul sito www.coleottero-giapponese.ch.

È fondamentale riconoscere l'insetto precocemente. Una volta stabilitosi, diventa infatti difficile eradicarlo, tanto che la lotta contro gli esemplari adulti, che causano i danni maggiori, è pressoché impossibile. La loro osservazione permetterà quindi di risalire questo autunno ai luoghi di deposizione delle uova nel terreno, per combattere le larve con metodi di lotta biologica, precisa Agroscope.

L'animale in questione è lungo dagli otto ai dodici millimetri e assomiglia al maggiolino degli orti. Presenta però tre caratteristiche distintive: un vistoso pronoto di colore verde-oro scintillante, cinque ciuffi di peli bianchi su ciascun lato dell'addome e altri due ciuffi sull'ultimo segmento addominale. In giugno, gli adulti iniziano a volare, ad accoppiarsi e a nutrirsi. Il periodo di volo principale dura da giugno a settembre, con un picco in luglio. Ecco perché è più facile notarli in questo periodo.

I coleotteri giapponesi adulti provocano danni nutrendosi di foglie, fiori e frutti di molte specie vegetali. Possono attaccare la vite, frutta a bacche (fragole, more, lamponi, mirtilli), frutta a nocciolo, meli, mais e soia. Colpiscono anche specie legnose, come per esempio l'acero, la betulla, il faggio, la quercia, il tiglio, il pioppo e il salice. Finora in Ticino i danni riguardano soprattutto la vite.

Siccome spesso gli organismi esotici introdotti nelle regioni europee nelle quali non erano indigeni provengono da sud, il Ticino risulta particolarmente colpito, rileva infine Agroscope, aggiungendo che sono considerati "invasivi" quando la loro capacità di diffusione può causare danni ecologici, sociali o economici.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Parmalat Bis, Luca Sala ribadisce la sua estraneità
Al primo giorno di dibattimento al Tribunale penale federale di Bellinzona la Corte ha acquisito le sentenze civili del Liechtenstein favorevoli a Sala
Ticino
2 ore
Fiduciari, dal Gran Consiglio un chiaro sì alla legge
Ok all’adeguamento alle norme federali. Riconosciuta la necessità di mantenere la LFid. Bertoli (Autorità di vigilanza): tutela dei clienti prioritaria
Luganese
2 ore
Monteceneri, Casa Landfogti interamente nelle mani del Comune
Sono stati accolti dal Gran Consiglio l’estinzione della demanialità e la convenzione tra Cantone e Comune sul passaggio gratuito del terreno
Gallery
Mendrisiotto
2 ore
Il nucleo di Ligornetto chiude. E fuori tutti in colonna
Mendrisio difende la misura, Stabio la contesta e chiede un tavolo di discussione. Intanto, c’è chi pensa di riportare al voto la popolazione
Ticino
2 ore
Maltrattamenti, il veterinario cantonale sarà parte civile
Approvato in Gran Consiglio il rapporto della Commissione giustizia e diritti
Bellinzonese
3 ore
‘Cara Sommaruga, verifichi cosa sta facendo l’Uft’
Nuove Officine Ffs: il legale di tre ditte attive a Castione sollecita la consigliera federale affinché s’interessi del dossier
Luganese
5 ore
Eroina sul treno a Lamone, condanne fino a 6 anni
La Corte delle Assise criminali di Lugano ha condannato i ‘muli’ intercettati il 15 aprile con tre chili di droga nascosti nello zaino
Locarnese
5 ore
Discariche abusive, domande al governo
Interrogazione in merito a incuria e degrado dell’area. Situazione già denunciata in passato, ma nulla è cambiato
Locarnese
6 ore
Verscio, addio a Pablo, l’esercente amato da tutti
Cordoglio e incredulità per la morte di Paolo Janner, titolare per anni del Ristorante Croce Federale
Mendrisiotto
6 ore
Bancarotta fraudolenta, due anni di carcere
Condannato un 68enne del Mendrisiotto che ha svuotato gli attivi della sua società per un totale di 1,2 milioni
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile