laRegione
03.06.21 - 19:03

‘Il Governo non vuole sostenere il corpo studentesco’

La petizione del Sisa, respinta dal Consiglio di Stato, chiedeva un limite alle bocciature, corsi di recupero e la possibilità di ripetere la maturità

il-governo-non-vuole-sostenere-il-corpo-studentesco
Depositphotos

Un limite alle bocciature, l'introduzione di corsi di recupero pubblici e gratuiti in tutti gli ordini scolastici e la possibilità di ripetere la maturità ad agosto. Erano queste le tre rivendicazioni contenute nella petizione ‘Pandemia e difficoltà scolastiche: sosteniamo il corpo studentesco’ promossa dal Sindacato indipendente studenti e apprendisti (Sisa). Proposte che sono state rifiutate “in blocco” dal Governo ticinese. Le oltre mille firme erano state consegnate lo scorso 30 aprile. 

Facendo riferimento ai dati relativi al primo semestre, “il Consiglio di Stato ignora la condizione effettiva del corpo studentesco che non può essere riassunta da qualche cifra e risultato quantitativo”, si legge nel comunicato stampa. “Il rifiuto di abrogare il limite di bocciature, oppure la sua sospensione per l’anno scolastico in corso viene giustificato con l’invito alle direzioni d'istituto a derogare al regolamento nei casi eccezionali, ritenendo la misura corretta per riorientare la scelta formativa”. Il Sisa, non d'accordo con questa spiegazione, ricorda che “la pandemia ha accentuato il regime di pressione che quotidianamente uno studente vive, mettendo in serio rischio il suo benessere psichico e compromettendo un clima favorevole all'apprendimento”. 

Sul punto riguardante i corsi di recupero, il Consiglio di Stato ritiene che l'offerta attuale sia sufficiente, ma secondo il sindacato studentesco il problema sussiste nel post–obbligatorio, deficit che “non è colmato dagli sportelli eterogeneamente organizzati nei vari istituti”.

Rispetto alla proposta di organizzare una sessione di recupero degli esami di maturità “la risposta ottenuta è contraddittoria: da un lato si fa appella all'incompatibilità legale con l'Ordinanza federale, dall'altro si cita il caso del Canton Vaud, in cui una proposta simile è già realtà”, si indigna il Sisa che afferma: “Anche qui il Governo, partendo dalla costatazione quantitativa che gli allievi a bocciare l'ultimo anno siano pochi, sottovaluta la condizione di ansia e stress che gli studenti vivono durante gli esami”. Il sindacato invita dunque il Consiglio di Stato a rivedere la propria decisione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
3 ore
Abbattuto un giovane lupo in Valle di Blenio
La sua cattura, avvenuta lunedì sera ad Aquila vicino all’abitato e a una stalla, era stata autorizzata il 23 novembre
Bellinzonese
5 ore
Rabadan in rosso, fra le novità 2023 un lieve aumento dei prezzi
Perdita di 117mila franchi, di cui 41mila per Lumino. Via il braccialetto, arriva il QR code. Si lavora a un programma completo. Ecco il gioco da tavolo
Mendrisiotto
8 ore
Piscina coperta regionale, ‘il Cantone dia delle certezze’
Tre deputati momò del Centro tornano alla carica. Sul progetto il Distretto attende ‘risposte chiare e inequivocabili’
Locarnese
8 ore
Via Stazione: dall’autosilo in giù tutto il fronte sarà demolito
Da ieri all’albo comunale di Muralto il progetto da 50 milioni per due nuove costruzioni a contenuti misti e un diverso “rapporto” con il Grand Hotel
Ticino
8 ore
Imposta di circolazione, dalla confusione al circo
Il pessimo spettacolo della politica: incapace di trovare un’intesa, ma capace di alimentare confusione. E poi chissà perché le urne vengono disertate...
Luganese
14 ore
Fra i 17 e i 27 milioni per la nuova piscina di Trevano
La notizia è trapelata a margine dell’assemblea dell’Ente regionale di sviluppo del Luganese. Passi in avanti per il Parco regionale del Camoghè.
Mendrisiotto
16 ore
Un territorio raccontato attraverso tredici storie di vita
Le conversazioni del poeta Massimo Daviddi e i ritratti del fotografo Aldo Balmelli in un libro che restituisce lo sguardo dei protagonisti
Ticino
17 ore
Tetto ai premi di cassa malati, Carobbio: ‘Grave non parlarne’
Per la consigliera agli Stati il ‘no’ all’entrata in materia è ‘un brutto segnale’. Chiesa: ‘rifiutiamo il principio, e per il Ticino cambierebbe poco’
Luganese
18 ore
Lugano, il futuro del fiume Cassarate passa dal Liceo 1
Per la riqualifica un’inedita collaborazione fra Dipartimento del territorio e ragazzi dell’istituto scolastico, fra nuovi accessi e un percorso didattico
Ticino
19 ore
Vigilanza sulla Procura federale, proposta Fiorenza Bergomi
La Commissione giudiziaria sottopone le proprie indicazioni all’Assemblea federale in vista delle nomine in programma per il 14 dicembre
© Regiopress, All rights reserved