laRegione
10.03.21 - 18:48

Per il personale sanitario anche quello per cambiarsi è tempo di lavoro

Il Tribunale di Bülach (Zurigo) ha riconosciuto un risarcimento di quattro settimane di vacanze, retroattivamente dal 2016, ai dipendenti del locale ospedale

per-il-personale-sanitario-anche-quello-per-cambiarsi-e-tempo-di-lavoro
Archivio Ti-Press
Una rivendicazione sindacale riconosciuta dalla Seco

Il Tribunale di Bülach (Zurigo) ha deciso che l’Ospedale locale dovrà compensare mediamente con quattro settimane di vacanza il tempo impiegato per cambiarsi in sede da parte del personale sanitario in servizio a partire dal 2016. L’Ospedale di Bülach è una società anonima che deve applicare i disposti della legge sul lavoro. Lo rende noto il sindacato Vpod che ha patrocinato il personale sanitario di Bülach. “Il 70% delle richieste avanzate dal sindacato Vpod è stato accolto”, si fa notare. Una dipendente già in pensione riceverà 5’200 franchi di indennizzo più gli interessi, in quanto la compensazione in tempo non è più possibile.  Il sindacato Vpod esprime soddisfazione per questa decisione, che avrà valenza nazionale.

La stessa richiesta è pendente negli ospedali e cliniche ticinesi

In Ticino lo stesso sindacato ha già effettuato una serie di passi negoziali per far avanzare la richiesta e intende rilanciare la discussione nelle imminenti trattative per il rinnovo contrattuale. Per quanto riguarda gli ospedali dell’Eoc già nel mese di aprile del 2019 ha chiesto alla direzione generale di applicare la nuova direttiva indicata dalla Seco (Segreteria di Stato per l’economia).

La direzione dell’Ente ospedaliero cantonale “ha preferito prendere tempo, attendendo le decisioni degli ospedali d’oltralpe per capire se applicare o meno la direttiva”, si legge in una nota. L’Eoc ha indicato che comunque la questione sarebbe stata discussa nel corso del rinnovo del contratto collettivo di lavoro. La richiesta della Vpod è sostenuta da numerosi dipendenti.

Per le cliniche private il sindacato ha incontrato a inizio 2019 l’Associazione delle cliniche private ticinesi (Acpt), richiedendo di introdurre nel contratto collettivo di lavoro il riconoscimento del tempo necessario al cambio degli abiti. Anche l’Acpt ha deciso di attendere il rinnovo del Ccl per entrare in discussione e soprattutto di attendere le sentenze dei tribunali.

Si segnala che nel contratto collettivo di lavoro aziendale della Clinica Santa Chiara di Locarno, che non fa parte dell’Acpt, nell’attesa di avere una decisione giudiziaria a livello federale, è stato introdotto un contributo di 25 franchi mensili a tutti i dipendenti, quale compensazione per il tempo per cambiarsi al lavoro.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Negozio alimentari e Posta: ‘Gordola può star tranquilla’
Il vicesindaco René Grossi, da proprietario dell’immobile interessato, risponde alle critiche preventive di Plr e Verdi Liberali
Luganese
2 ore
Ex maestro di Montagnola: riflessione aperta sul terzo grado
Dopo l’assoluzione in Appello, con il ribaltamento della condanna in Pretura penale, le motivazioni della Corte su ‘concreto pericolo’ e perizia
Ticino
9 ore
Giudice supplente, proposta l’elezione di Federica Dell’Oro
Così la commissione Giustizia e diritti. La parola al plenum del Gran Consiglio
Gallery
Mendrisiotto
9 ore
Mendrisio fa un passo avanti sul sentiero del Laveggio
Il Consiglio comunale vota all’unanimità i fondi per completare i camminamenti lungo il fiume, nel solco di un parco intercomunale
Mendrisiotto
11 ore
Coldrerio, un 18enne aggredito e picchiato da due persone
Funziona il dispositivo di ricerca della polizia: fermati gli autori del tentativo di rapina. La loro posizione è al vaglio degli inquirenti
Luganese
11 ore
La Città lancia un percorso formativo rivolto ai commercianti
Lugano Living Lab promuove un incontro all’ex asilo Ciani per far conoscere le ‘opportunità’ e favorire una digitalizzazione alla portata di tutti
Ticino
11 ore
Superamento dei livelli, un accordo che sembra avere i numeri
Firmato a maggioranza il rapporto commissionale che propone una sperimentazione su base volontaria con vari modelli di codocenza. In parlamento a febbraio
Ticino
13 ore
Al via il programma cantonale di screening colorettale
Il Dipartimento sanità e socialità offre, da febbraio, un test gratuito e volontario per una patologia dove la prevenzione è fondamentale
Ticino
13 ore
Raccolte firme sui costi della salute, allarme rosso in casa Ps
Riget e Sirica agli iscritti: rischiamo di fallire su referendum contro la deduzione per i premi dei figli e iniziativa per i premi al 10% del reddito
Ticino
13 ore
Dalla Vpod oltre 7’700 firme per cure sociosanitarie di qualità
Consegnate oggi le sottoscrizioni che chiedono anche più attenzione alle prestazioni socioeducative. Ghisletta: ‘Cautamente ottimista, serve migliorare’
© Regiopress, All rights reserved