laRegione
28.01.21 - 10:29
Aggiornamento: 17:35

Eoc, Alberto Pagnamenta professore titolare all'Uni di Ginevra

Il professore è caposervizio di Medicina intensiva all’Ospedale regionale di Mendrisio

eoc-alberto-pagnamenta-professore-titolare-all-uni-di-ginevra
Alberto Pagnamenta (Eoc)

Il dr. med. Alberto Pagnamenta, caposervizio di Medicina intensiva all’Ospedale regionale di Mendrisio, è stato nominato Professore titolare presso l’Università di Ginevra. Tra gli elementi che hanno contribuito alla nomina, fa sapere l'Eoc, “figurano la sua attività scientifica e didattica presso la Facoltà di medicina dell’Università di Ginevra”.

Dal 2015 il dottor Pagnamenta è membro della Clinical Trial Unit dell’Area Formazione accademica, Ricerca e Innovazione dell’Eoc con la funzione di consulente in Biostatistica. Nel 2016 è stato nominato libero docente presso la Facoltà di medicina dell’Università di Ginevra e la nomina appena ottenuta gli conferisce il titolo di Professore titolare. È inoltre ‘reviewer’ di diverse riviste nazionali e internazionali e membro della Società svizzera di medicina interna e medicina intensiva, della Società europea di medicina intensiva e della Società svizzera di ipertensione polmonare, nonché della Commissione per la formazione medica della Società svizzera di medicina intensiva.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
3 ore
Pedone investito sulle strisce a Bellinzona. Ferite serie
L’uomo è stato travolto da un’auto su un passaggio pedonale di viale Portone. Chiuso un tratto di strada
Mendrisiotto
6 ore
Intercity, un treno chiamato desiderio. Oggi esaudito
Il via libera della Camera alta alle fermate nel Distretto fa gioire i sindaci di Chiasso e Mendrisio. Che rinviano il confronto sulle stazioni
Luganese
7 ore
Lugano Region: ‘Risultati migliori del previsto’
I pernottamenti del 2022 superano quelli degli anni prepandemici, ma si guarda al 2023 con prudenza. Spaventa in particolare l’inflazione.
Mendrisiotto
7 ore
Arzo: fu tentato omicidio, inflitti sei anni e mezzo di carcere
La Corte di appello e di revisione penale pronuncia una nuova sentenza nei confronti dell’uomo che strinse il collo della moglie fino a farla svenire
Ticino
8 ore
Casse malati, 11mila firme per gli sgravi. E un asino che raglia
La Lega consegna in governo le sottoscrizioni all’iniziativa per la deducibilità integrale dei premi. Poco dopo la sinistra porta i regali per i ricchi
Ticino
8 ore
‘No a qualsiasi scenario che impedisca al popolo di votare’
Marina Carobbio e il (molto probabile) seggio vacante al Consiglio degli Stati post Cantonali, il presidente cantonale dell’Udc pianta già qualche paletto
Locarnese
9 ore
La ‘trappola’ in via Arbigo: ‘Il mio cane poteva morire’
Brutta esperienza per una giovane di Losone, che portando a spasso l’amico a 4 zampe ha evitato per poco che ingoiasse una penna ‘travestita’ da boccone
Ticino
11 ore
Superamento dei livelli, parla Bertoli: ‘Serve segnale chiaro’
Dopo il niet di Speziali e le critiche di sindacati e docenti, il direttore del Decs: ‘Pronto a fugare ogni dubbio, la politica non meni il can per l’aia’
Mendrisiotto
11 ore
Novazzano ‘non è meno sicuro di altri comuni’
Durante il Consiglio comunale di lunedì il Municipio ha risposto a un’interpellanza sulla rapina avvenuta il 28 novembre in un’abitazione.
Luganese
11 ore
Lugano, folle fuga sotto l’influsso di cocaina: condannato
La Corte delle Assise criminali ha inflitto al 25enne ventitré mesi sospesi con la condizionale. L’imputato ha ammesso tutti i fatti.
© Regiopress, All rights reserved