laRegione
28.05.21 - 15:57
Aggiornamento: 18:56

Chiesta una ricerca nazionale per rilevare i pregiudizi

Lo reclama la rete ‘nateil14giugno’ per un'osservazione negli ambiti giudiziari e dei media

chiesta-una-ricerca-nazionale-per-rilevare-i-pregiudizi
Depositphotos

Una ricerca nazionale per rilevare i pregiudizi presenti negli ambiti giudiziari e dei media. È quello che chiede la rete ‘nateil14giugno’ al Consiglio di Stato, proponendo che siano due organi dell'Università della Svizzera italiana a portare avanti la ricerca: l'Istituto di diritto e l'Osservatorio europeo di giornalismo. Questo in collaborazione con altri atenei specializzati in Svizzera. Il fine è quello di “raccogliere elementi conoscitivi affinché si possano attivare misure specifiche da integrare al Piano d'azione cantonale contro la violenza domestica e di genere”.

“Proprio la Convenzione di Istanbul contro la violenza contro donne e ragazze e violenza domestica, investe i media di un compito importante nel combattere la violenza sulle donne, ruolo che non possono però svolgere se distorcono la realtà dei fatti veicolando una informazione stereotipata. Pregiudizi che talvolta producono anche i processi e le sentenze che rischiano di vittimizzare nuovamente le donne e le ragazze vittime di violenza, generando una generale sfiducia nelle procedure giudiziarie”, si legge nel comunicato.

La rete porta l'esempio italiano del progetto ‘Step’, che si propone d'indagare gli stereotipi e i pregiudizi che colpiscono la donna vittima di violenza in ambito giudiziario, nelle forze dell'ordine e nella stampa. Con l'obiettivo, inoltre, di attivare campagne di educazione e comunicazione per portare de cambiamenti nei comportamenti socio–culturali al fine di eliminare tutte le pratiche basate su modelli stereotipati dei ruoli delle donne e degli uomini. 

“Siamo convinte che conoscere quali siano le principali rappresentazioni da parte dei media e degli ambiti giudiziari, può permettere d'intervenire con più chiarezza ed efficacia nel rimuovere quei pregiudizi che ancora troppo spesso impediscono alle vittime, donne, ma anche uomini, di prendere la parola per timore di non essere credute e subite un'ulteriore condanna ‘sociale’ o, come viene tecnicamente indicata, essere vittime di una vittimizzazione secondaria (tramite i media) e terziaria (nelle procedure giudiziarie)”, spiega ‘nateil14giugno’.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
GALLERY
Mendrisiotto
4 ore
Il parco delle gole della Breggia si fa più inclusivo
Inaugurato un percorso per ipovedenti nell’area del mulino del Ghitello. Stella: ‘È un patrimonio da difendere, ma anche rendere accessibile a tutti’.
Ticino
4 ore
Premi cassa malati, Marco Chiesa (Udc) insiste e interroga Berna
Il presidente nazionale democentrista segue De Rosa e chiede al Consiglio federale perché nel calcolo per il ’23 non siano stati calcolati ’20 e ’21
Luganese
6 ore
Cornaredo, ‘tabula rasa’ pronta sulla carta
Presto in pubblicazione a Lugano e Porza il Piano di quartiere del comparto B1a. Previsti edifici misti di altezza tra i 30 e i 60 metri
Grigioni
6 ore
A Mesocco non si ripresenta il sindaco Christian De Tann
In corsa per la carica di capo dell’esecutivo alle elezioni comunali del 30 ottobre vi sono John Seghezzi, Fausto a Marca e Mattia Ciocco
Locarnese
7 ore
Il giudice sul pedofilo: ‘È solo la punta dell’iceberg’
Un 77enne del Sopraceneri condannato a 8 anni di carcere per ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
8 ore
Dai ruderi è nato un auditorium: inaugurazione a Biasca
Ultimati i lavori della struttura concertistica e per eventi culturali che potenzia l’offerta dell’attigua Casa Cavalier Pellanda
Ticino
8 ore
Ticino capitale del turismo sostenibile, ‘è la sfida del futuro’
Questa settimana si tiene l’Adventure travel world summit, l’evento più importante a livello internazionale per la promozione di una ‘nuova visione’
Locarnese
8 ore
Bracconieri in Vallemaggia, la Federazione prende le distanze
La Fcti condanna senza mezzi termini i deplorevoli atti compiuti da un gruppo di persone nemmeno in possesso di una licenza venatoria
Bellinzonese
10 ore
Municipio di Bodio favorevole alla fusione con Giornico
Una decisione unanime che permette di avviare l’iter per un’aggregazione ridotta rispetto al progetto che comprendeva anche Pollegio e Personico
Ticino
14 ore
Vaccinazioni di richiamo autunnali in Ticino dall’11 ottobre
Le informazioni sono già disponibili sul sito ufficiale dedicato alle vaccinazioni www.ti.ch/vaccinazione
© Regiopress, All rights reserved