laRegione
sul-sergente-maggiore-un-silenzio-imbarazzante-e-inaccettabile
(Ti-Press)
15.04.21 - 16:55
Aggiornamento : 17:12

'Sul sergente maggiore un silenzio imbarazzante e inaccettabile'

I Verdi del Ticino interrogano il Consiglio di Stato circa la mancata risposta del Di sul caso dei post Facebook "inappropriati" di un agente di polizia

"Imbarazzante e inaccettabile". Così i Verdi del Ticino definiscono "l'assordante silenzio del Capo del dipartimento delle Istituzioni" nell'interrogazione presentata oggi al Consiglio di Stato circa la notizia, da noi riportata, di un post Facebook "totalmente inappropriato" di un sergente maggiore della Polizia cantonale.

"Nel post incriminato", ricordano i Verdi, "il sergente minaccia colui che ha vandalizzato la sua automobile di “accorciare il suo destino terreno”. I toni sono forti: il vandalo, definito “succedaneo d’uomo nonché figlio di padre ignoto”, viene avvisato che, dovesse incontrarlo, “per il tempo necessario dimenticherò chi sono nella vita e sarà forse l’unica volta che non vedrai l’ora che arrivino in tuo aiuto i tanti odiati sbirri! Applicherò un'antica legge non comune alle nostre latitudini...”." Insomma, concludono gli ambientalisti, "un sergente delle Polizia cantonale minaccia di farsi giustizia da sé".

I Verdi, rimarcando "il fatto, di per sé già grave", rimarcano ancora il fatto che "l’autore delle minacce era stato condannato per aver postato sui social media contenuti di stampo nazifascista. Nonostante la condanna l’agente era stato promosso, qualche anno dopo la condanna, a Sergente maggiore".

Da qui, nell'interrogazione, I Verdi del Ticino chiedono al Consiglio di Stato:

  1.  È stato informato dal DI dei fatti?
  2. Come giudica il CdS le esternazioni pubbliche del Sergente maggiore?
  3. Il DI intende prendere provvedimenti contro il funzionario?
  1. Se sì, quali?
  2. Se no, ritiene che una persona che ha mostrato in passato simpatie nazifasciste e ora minaccia di farsi giustizia da sé, quando invece dovrebbe essere garante e difensore della Legge, sia all’altezza del suo compito di Sergente maggiore?
Leggi anche:

Le minacce dell’agente e il silenzio di Gobbi

L'agente condannato per post nazisti ora minaccia un vandalo

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
dipartimento istituzioni sergente maggiore verdi del ticino
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
2 ore
Se Cenerentola avesse avuto a disposizione un’app
Passa da una ‘prova’ virtuale, per permetterne l’acquisto perfetto, l’applicazione ideata per Bally, noto brand di lusso svizzero
Mendrisiotto
2 ore
‘In futuro Chiasso saprà far valere le sue potenzialità’
Quattro chiacchiere con Francesca Cola Colombo, dallo scorso mese di maggio responsabile marketing della cittadina di confine
Ticino
12 ore
Pattugliamento congiunto a Como e Cernobbio
Nei giorni scorsi servizio ‘misto’ Carabinieri italiani e Polizia cantonale. L’iniziativa rientra nell’accordo fra i due Paesi
Ticino
12 ore
Crisi idrica, in Lombardia giro di rubinetto
Emergenza siccità, il presidente della Regione Attilio Fontana firma decreto per un uso parsimonioso dell’acqua
Bellinzonese
13 ore
Riviera, parcheggi selvaggi e come combatterli
Il Comune in estate è preso d‘assalto dai canyonisti, talvolta poco rispettosi dell’ordine pubblico. Tarussio: ‘Individuate delle zone di sosta’
Ticino
14 ore
Ticinesi morti sul Susten: Norman Gobbi si unisce al cordoglio
Le due vittime erano membri dell’Associazione ticinese truppe motorizzate (Attm). Marco Bignasca, ex ufficiale auto: fra le società d’arma più attive
Luganese
15 ore
Pianta cade vicino al parco giochi di Melide, cause non chiare
Non si esclude che l’albero possa essere stato attaccato dal coleottero giapponese
Bellinzonese
18 ore
Bellinzona, auto in fiamme sull’A2 in direzione nord
Sul tratto di autostrada si sono formati un paio di chilometri di coda
Luganese
20 ore
Lombardi: ‘Non mi aspetto molto dal vertice sull’Ucraina’
L’incontro sarà a Lugano il 4 e 5 luglio. L’ex consigliere agli Stati si chiede se abbia senso parlare di ricostruzione quando la guerra è ancora in corso
Mendrisiotto
1 gior
Chiasso, ‘la natura di Festate non è in discussione’
Il vicesindaco e capodicastero Cultura Davide Dosi si esprime in merito ai malumori emersi dopo la trentesima edizione dell’evento
© Regiopress, All rights reserved