laRegione
dpd-ticino-e-quel-duce-appeso-sulla-scrivania
(foto Keystone)
05.03.21 - 10:51
Aggiornamento: 16:41

Dpd Ticino e quel Duce appeso sulla scrivania

A Giubiasco un quadretto di Benito Mussolini ha fatto per anni bella mostra di sé nell'ufficio di un dirigente del colosso privato delle consegne

“Non ho paura del nemico che mi attacca ma del falso amico che mi abbraccia”. Una frase attribuita a Benito Mussolini, affiancata dal suo mezzobusto con tanto di fez e divisa imperiale. È quanto fino all'altro giorno stava appeso sulla scrivania di un dirigente della Dpd in Ticino. Lo riferisce ‘Area’, il periodico del sindacato Unia, lo stesso che negli scorsi giorni ha denunciato gravi e ripetute violazioni dei diritti degli autisti al servizio del colosso privato della consegna pacchi.

Secondo il quindicinale, il marziale quadretto avrebbe campeggiato per anni nell‘ufficio del “braccio destro del direttore del centro logistico (l'unico in Ticino) di Giubiasco“. È stato rimosso solo l‘altroieri, dopo che la direzione centrale lo ha "scoperto grazie a una segnalazione e ha immediatamente provveduto a chiarire la situazione", come ha spiegato ad Area l'addetto stampa Dpd Marco Kaiser. “Ci distanziamo chiaramente da queste simpatie politiche e non tolleriamo in nessun modo che vengano così manifestate sul luogo di lavoro”, ha aggiunto. E anche se per anni nessuno dei superiori avrebbe avuto da ridire, ora Dpd assicura che “sono stati avviati i dovuti provvedimenti”. 

Leggi anche:

Dpd: gli schiavi del furgone e l’impero dei pacchi

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
dpd fascismo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
8 min
Gordola, furgone in una scarpata: recuperato con l’elicottero
L’intervento dell’Heli Tv si è reso necessario dopo che il carro attrezzi non era riuscito a rimuovere il mezzo. Nessuno si trovava a bordo
Ticino
30 min
Inflazione, il Ps: salari e aiuti più alti. Gli altri: sgravi
I socialisti presentano le loro proposte, a livello federale e cantonale, per contrastare il carovita. Durisch: oggi i colpiti sono soprattutto i fragili
Luganese
51 min
Viadotto Brentino a Lugano, ‘perché la Città non fa nulla?’
La consigliera comunale Sara Beretta Piccoli (Movimento Ticino&Lavoro) chiede al Municipio di attivarsi per una soluzione alla strada incompiuta
Luganese
1 ora
Sparatoria ad Agno, confermato l’arresto del padre del 22enne
Il 49enne di Rovio è accusato di tentato assassinio subordinatamente omicidio nonché infrazione alla Legge federale sulle armi
Luganese
1 ora
Lugano: figli maltrattati, condannati i genitori
Tredici mesi, interamente sospesi per lei e parzialmente da espiare per lui e divieto di contattare i bimbi per due anni. Madre espulsa dalla Svizzera.
Luganese
4 ore
L’eredità del padre sparita: ‘Lui col fucile voleva spaventarlo’
Tentato assassinio di Agno: il 22enne giovedì avrebbe sottratto la somma alla nonna ed è scomparso. La disperata ricerca da parte del padre e gli spari
Ticino
6 ore
L’impresa sostenibile, tra marketing e realtà
A colloquio con l’economista Marialuisa Parodi sulla cosiddetta ‘finanza Esg’, basata cioè su rating di adeguatezza ambientale e sociale
Luganese
9 ore
Flp, lunghe attese e ritardi coi bus sostitutivi
Alcune persone questa mattina non sono riuscite a salire sui mezzi troppo pieni
Mendrisiotto
11 ore
Age e Aim, la rete idrica è sempre sottopressione
Rimangono in vigore le raccomandazioni all’uso parsimonioso dell’acqua e i divieti. La situazione è critica, ma alcuni Comuni riescono a cavarsela
Locarnese
14 ore
Tegna, ‘no alla variante che finirà per cancellarci’
L’Associazione sportiva preoccupata per le mire pianificatorie del Municipio per la zona dei Saleggi, con il sacrificio del campo da calcio (e del club)
© Regiopress, All rights reserved