laRegione
albertoni-non-so-per-quante-aziende-sara-interessante-aderire
Ti-Press
Ticino
26.03.21 - 17:330
Aggiornamento : 18:41

Albertoni: 'Non so per quante aziende sarà interessante aderire'

Il direttore della Camera di commercio commenta il piano cantonale per i test di massa: ‘Da Berna troppa confusione su rimborsi, telelavoro e quantitativi’

Appena finita la presentazione del piano cantonale per i test di massa sospira, il direttore della Camera di commercio Luca Albertoni: «Non so se per le aziende potrà essere interessante aderire a questo programma» dice alla ‘Regione’ a margine della conferenza stampa delle autorità cantonali. «Il Consiglio di Stato ha svolto un lavoro encomiabile e lo ringrazio, ma il problema è nel manico. Cioè che la Confederazione ha fatto un errore: annunciare questi come test di massa quando in realtà non è vero che lo sono». Nel senso che, spiega Albertoni, «l’Ordinanza federale parla di rischio accresciuto, ma qui c’è il primo malinteso: se un’azienda ha dei piani di protezione precisi e rispettati non è ad alto rischio. E questa è solo una delle contraddizioni».

Il rischio di veder rimborsato meno

Un’altra per il direttore della Camera di commercio è «quella delle tempistiche». Perché «bisognerà chiedere al Cantone di poter testare, ora che arriva la risposta da Berna sono passate due settimane. C’è un problema». Insomma, per Albertoni «si è fatta una grande confusione e, ripeto, non so quale potrà essere la rispondenza delle aziende. Anche perché, con la prospettiva dell’arrivo dei test fai-da-te una volta omologati, gli impegni richiesti non mancano a fronte di un rimborso che non è certo». Non lo è perché, annota, «oggi il rischio è poter partire a testare dal principio che restituiscono 34 franchi a test mentre Berna, perché non è il Cantone che decide, può dire che sei un’azienda a basso rischio e te ne ridà otto. Bisognerà mettere la differenza, e visto che è richiesto un impegno di almeno un mese e testare ogni settimana non è da poco».

‘Per il Ticino ci sarebbero 800 test al giorno, è come dire nulla’

Tra le «tante indicazioni che ci mancano» Albertoni mette anche quella relativa ai dipendenti in telelavoro: «È uno dei criteri, ma non sappiamo se nel calcolo dell’effettivo del personale bisogna contare anche i lavoratori a casa oppure no perché vengono considerati al sicuro». Non fa nulla per nasconderlo, il direttore della Camera di commercio: «Ci aspettavamo qualcosa di più. Anche a livello numerico e quantitativo. Si parla di una capacità, in tutta la Svizzera, di 25mila test al giorno. Per il Ticino vorrebbe dire averne circa 800, è come dire nulla».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
6 ore
Aprile? Il più freddo degli ultimi trent'anni
Così, dati alla mano, MeteoSvizzera. Ma a inizio mese abbiamo avuto le prime due giornate estive del 2021
Gallery
Mendrisiotto
8 ore
Novazzano, vitello cade in una valletta. Lo recupera la Spab
Salvato con un elicottero, il giovane bovino è tornato a casa sano e salvo. E si è guadagnato il nome di Icaro
Ticino
8 ore
Sirica: il Plr ha pagato una sua certa arroganza
'Opportuno il ballottaggio a Bellinzona e la nostra è stata una campagna corretta', ribatte il presidente dei liberali radicali Speziali all'omologo socialista
Ticino
8 ore
'Imponimento': 147 persone rinviate a giudizio
'Ndrangheta, le richieste dei pm antimafia di Catanzaro in relazione all'inchiesta dai risvolti svizzeri
Mendrisiotto
9 ore
A Novazzano il 21 maggio si sciopera per il futuro
Anche nel Distretto si aderisce alla manifestazione indetta a livello nazionale per il clima
Mendrisiotto
11 ore
Otto 'testimonial' per i cinque musei d'arte del Distretto
La Rete MAM aderisce a una campagna che racconta di legami d'affetto e con il territorio attraverso la voce di personalità della cultura
Mendrisiotto
12 ore
Genestrerio, si parte con il progetto stradale sulla zona 30
In pubblicazione il dossier che limita la velocità su tre vie interne e sistema il marciapiede. Obiettivo: più sicurezza e tranquillità
Bellinzonese
14 ore
Bellinzona senza partita, Branda confermato sindaco col 60%
Con 9'169 voti contro i 6'024 dello sfidante Gianini, il socialista si aggiudica lo scranno per la terza volta consecutiva: ‘Risultato oltre le aspettative’
Ticino
LIVE
Spoglio concluso, le reazioni - Segui il live de La Regione
Concluso lo spoglio per i ballottaggi. A Bellinzona e Riviera confermati Branda e Pellanda, ribaltone a Lumino. A Vezia si impone Piva, Catarin a Losone
Luganese
14 ore
Novaggio conferma Andrea Pozzi sindaco
All'elezione, lo sfidante Piergiorgio Morandi ottiene 191 voti, il sindaco di quindicina (Spazio libero - per ambiente e socialità) 38 in più
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile