laRegione
12.05.21 - 16:29
Aggiornamento: 26.03.22 - 14:55

Suter: ‘Un passo nella giusta direzione, ma si apra prima’

Il presidente di GastroTicino auspica la riapertura per il weekend di Pentecoste

suter-un-passo-nella-giusta-direzione-ma-si-apra-prima
Ti–Press
Massimo Suter

«È sicuramente un passo nella giusta direzione. L’unica domanda che mi pongo è se ci sia la necessità di dover aspettare ancora fino al 31 di maggio», afferma Massimo Suter, presidente di GastroTicino riguardo all’annuncio del Consiglio Federale di possibili riaperture degli spazi interni dei ristoranti.

«Appoggiandomi sul fatto che adesso la situazione sanitaria lo permetterebbe, ma soprattutto anche in virtù delle chiusure prolungate che abbiamo avuto lungo svariati mesi, credo che si debba dare la possibilità di poter sfruttare i weekend lunghi che abbiamo davanti – prosegue Suter –. Forse aprire per quello dell’Ascensione sarebbe un azzardo, ma credo che il weekend lungo di Pentecoste lo si potrebbe già annoverare come momento per rendere fruibili gli spazi interni dei ristoranti. Se questo non fosse possibile, trovo comunque sensato permettere l’apertura il weekend del 29 di maggio e non aspettare lunedì 31 maggio. Non credo che il virus aspetti due giorni per addormentarsi del tutto, quindi credo che il venerdì o il sabato si possa tranquillamente riaprire».

Riguardo agli spazi pubblici esterni, di cui ristoranti e bar hanno potuto usufruire in questo periodo, Suter spiega: «Andavano a compensare in primis la riduzione dello spazio utilizzabile delle nostre terrazze dovuta ai piani di protezione, che richiedono distanze maggiori fra i tavoli e un massimi di quattro persone per tavolo». Alcuni ristoratori si sono organizzati con l’acquisto di gazebi e altro, un investimento che secondo il presidente di GastroTicino sarà ripagato col tempo: «Si va verso la bella stagione e gli spazi esterni acquisiscono maggiore attrattività. Non dimentichiamo che i piani di sicurezza saranno mantenuti ancora per diverse settimane se non addirittura mesi, quindi gli spazi saranno comunque sfruttabili meno rispetto a una situazione normale. Quindi gli spazi pubblici esterni serviranno sicuramente anche quando si potranno riaprire quelli interni».

L’appello passa ai Comuni, i quali concedono i permessi per poter usufruire del suolo pubblico da parte di bar e ristoranti: «Ringraziamo coloro che hanno aderito alla richiesta di maggiore flessibilità nei confronti di quella ristorazione che si trovava penalizzata da queste regole di distanziamento accresciute. Non sarà un esercizio fine a se stesso, poiché avrà ragione d’esistere anche nelle prossime settimane», conclude Suter.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
7 ore
Grave all’ospedale una 19enne, forse dopo rave party
Quattro giovani, nel frattempo identificati, l’hanno lasciata all’ospedale San Giovanni. Venivano da una festa abusiva organizzata a Roveredo
Luganese
8 ore
Capriasca, la Giudicatura di pace trova casa a Vaglio
Inaugurata la nuova sede del Circolo che comprende anche Origlio e Ponte Capriasca e che risolve poco meno di 200 incarti all’anno
Grigioni
12 ore
Sindaco di Lostallo, Moreno Monticelli pronto a rinunciare
Municipio riconfermato in blocco: ‘Lavoriamo bene, se Giudicetti vuole continuare io faccio un passo indietro’. A Castaneda la novità è Salvanti
Ticino
14 ore
I Verdi approvano la lista col Ps: ‘Saremo la vera novità’
L’Assemblea ha ratificato le candidature di Samantha Bourgoin e Nara Valsangiacomo per il Consiglio di Stato. ‘Bisogna puntare al raddoppio in governo’
Video
Ticino
1 gior
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
1 gior
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
1 gior
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
1 gior
‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’
Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
2 gior
‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’
La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
2 gior
Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No
Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
© Regiopress, All rights reserved