laRegione
dpd-verdi-del-ticino-libero-mercato-libero-sfruttamento
(Keystone)
26.02.21 - 19:27

Dpd, Verdi del Ticino: 'Libero mercato, libero sfruttamento?'

I Verdi del Ticino esprimono solidarietà a lavoratori e lavoratrici della Dpd per le condizioni lavorative 'inaccettabili'

I Verdi del Ticino prendono posizione sulla vicenda delle dure condizioni dei lavoratori della ditta di spedizioni Dpd  esprimendo in un comunicato "solidarietà e pieno sostegno alle rivendicazioni delle lavoratrici e dei lavoratori della DPD che giornalmente sono confrontati con turni estenuanti e salari da fame". "Queste condizioni lavorative sono inaccettabili", proseguono i Verdi che chiedono "un intervento sia a monte (con l’introduzione di contratti collettivi di obbligatorietà generale) che attraverso un sistema di controlli serio ed efficace".

I Verdi constatano l'abbassamento della qualità della  gestione del personale in seguito all’apertura del mercato della consegna dei pacchi ha portato all’abbassamento della qualità della gestione del personale, tendenza che riassumono nell'espressione “Abbattere i costi del lavoro è decisivo per offrire servizi più convenienti della Posta.”

Posta Svizzera, ricordano i Verdi, che fino a poco tempo fa era l'unico attore sul mercato, e che "garantiva, grazie al suo impegno sociale, condizioni lavorative ottimali". Le aziende concorrenti, oggi, denuncia il comunicato, hanno come unico obiettivo "fare utile", e "sono obbligate a “spremere” i dipendenti per poter reggere il confronto con il gigante giallo". Un confronto che, a dire del partito ambientalista, "porta allo sfruttamento delle lavoratrici e dei lavoratori da parte delle società affiliate alla DPD (e affini), ma anche alla (nuova) necessità della Posta di alzare la guardia e peggiorare a sua volta le condizioni di lavoro per riuscire a rimanere concorrenziale".

"Una situazione nota" e su cui i Verdi chiedono di  intervenire al più presto a beneficio delle lavoratrici e dei lavoratori "che giornalmente faticano per non arrivare a fine mese. Una condizione inaccettabile che intendiamo risolvere attivamente sostenendo e appoggiando l’indispensabile lotta sindacale".

"I Verdi del Ticino", conclude il comunicato, "sperano che queste derive a scapito della qualità del servizio e delle condizioni lavorative, siano un chiaro monito a chi intende continuamente privatizzare beni e servizi di prima necessità per profitto ma a scapito di chi si trova giornalmente sul terreno".

Leggi anche:

Dpd: gli schiavi del furgone e l’impero dei pacchi

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
dpd verdi ticino
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
21 min
Viadotto Brentino a Lugano, ‘perché la Città non fa nulla?’
La consigliera comunale Sara Beretta Piccoli (Movimento Ticino&Lavoro) chiede al Municipio di attivarsi per una soluzione alla strada incompiuta
Luganese
49 min
Sparatoria ad Agno, confermato l’arresto del padre del 22enne
Il 49enne di Rovio è accusato di tentato assassinio subordinatamente omicidio nonché infrazione alla Legge federale sulle armi
Luganese
1 ora
Lugano: figli maltrattati, condannati i genitori
Tredici mesi, interamente sospesi per lei e parzialmente da espiare per lui e divieto di contattare i bimbi per due anni. Madre espulsa dalla Svizzera.
Luganese
4 ore
L’eredità del padre sparita: ‘Lui col fucile voleva spaventarlo’
Tentato assassinio di Agno: il 22enne giovedì avrebbe sottratto la somma alla nonna ed è scomparso. La disperata ricerca da parte del padre e gli spari
Ticino
5 ore
L’impresa sostenibile, tra marketing e realtà
A colloquio con l’economista Marialuisa Parodi sulla cosiddetta ‘finanza Esg’, basata cioè su rating di adeguatezza ambientale e sociale
Luganese
8 ore
Flp, lunghe attese e ritardi coi bus sostitutivi
Alcune persone questa mattina non sono riuscite a salire sui mezzi troppo pieni
Mendrisiotto
11 ore
Age e Aim, la rete idrica è sempre sottopressione
Rimangono in vigore le raccomandazioni all’uso parsimonioso dell’acqua e i divieti. La situazione è critica, ma alcuni Comuni riescono a cavarsela
Locarnese
13 ore
Tegna, ‘no alla variante che finirà per cancellarci’
L’Associazione sportiva preoccupata per le mire pianificatorie del Municipio per la zona dei Saleggi, con il sacrificio del campo da calcio (e del club)
Ticino
23 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
1 gior
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
© Regiopress, All rights reserved