laRegione
26.03.21 - 12:00
Aggiornamento: 16:19

Disagio giovanile, il Plr: 'Spazi d'incontro in tutto il cantone'

I liberali radicali scrivono al Consiglio di Stato chiedendo ‘misure concrete e da attuare a brevissimo termine’

disagio-giovanile-il-plr-spazi-d-incontro-in-tutto-il-cantone
Ti-Press

“Chiediamo al Consiglio di Stato l'opportunità di consentire e prevedere a livello locale e regionale degli spazi fisici di incontro (come una piazza, un parco, una foce...) in cui i giovani possano incontrarsi”. Dopo i recenti atti di violenza a Lugano è questa la richiesta che formula il Partito liberale radicale in una lettera inviata al governo questa mattina. “A patto di rispettare l'obbligo di indossare la mascherina e di rispettare le distanze di 1,5 metri, riteniamo necessarie delle zone d'incontro in cui il bisogno sociale di aggregazione possa essere soddisfatto; ciò senza correre il rischio dell'intervento di polizia per essere dispersi e allontanati”. È evidente, e lo ammette lo stesso Plr, che “in queste aree all'esterno giungeranno più di 15 persone, ma con il rispetto di determinate regole di comportamento queste situazioni potranno essere tollerate dall'autorità pubblica, nell'interesse generale (de facto si riprodurrebbe la presenza che c'è in qualsiasi piazza in una domenica soleggiata in riva al lago)”.

‘Sarebbe una bellissima fotografia’

Perché, infatti, “se dovessimo immaginare questa nuova opportunità che coniuga da una parte le esigenze sanitarie e dall'altra quelle sociali e relazionali, ci appare la bellissima fotografia di un gruppo di giovani che chiacchiera con un paio di agenti seduti in terra con loro, con a qualche metro di distanza un docente che scherza con altri giovani che vedono nello Stato una figura di confronto - e non di scontro”. Per i liberali radicali è “importante trovare subito misure concrete” perché “la presenza di pochi, pochissimi facinorosi non può consentire a nessuno di liquidare questi fenomeni collettivi come illegali nel loro complesso, e quindi da reprimere”. Il disagio giovanile, per il Plr, “è uno dei segni più evidenti di questa pandemia che ha infettato i percorsi scolastici e formativi, le opportunità di lavoro e di apprendistato, le relazioni interpersonali e i ritmi di crescita di moltissime e moltissimi giovani”.

Leggi anche:

Lugano: sabato sera di tensioni alla Foce, due fermi

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Video
Ticino
18 ore
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
22 ore
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
22 ore
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
22 ore
‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’
Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
1 gior
‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’
La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
1 gior
Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No
Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
1 gior
‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’
Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
Gallery
Mendrisiotto
1 gior
Boffalora: al posto della villetta arrivano due palazzine
Altro cantiere residenziale in vista alla porta nord di Chiasso. L’operazione annuncia un investimento di oltre 6 milioni di franchi
Locarnese
1 gior
Picchiò un ragazzo in Piazza Grande, 3 anni di carcere
Un 19enne di origini siriane residente nel Luganese colpevole anche di rapina, infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti
Ticino
1 gior
Il salario minimo legale non sarà adeguato al rincaro
Il Consiglio di Stato boccia la mozione di Ivo Durisch (Ps): ‘Un adeguamento sarebbe contrario alla volontà del legislatore e alla legge’
© Regiopress, All rights reserved